Idropisia: che cos'è questa malattia? Cos'è l'idrocele testicolare negli uomini adulti e qual è il codice della malattia ICD-10?

Secondo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, l'idrocele (idropisia del testicolo) si presenta in varia misura nell'1% degli uomini.

Idropisia: che cos'è questa malattia? È quasi asintomatico e può provocare un aumento graduale delle dimensioni del testicolo con il suo conseguente degrado (atrofia).

Quindi cos'è un idrocele? Ciò che provoca una tale malattia ed è curabile?

Classificazione e concetto generale di idrocele scrotale

Che cos'è l'idropisia dei testicoli negli uomini? Quindi, un idrocele è un accumulo di liquido sieroso negli strati interni del testicolo. Tale patologia può essere innescata da un difetto congenito o un'infiammazione nello scroto, provocando, ad esempio, una violazione del normale deflusso del liquido linfatico.

N43 - Codice ICD-10 per idropisia dei testicoli o dell'idrocele.

Basato sull'eziologia, l'idropisia è di due tipi:

Stiamo parlando del cosiddetto "processo vaginale", che nei ragazzi, prima della nascita, si verifica temporaneamente tra il peritoneo e la zona inguinale. Tuttavia, se questo processo viene violato per qualche motivo, si sviluppa l'obliterazione. Cioè, l'accumulo di liquido sieroso nel testicolo e nello stesso scroto.

Molto spesso, la malattia dell'idrocele si sviluppa in questo modo.

L'idropisia acquisita e aggravata dei testicoli negli uomini adulti (cioè in forma acuta) è molto meno comune.

Provoca un'infezione nell'area del testicolo (ad esempio, con complicanze dell'angina e altre infezioni virali respiratorie acute).

Si verifica anche sullo sfondo di lesioni al testicolo, al varicocele e con un trattamento improprio dell'idrocele congenito (dopo di che si sviluppa l'idropisia delle membrane testicolari, cioè riempiendo lo strato di sangue).

E i medici assicurano anche che abbastanza spesso una conseguenza del trattamento del varicocele è un idrocele negli uomini. Riempire il testicolo tra gli strati è un segno del normale flusso sanguigno, ma allo stesso tempo, il drenaggio linfatico può essere danneggiato, causando segni della malattia.

Sintomi di idropisia dei testicoli negli uomini

L'idrocele testicolare si manifesta con i seguenti sintomi:

  1. un aumento dello scroto (più spesso - unilaterale, ma a volte può essere bilaterale);
  2. una sensazione di disagio all'inguine, in particolare - nello scroto (sensazione di pienezza);
  3. violazione del processo di minzione (a causa della pressione sull'uretra);
  4. difficoltà a camminare (con un aumento significativo delle dimensioni dello scroto);
  5. infertilità (nelle fasi successive di idropisia del testicolo in un uomo adulto);
  6. disagio con l'erezione e durante il sesso (di norma, a volte un uomo non può nemmeno raggiungere l'orgasmo).

E vale anche la pena notare che una malattia come l'idropisia può essere acuta e cronica. Quest'ultimo si è sviluppato da diversi anni. Allo stesso tempo, l'aumento dello scroto dovrebbe essere insignificante e persino fermarsi, ma non diminuire.

Principalmente, l'idrocele viene diagnosticato nei neonati. Ma la malattia può manifestarsi a qualsiasi età, anche negli uomini in età pensionabile (specialmente se hanno disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare o insufficienza cardiaca complessa).

La diagnosi - l'idropisia può essere fatta solo da un medico. Visivamente, la malattia può essere facilmente confusa con lo stesso idrocele ed ematocele, specialmente se ci sono infiammazioni esterne.

Trattamento con idrocele

L'idropisia negli uomini viene trattata solo eliminando la causa principale del suo sviluppo.

Il liquido stesso viene pompato usando la puntura, seguito dal riempimento della cavità con farmaci sclerosanti.

Tuttavia, in alcuni casi i medici possono rifiutare di eseguire tale procedura (ad esempio, se ci sono segni di un tumore nello scroto o sanguinamento).

In una tale situazione, viene prescritta una soluzione più radicale: un'operazione chirurgica. Viene effettuato in tre modi.

  1. Il metodo di Winkelmann. Uno strato del testicolo viene asportato e suturato sul retro del testicolo.
  2. Metodo di Bergman. Rimozione del "foglio" interno del testicolo e successiva cucitura degli strati normali. Ciò rimuove la cavità precedentemente riempita di liquido..
  3. Operazione su Lord. Il testicolo stesso è sezionato e il liquido viene drenato. In questo caso, gli strati non vengono spostati, il flusso sanguigno non viene disturbato.

Di norma, l'operazione di Bergman viene eseguita solo per l'idropisia testicolare cronica e minore negli uomini. Il resto - quando solo un lato dello scroto è notevolmente ingrandito.

La riabilitazione sarà la stessa - prendendo agenti antibatterici (antibiotici), indossando un sospensore (per la crescita eccessiva normale della regione vaginale), il rifiuto temporaneo dall'attività fisica e il rapporto sessuale.

Quale metodo di trattamento, per una malattia come l'idropisia, sarà prescritto in questo o quel caso (invasivo e minimamente invasivo) - il medico curante decide dopo la palpazione e l'esame dello scroto per identificare lo stadio della malattia.

Nella maggior parte dei casi, è una puntura che viene prescritta. E le operazioni vengono eseguite con il ri-sviluppo di idropisia o a rischio di atrofia testicolare.

Possibili conseguenze dell'idropisia negli adulti

Se rifiuti il ​​trattamento tempestivo dell'idrocele testicolare, un uomo può sviluppare le seguenti complicanze:

  • problemi con la minzione, che provocheranno infiammazione della vescica e dell'uretra;
  • sviluppo di piocella (accumulo di pus negli strati del testicolo);
  • atrofia del testicolo;
  • infertilità;
  • violazione della funzione erettile (l'erezione è accompagnata da un forte dolore).

Ci sono anche casi noti in cui un adulto ha rifiutato di trattare l'idrocele per molti anni, che alla fine ha provocato l'infiammazione dell'intero sistema riproduttivo e l'accumulo di pus in esso con una penetrazione nel peritoneo. Questo decorso della malattia può essere confrontato con la rottura di un'appendice purulenta acuta.

Si ottiene la risposta alla domanda principale: cos'è l'idrocele testicolare.

Molto spesso, la malattia viene diagnosticata nei neonati (forma congenita), ma si sviluppa anche negli adulti, nelle persone mature. L'unico metodo di trattamento è il pompaggio forzato del fluido (puntura) e l'eliminazione della cavità che si è creata tra gli strati dei testicoli.

Idropisia delle membrane testicolari: cause di sviluppo, manifestazioni e trattamento

L'idropisia del testicolo (idrocele) è una condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di liquido sieroso nello scroto. Questa condizione non è pericolosa per la vita. E nel caso di diagnosi tempestiva e trattamento corretto, la patologia passa senza complicazioni. La prevenzione di questa condizione in alcuni casi è il sollievo tempestivo dei processi infiammatori. La malattia si verifica nell'1% degli uomini.

È IMPORTANTE DA SAPERE! Il segreto di un membro GRANDE! Solo 10-15 minuti al giorno e + 5-7 cm per dimensioni. Combina l'esercizio con questa crema. Leggi di più >>

La forma della malattia dipende dal meccanismo di sviluppo e dall'età del paziente..

A seconda del momento dell'evento, si distinguono:

  • Idrocele congenito.
  • Acquisite idropisia del testicolo. A sua volta, può essere acuto e cronico.

L'idropisia del testicolo può avere origini diverse ed essere caratterizzata da caratteristiche specifiche a seconda dell'eziologia, del meccanismo di sviluppo, della forma del corso.

Il concetto di "idrocele" è ambiguo, è un intero gruppo di malattie rappresentato nella classificazione internazionale delle malattie come segue:

Codice ICD-10nosologiaAppunti
N 43.0Forma incapsulata di idrocele.La malattia è contagiosa; è una conseguenza di un'infezione ascendente.
N 43.1Idrocele con infezione.In caso di infezione batterica, l'essudato diventa rapidamente purulento. L'infiammazione infettiva è accompagnata da un deterioramento delle condizioni generali del paziente, lo sviluppo di una sindrome infettiva generale (ipertermia, brividi, mal di testa, artralgia).
N 43.2Altre forme e varietà della malattia, non classificate altrove.Un gruppo di malattie, la cui origine non è associata alle cause sopra classificate.
N 43.3Idrocele, la cui eziologia non è specificata.Gruppo di malattie di eziologia sconosciuta.
N 43.4spermatocele.Cisti seminale - una neoplasia originata dal tessuto testicolare contenente componenti del seme.

Non esiste un motivo unico per lo sviluppo di un idrocele.

Ognuna delle forme ha le sue ragioni e i suoi meccanismi di sviluppo..

Modulo di malattiaCause e meccanismo di sviluppo
Idrocele congenito1. Accumulo di fluido sieroso nella propria membrana del testicolo o del cordone spermatico a causa della mancata chiusura (o infezione incompleta) del processo vaginale del peritoneo. Questa forma si sviluppa lentamente e quindi può rimanere inosservata per molto tempo. Immaturità del sistema linfatico delle membrane dei testicoli, loro sviluppo insufficiente.
Idropisia acutaViolazione del processo vaginale aperto del peritoneo.
Idropisia acquisita acuta1. Lesioni traumatiche nel peritoneo inferiore.2. Danni agli organi dello scroto a causa di un processo infiammatorio acuto. L'essudato che si accumula nell'area delle membrane testicolari è sieroso o emorragico.3. Conseguenza dell'ARVI posticipato (infezione virale respiratoria acuta). L'essudato è sieroso nella maggior parte dei casi..
Idropisia acquisita cronicaIl motivo è un lieve processo infiammatorio. La natura dell'infiammazione è sierosa o sierosa-fibrosa. Come risultato dell'infiammazione, non si forma solo l'essudato, ma viene anche interrotta la funzione di assorbimento della membrana vaginale. La patologia si sviluppa lentamente, spesso senza sensazioni soggettive.

La specificità del quadro clinico è determinata dal tasso di sviluppo dell'idropisia. Più acuto si sviluppa il processo patologico, più pronunciati sono i sintomi..

Il processo si sviluppa rapidamente in un breve periodo di tempo.

I seguenti segni sono i più caratteristici:

  • Grave ipertermia;
  • Grave dolore nel testicolo e nell'epididimo;
  • Un aumento delle dimensioni dello scroto;
  • Gonfiore e iperemia della pelle nella corrispondente metà dello scroto.

Spesso, il processo si sviluppa in modo asintomatico o non ha manifestazioni pronunciate fino a un certo punto..

La malattia può essere riconosciuta dai seguenti sintomi:

  • Un aumento delle dimensioni di una o entrambe le metà dello scroto;
  • Gonfiore di una caratteristica forma a forma di pera, spingendo il testicolo verso la parte posteriore dello scroto e verso il basso;
  • L'aspetto di tirare dolori lungo il cordone spermatico, progredendo all'aumentare del volume dell'edema; questo sintomo provoca il disagio più pronunciato quando si cammina o si hanno rapporti sessuali;
  • Tensione della pelle, sensazione di fluttuazione alla palpazione;

Caratteristica: con idropisia comunicante, il gonfiore scompare in caso di presa in posizione orizzontale o con una leggera compressione dello scroto.

Le manifestazioni cliniche non sono sempre espresse chiaramente, quindi, per fare e confermare la diagnosi, è necessario esaminare il paziente.

I seguenti esami aiutano a diagnosticare un idrocele:

  • Diafanoscopia (transilluminazione con luce trasmessa);
  • Esame ecografico (aiuterà a effettuare diagnosi differenziali con un'ernia inguinale-scrotale).

Nella fase della diagnosi, l'idropisia del testicolo deve essere differenziata dalle lesioni tumorali di questo organo e dall'ernia.

Il trattamento chirurgico è preferibile, poiché in questi casi il rischio di recidiva è minimo..

Esistono casi noti di efficacia dei metodi popolari, ma solo nelle prime fasi della malattia. Non ci sono statistiche che mostrano l'efficacia del trattamento con ricette popolari.

La malattia viene trattata più facilmente e con successo nelle prime fasi..

La diagnosi di idropisia del testicolo qual è il codice ICD 10 per questa malattia

Parliamo di una malattia come l'idropisia del testicolo, il codice ICD-10, in altre parole, l'idrocele. La classificazione internazionale delle malattie della decima revisione (ICD-10) fornisce diversi tipi e tipi di malattia.

Idrocele incapsulato e sue varietà

Questo è il n. 43.0 - idrocele incapsulato e le sue varietà:

  • N. 43.1 idrocele infettivo;
  • N. 43.2 altre forme di idrocele;
  • N. 43.3 idrocele non specificato;
  • N. 43.3 (si riferisce al tipo precedente) spermatocele.

L'idropisia congenita del testicolo ha un codice diverso: P83.5. Caratterizzato dall'accumulo di una certa quantità di liquido tra le membrane del testicolo in un uomo.

Il Congresso Internazionale dei Medici riconosce la diagnosi generalmente accettata, che rappresenta la classificazione delle malattie e la sua decima revisione.

Presenteremo i lettori della nostra recensione sulle cause, la diagnosi e i metodi di trattamento dell'idrocele.

Le cause di idropisia del testicolo

La malattia si verifica negli uomini a causa di malattie come l'orchite, l'epidimite, il trauma al testicolo, le sue membrane e le appendici. Con un tipo idiopatico di sviluppo di idrocele, la causa spesso rimane non identificata, mentre con un tipo sintomatico, l'idropisia dell'appendice maschile si verifica come conseguenza di qualche altra malattia.

Sono anche descritti casi di idrocele congenito, mentre nei neonati è una caratteristica dello sviluppo intrauterino del feto.

Le cause secondarie dell'idrocele sono chiamate:

  1. Lesione infettiva dei sistemi genitale e urinario.
  2. Insufficienza cardiovascolare come fattore di rischio per lo sviluppo dell'edema in generale.
  3. Tumori del testicolo e sue appendici.
  4. Disturbi linfodinamici.
  5. Insufficienza epatica e / o cirrosi epatica in caso di ascite.
  6. Complicanze dopo l'intervento chirurgico.

Ma la principale causa di idropisia del testicolo sono le malattie a trasmissione sessuale..

Sintomi di idropisia del testicolo negli uomini

Per la condizione descritta, sono tipici dolori tiranti e doloranti nello scroto, un aumento della temperatura corporea generale, un notevole disagio durante la deambulazione e un aumento graduale delle dimensioni dello scroto. I problemi si verificano durante la minzione, nonché nella sfera intima delle relazioni.

All'esame si nota la pelle liscia dello scroto, densa al tatto, la consistenza è densa. Il testicolo può essere sentito attraverso la pelle con difficoltà o per niente. In presenza di dolore, la necessità di consultare un medico diventa semplicemente necessaria..

La prognosi della malattia dipende dai sintomi clinici e dalla natura del decorso in ciascun caso..

Diagnostica e trattamento dell'idrocele

La diagnostica non è particolarmente difficile. In caso di idropisia dei testicoli, il codice ICD-10, l'esame iniziale è spesso decisivo. Il medico palpa (sonde) l'area interessata e l'addome inferiore. L'ecografia viene raramente prescritta per confermare e / o chiarire la diagnosi.

Il trattamento della malattia è possibile con chirurgia o puntura. L'intervento chirurgico viene effettuato in caso di tumore di grandi dimensioni, dolore significativo e disagio sufficiente quando si cammina.

Nell'operazione, eseguita in anestesia generale, viene praticata una piccola incisione nella pelle dello scroto, attraverso la quale viene rimossa la membrana con fluido accumulato. E con una puntura, che viene eseguita con il metodo della puntura (anche con anestesia), il contenuto della cavità tra le membrane testicolari viene letteralmente pompato con una siringa.

Idrocele (idropisia del testicolo): cos'è e come trattarlo

L'idropisia dei testicoli sinistro o destro negli uomini è una maggiore quantità di liquido sieroso nella capsula degli organi. Il suo accumulo si verifica costantemente, normalmente il suo volume non supera alcuni millilitri.

Un aumento della sua quantità si verifica quando l'equilibrio tra la sua produzione e il linfodrenaggio è disturbato. Il volume del liquido in caso di idropisia varia tra 20-200 ml. Con una prolungata assenza di trattamento, la sua quantità può raggiungere diversi litri..

La malattia è accompagnata da evidente disagio dovuto all'allargamento dello scroto. Altri sintomi sono determinati dall'origine dell'idropisia. Con un leggero aumento del volume del fluido sieroso, l'idrocele può essere asintomatico.

Che cos'è un idrocele

L'idrocele, l'idropisia del testicolo o l'idropisia delle membrane dei testicoli è una patologia andrologica caratterizzata dall'accumulo di liquido nello scroto, che può portare a compromissione della funzione riproduttiva e gravi complicazioni. A seconda della causa dello sviluppo dell'idrocele, il fluido accumulato può essere sangue, essudato purulento di origine infiammatoria, fluido linfatico, versamento fluido dopo l'escissione di un'ernia, versamento (processo patologico di accumulo o comparsa di liquido biologico in qualsiasi cavità corporea) fluido dopo chirurgia per varicocele, ecc. Molto spesso, questa patologia si verifica nei neonati e nelle persone dai 20 ai 30 anni..

Cos'è?

L'idropisia è chiamata patologia, a seguito della quale lo scroto si riempie di liquido. Mentre il ragazzo è nell'utero, i suoi testicoli si trovano nella cavità addominale. Scendono solo poco prima dell'inizio dell'ottavo mese di gravidanza. I testicoli portano con sé un sottile film di tessuto connettivo addominale, risultante in qualcosa di simile a una tasca.

Con uno sviluppo normale, si chiude anche prima della nascita del bambino o dopo un paio di mesi. Se ciò non accade per qualche motivo, il liquido si accumula nella tasca. [Adsense1]

Classificazione dell'idrocele

Secondo la classificazione internazionale delle malattie, l'idrocele ICD ha il codice N43 ed è diviso in tipi:

Nel luogo di localizzazione, l'idrocele è diviso in:

- non comunicanti (si tratta di un processo isolato, il fluido si accumula solo attorno al testicolo destro o sinistro);

- comunicare (si diffonde idropisia nella cavità addominale);

- idropisia del cordone familiare (l'idrocele è localizzato nell'area del cordone familiare.

Per le ragioni del verificarsi di un idrocele, può essere:

- idiopatico (idrocele primario, è impossibile stabilire la causa);

- sintomatico (idropisia del testicolo come complicazione o sintomo di un'altra malattia).

Distingue anche tra forme acute e croniche, unilaterali e bilaterali di idrocele. Il medico fa una diagnosi, ad esempio: "idrocele incapsulato acuto a destra", "idrocele cronico a sinistra di natura infiammatoria" o "idrocele bilaterale di genesi non specificata".

Cause di idropisia del testicolo

L'idropisia del testicolo può essere congenita o può diventare una patologia acquisita che si sviluppa sullo sfondo di fattori provocatori. Nei neonati, l'idrocele è le caratteristiche del loro sviluppo intrauterino, negli uomini adulti - varie patologie di fondo.

Cause secondarie di idrocele negli uomini

- lesione infettiva del sistema genito-urinario,

- processo infiammatorio non specifico nell'area dei testicoli e delle sue appendici (orchite, orchiepididimite, epididimite, infiammazione del cordone spermatico);

- disturbi nel deflusso della linfa dai linfonodi inguinali e pelvici,

- con insufficienza epatica e cirrosi epatica, quando si forma l'ascite;

- complicazione dopo l'intervento chirurgico.

La principale causa di idropisia dei testicoli negli uomini in età riproduttiva sono le malattie a trasmissione sessuale, cioè le malattie sessualmente trasmissibili (gonorrea, sifilide, ecc.).

Idropisia congenita del testicolo

Se l'idropisia del testicolo è dovuta alle peculiarità dello sviluppo intrauterino, questa forma di idropisia si chiama congenita o fisiologica, che viene diagnosticata nell'8% dei neonati. Durante lo sviluppo embrionale, i testicoli si formano nella cavità addominale del nascituro. Quindi, alla fine della gravidanza, i testicoli con le membrane addominali scendono nello scroto. Normalmente, in un neonato, il dotto tra lo scroto e il peritoneo è invaso. Se ciò non accade, il ragazzo può sviluppare un'ernia nello scroto o sviluppare un idrocele..

Quindi, la causa della forma congenita di idropisia del testicolo è la non chiusura dell'apertura attraverso la quale il testicolo è uscito dal peritoneo durante lo sviluppo intrauterino, grazie al quale il fluido può entrare nella membrana testicolare dalla cavità addominale e accumularsi lì. Di solito, questo buco viene chiuso nel primo anno di vita di un bambino, quindi durante questo periodo il problema richiede solo una supervisione medica..

Acquisite idropisia del testicolo

Questa patologia si verifica nel 5% degli uomini e può svilupparsi su uno sfondo di vari motivi, principalmente con processi infiammatori nel testicolo, il suo epididimo e l'accumulo di liquido infiammatorio in questa zona. Inoltre, l'idropisia può verificarsi dopo chemioterapia o radioterapia, interventi chirurgici nell'area inguinale (ad esempio, rimozione di un'ernia inguinale) e alterazione della circolazione linfatica. Quindi, in caso di violazione della pervietà dei vasi linfatici, la linfa si accumulerà tra le membrane del testicolo a causa dell'impossibilità della sua rimozione dai tessuti dello scroto. L'ostruzione vascolare, a sua volta, può essere dovuta a vari motivi: dagli interventi chirurgici ai tumori e alle lesioni. I problemi con la circolazione linfatica possono anche sorgere a causa della patologia dei dotti linfatici, che può essere una conseguenza della filariasi causata da vermi parassiti filaria.

Il meccanismo di sviluppo della malattia

Il meccanismo di sviluppo di un idrocele differisce a seconda della forma della malattia..

Idropisia congenita del testicolo.

Il testicolo si forma nella cavità addominale durante il periodo prenatale. Dopo la formazione completa, il testicolo migra nella cavità scrotale sotto l'influenza degli ormoni sessuali maschili. Il processo vaginale del peritoneo, che avvolge il testicolo, è invaso dal momento della nascita, dopo che l'organo scende nello scroto. Ma se il processo di annullamento del processo è disturbato, a seconda del difetto, si sviluppa un'ernia inguinale o un idrocele. Questa situazione contribuisce alla penetrazione del fluido sieroso dalla cavità addominale nella membrana testicolare. L'infezione del processus vaginalis può essere parziale e l'obliterazione si sviluppa a diversi livelli. Ciò porta a varie malattie come l'idropisia isolata del testicolo (cisti testicolare), idropisia isolata del cordone spermatico (cisti del cordone spermatico), idropisia isolata del testicolo e del cordone spermatico (cisti del cordone spermatico e del testicolo).

Per la libera circolazione del testicolo nello scroto, la sua membrana vaginale produce un fluido che funge da lubrificante. Quando i processi fisiologici sono disturbati, si sviluppa uno squilibrio tra produzione e assorbimento. Questo meccanismo contribuisce allo sviluppo dell'idropisia nei neonati, che è caratterizzata da un leggero accumulo di liquidi e scompare dal primo anno di vita. In un tale gruppo di bambini, c'è un'imperfezione dei processi di assorbimento, dovuta al sottosviluppo del sistema linfatico. Man mano che il bambino cresce, il processo vaginale viene cancellato e si verifica la formazione finale del sistema linfatico..

L'idropisia acquisita del testicolo si forma dopo malattie acute o croniche del testicolo, traumi, neoplasie e può anche essere il risultato di interventi chirurgici sull'organo. Le condizioni di cui sopra portano ad ispessimento delle membrane e compromissione della circolazione linfoide e della circolazione sanguigna..

Sintomi di idropisia testicolare

A seconda del decorso acuto o cronico della malattia, le sue manifestazioni differiranno, tuttavia, la manifestazione principale di un idrocele sia negli uomini che nei ragazzi è un aumento delle dimensioni del testicolo e dello scroto, a causa dell'accumulo patologico del fluido in esso.

Con idropisia congenita, i bambini sono caratterizzati da una diminuzione del volume dello scroto dopo il sonno e dal suo aumento diurno senza dolore.

Foto di testicoli idropisia

Sintomi acuti dell'idrocele

I principali sintomi di idropisia acuta del testicolo sono:

- un forte aumento del volume dello scroto rispetto alle dimensioni normali;

- forte dolore allo scroto;

- significativo aumento della temperatura, sia locale che generale.

- tensione della pelle e levigatura delle pieghe sullo scroto,

- incapacità di sentire il testicolo.

Sintomi cronici di idrocele

- un graduale aumento delle dimensioni dello scroto;

- tirando e dolore dolorante;

- aumento della temperatura corporea;

- disagio quando si cammina.

Il volume del fluido nello scroto con idrocele può variare da trascurabile a grande, fino a diversi litri. In questi casi, potrebbero esserci problemi nell'area intima (disfunzione erettile), difficoltà a urinare e persino difficoltà di movimento..

La forma dello scroto, a seconda della posizione dell'accumulo di fluido, può essere rotonda, a forma di pera o a forma di clessidra, nel caso in cui il fluido si accumuli nel canale inguinale.

Alla palpazione, lo scroto è liscio al tatto, ha una consistenza densa, mentre il testicolo può essere sentito con difficoltà o per niente.

Il sintomo che definisce l'idropisia del testicolo, come abbiamo già capito, è un ingrandimento indolore / doloroso dello scroto in termini di dimensioni. La presenza di dolore in questa situazione dimostra solo la necessità di cure mediche urgenti..

Se lo sviluppo di idropisia del testicolo non è causato da traumi o infezioni, di norma la prognosi per il suo trattamento è favorevole e il rischio di complicanze è minimo. Il decorso cronico a lungo termine della malattia può portare a atrofia testicolare.

complicazioni

L'idropisia dei testicoli può provocare la comparsa di tutti i tipi di complicazioni negli uomini. L'idrocele lato destro e lato sinistro, se non trattato, può comportare complicazioni come:

  • Ernia inguinale. In presenza della malattia, il canale si espande, che collega il peritoneo con la membrana vaginale. Di conseguenza, una parte dell'intestino può entrare in questo canale. Un altro problema è che con un idrocele, parte della vescica può anche cadere nell'area interessata..

L'ernia stessa è pericolosa in quanto può essere violata. Un uomo può sospettare di avere un'ernia inguinale a causa di dolore acuto che si irradierà all'inguine.

  • Cambiamento di testicoli in termini di dimensioni. Durante il decorso della malattia, il liquido si accumula spesso nello scroto, a causa di ciò, le loro dimensioni aumentano;
  • Difficoltà a camminare. Con un aumento delle dimensioni dei testicoli, diventa scomodo per un uomo camminare. La pelle delle pieghe inizia a sfregare e compaiono calli. A causa del fatto che il tratto urinario è pizzicato, iniziano i problemi con la minzione. Poiché la permeabilità del cordone spermatico è compromessa, anche le difficoltà iniziano ad apparire con i rapporti;
  • Rottura di idropisia del testicolo. Piuttosto una pericolosa complicazione. Un uomo può notare una tale conseguenza di una diminuzione delle dimensioni dei genitali..

Diagnosi di idropisia del testicolo

La diagnosi di idrocele si basa su misure diagnostiche e su un'indagine condotta da un uomo sulle cause dell'idropisia dei testicoli.

La diagnosi di un idrocele inizia con l'esame e il sondaggio dello scroto in due posizioni: sdraiato e in piedi. È anche importante che, secondo il paziente, il medico abbia ricevuto informazioni su quando, come e dopo che la malattia ha iniziato a svilupparsi..

Per una diagnosi più accurata, il medico può ricorrere alla scansione dello scroto con una lampada speciale (diafanoscopia). Sulla base dei risultati di questo esame, è possibile stabilire la natura dei contenuti nello scroto: sangue, pus o liquido infiammatorio.

Il metodo di ricerca più informativo oggi è una ecografia per l'idrocele, che consente di valutare le condizioni del testicolo stesso e determinare l'esatto volume di liquido nel suo guscio. Se si sospetta un processo infettivo, potrebbe essere necessario donare sangue e urina per una diagnosi e un trattamento accurati. In casi avanzati, è possibile utilizzare altri metodi di ricerca..

Metodi di trattamento della patologia

Il trattamento per l'idropisia del testicolo deve essere effettuato in ospedale. Altri modi per sbarazzarsi della patologia non sono solo inutili, ma anche pericolosi. Chiedi al tuo medico come trattare l'idropisia del testicolo negli uomini.

Prima di prescrivere un trattamento per un problema maschile, il paziente dovrà sottoporsi a una serie di misure diagnostiche.

Questi includono:

  • indagine generale sul paziente;
  • palpazione dello scroto;
  • diaphanoscopy;
  • procedura ad ultrasuoni.

Sulla base dei dati ottenuti, il medico determina dove è sorto l'idrocele: a destra, a sinistra o c'era una lesione bilaterale. Sono anche valutati la gravità della patologia e la presenza di complicanze. Durante le misure diagnostiche, il medico deve escludere o confermare la presenza di una sporgenza erniale.

Solo dopo uno studio completo sull'anamnesi, il medico curante prescrive il trattamento appropriato.

Il trattamento dell'idropisia dei testicoli negli uomini viene effettuato in diversi modi chirurgici. Il tipo di intervento chirurgico viene selezionato tenendo conto della gravità della patologia. Tutte le manipolazioni vengono eseguite in anestesia locale, il che semplifica notevolmente il periodo di riabilitazione.

Per non ferire accidentalmente i genitali di un uomo, prima di iniziare l'intervento chirurgico, viene applicata una speciale fasciatura al pene e legata allo stomaco.

Durante l'operazione, il lato gonfio dello scroto viene tagliato a strati e il testicolo, insieme alla membrana, viene rilasciato verso l'esterno. Il contenuto viene pompato dal sacco sieroso e quindi viene tagliato. Il chirurgo esamina il testicolo stesso e il suo epididimo, quindi, per così dire, capovolge la membrana e la cuce.

Successivamente, il chirurgo sutura tutti i tessuti strato per strato e mette il drenaggio necessario per il deflusso del fluido che si forma nella ferita postoperatoria. Tutte le cuciture sono realizzate con fili che non devono essere rimossi. Si dissolvono da soli. Uno speciale bendaggio appeso viene applicato allo scroto.

Se al paziente viene diagnosticato un idrocele bilaterale, la patologia viene eliminata in due passaggi.


Cioè, all'inizio, viene operato un lato e dopo 3-4 settimane viene azionato l'altro. Solo se il processo patologico bilaterale è accompagnato da complicanze, ad esempio contenuti purulenti, il paziente può essere operato su due testicoli contemporaneamente.

Nella maggior parte dei casi di idrocele, il trattamento non richiede il ricovero in ospedale del paziente. Se non ci sono complicazioni, l'uomo può tornare a casa entro 3-4 ore dopo la procedura..

Se per qualche motivo è impossibile eseguire l'operazione, l'idropisia in un uomo viene trattata con una puntura. Con l'aiuto di un ago speciale, viene praticata una puntura nel punto in cui si è accumulato il liquido. Successivamente, l'essudato viene pompato. Ma una tale misura non elimina la patologia, ma porta solo un sollievo temporaneo. In queste circostanze, può essere consigliato al paziente di sottoporsi a sclerosi.

L'essenza del metodo è che dopo aver pompato il liquido dalla sacca e il suo trattamento antisettico interno, l'uomo dovrebbe introdurre una sostanza sclerosante nella cavità della sacca. Porta all'adesione delle pareti del guscio e il liquido non si accumula più. Se, nella diagnosi di idropisia, il trattamento è stato effettuato con una puntura, in futuro esiste una minaccia di formazione di cisti sul testicolo o sull'ernia.

Recupero postoperatorio

Dopo l'operazione, al paziente viene prescritto un ciclo di antibiotici, medicazioni regolari e riposo a letto. All'inizio, il medico può prescrivere antidolorifici e riposo a letto. È consentito camminare, ma solo quando assolutamente necessario, in modo da non creare inutili pressioni sull'area operata. È necessario escludere qualsiasi attività fisica.

Si raccomanda di affidare il trattamento della ferita postoperatoria e cambiare la medicazione a uno specialista. Il corso completo di riabilitazione, a condizione che non vi siano ulteriori patologie e complicazioni, sarà di circa 5-7 settimane. Per questo periodo di tempo, si raccomanda di rifiutare i rapporti sessuali..

Se l'idropisia dei testicoli in un uomo è stata diagnosticata in modo tempestivo e il trattamento mediante intervento chirurgico si è verificato senza complicazioni, la ricomparsa di un idrocele è estremamente rara.

Come viene trattato l'idropisia testicolare?

Nel caso di una forma congenita della malattia, il bambino viene solitamente lasciato sotto controllo medico fino a quando non raggiunge un anno. Se a questa età il problema non scompare da solo o si osserva un aumento dell'idropisia nella dinamica, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Negli uomini adulti, l'idropisia del testicolo viene trattata chirurgicamente, ad eccezione di una forma acuta della malattia su uno sfondo di infiammazione testicolare, il cui trattamento consiste nell'eliminare il processo infiammatorio, alleviare il dolore e indossare bende.

Puntura di un idrocele

È possibile trattare l'idropisia del testicolo in un uomo senza chirurgia nei casi in cui non è possibile eseguire un intervento chirurgico. Per questo, la cavità con fluido accumulato viene perforata e rimossa. Tuttavia, l'uso di questo metodo comporta il rischio di sviluppare successivamente varie complicazioni..

Ragioni di sviluppo

Le cause dello sviluppo variano a seconda del tipo di malattia. Congenito, o il suo tipo primario appare sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • disturbi della crescita intrauterina;
  • la minaccia di interruzione della gravidanza;
  • feto abortito;
  • trauma alla nascita;
  • alta pressione intra-addominale;
  • histopadia.

Cause di idropisia secondaria del testicolo negli uomini:

  • torsione testicolare;
  • malattie infiammatorie degli organi genitali;
  • infezioni genitali;
  • trauma genitale, inclusi danni da sport - ciclismo, lotta, sollevamento pesi;
  • gli interventi chirurgici trasferiti;
  • decorso grave di malattie virali e infettive - tonsillite, influenza;
  • tumori degli organi genitali;
  • insufficienza cardiaca;
  • disfunzione epatica.

Diverse ragioni possono simultaneamente contribuire allo sviluppo della patologia - mentre la possibilità di una rapida progressione dell'idrocele aumenta in modo significativo.

Chirurgia per rimuovere un idrocele

Esistono diversi trattamenti chirurgici per l'idrocele:

, consistente nell'incisione delle membrane testicolari nella membrana vaginale, nella puntura della membrana vaginale e nel pompaggio di liquido patologico. Quindi il guscio viene sezionato, il testicolo viene esaminato, dopo di che i gusci vengono capovolti e cuciti.

- Operazione Bergman

- un metodo efficace per l'idropisia grande. L'essenza del metodo è rimuovere il liquido in eccesso dopo aver aperto la membrana testicolare e aver rimosso parte di esso, quindi cucendo i tessuti rimanenti.

Trattamento

Il trattamento per l'idropisia del testicolo deve essere chirurgico. Ma nei bambini di età inferiore ai 2 anni, si raccomandano tattiche in attesa, poiché esiste la possibilità di cancellare spontaneamente il processo vaginale del peritoneo. Se la malattia si basa su cambiamenti infiammatori nel testicolo e nell'epididimo, sono indicati la terapia antibiotica e l'uso di speciali bendaggi di supporto. La puntura dello scroto può essere utilizzata per rimuovere il fluido, ma questa procedura invasiva è inefficace, poiché la causa della malattia non viene eliminata. Inoltre, questo metodo di trattamento ha un alto rischio di complicanze. Con una puntura, un tentativo fallito può portare a un ematocele - un accumulo di sangue nelle membrane del testicolo o in un piocele quando si verifica un'infezione.

Il trattamento più efficace e radicale per l'idropisia testicolare è il trattamento chirurgico.

L'operazione viene eseguita su bambini di età superiore ai 2 anni, ma ad eccezione dell'idropisia isolata del testicolo, perché in questa situazione il liquido non fuoriesce e la distruzione del processo vaginale del peritoneo non si sviluppa.

Nella medicina moderna, ci sono diversi tipi di trattamento chirurgico:

  • L'operazione di Winkelmann consiste nel rimuovere il fluido sieroso, dissezionare le membrane testicolari e cucire il retro (come se "dentro e fuori"). In questo caso, non si verifica più accumulo di liquido nella cavità scrotale;
  • L'operazione di Bergman viene più spesso eseguita negli adulti quando si accumula una grande quantità di liquido. Dopo l'eliminazione dell'essudato dalla cavità scrotale, la membrana vaginale viene sezionata, la maggior parte viene rimossa e i resti vengono suturati. Viene applicato il bendaggio di drenaggio e supporto;
  • L'operazione di Lord viene eseguita con un piccolo idropisia del testicolo ed è considerata la più delicata. La rimozione del liquido viene eseguita attraverso una piccola incisione e la membrana vaginale viene stretta solo attorno al perimetro del testicolo.

Nel periodo postoperatorio, viene prescritta una terapia antibiotica, indossando bende. Nella maggior parte dei casi, il periodo postoperatorio è privo di eventi..

Complicanze da idrocele testicolare

Ignorare il trattamento con idrocele può portare alle seguenti conseguenze:

- atrofia testicolare con il successivo sviluppo di infertilità;

- violazione di potenza, eiaculazione;

Il trattamento tempestivo dell'idropisia del testicolo nella maggior parte dei casi porta alla completa scomparsa dei sintomi e a un risultato favorevole. Tuttavia, un accumulo significativo e prolungato di liquido nelle membrane del testicolo con una compressione costante nei giovani può portare a una diminuzione del testicolo e alterata spermatogenesi..

Che cos'è un idrocele

Un idrocele è una raccolta di liquido tra le membrane del testicolo. In questo caso, si verifica un aumento dello scroto. Molto spesso si accumula fluido sieroso, sebbene la sua natura possa variare. Ad esempio, all'impatto, a volte sono presenti coaguli di sangue, che si formano quando una nave si rompe. In questo caso, lo scroto non solo si gonfia, ma spesso si verifica l'ematoma.

L'idropisia del testicolo si sviluppa spesso nei bambini di età inferiore a 1 anno. Un tale processo patologico di trattamento non prevede e passa in modo indipendente. Una malattia che si manifesta in età adulta richiede una terapia obbligatoria. Negli uomini tra 20 e 40 anni, l'idrocele è grave e tende a progredire se il trattamento è ritardato.

In alcuni casi, un idrocele può essere asintomatico. Allo stesso tempo, la sua presenza può essere sospettata solo da un cambiamento nella forma dello scroto.

Video sulla malattia

Quali complicazioni possono verificarsi dopo la rimozione dell'idropisia dei testicoli?

La probabilità di complicanze postoperatorie è estremamente bassa e pari all'1-2%. Questi includono:

  • gonfiore dello scroto;
  • cambiamento nella forma dello scroto;
  • infertilità (in caso di danno alle corde spermatiche).

Come dimostra la pratica, dopo l'intervento chirurgico, l'idropisia dei testicoli non si sviluppa più. Sfortunatamente, al momento non esistono metodi di trattamento conservativi efficaci. Se identifichi il minimo sospetto dello sviluppo di idrocele in un neonato, devi contattare lo specialista presente.

Tipi di patologia e loro caratteristiche

L'idropisia del testicolo può essere unilaterale e bilaterale, localizzata a destra o a sinistra. Per natura del processo patologico, ci sono:

  • forma acuta - procede brillantemente, sorge a causa del trauma ai genitali e di alcuni altri fattori provocatori, è più comune negli uomini adulti;
  • forma cronica - di solito lenta e potrebbe non apparire affatto, ma essere presente per molto tempo.

Ulteriori tipi di malattia:

  1. Idrocele incapsulato. Ha un'origine infettiva. I batteri entrano nella membrana testicolare ascendente.
  2. Congenito e acquisito. Il primo tipo di malattia viene rilevato immediatamente dopo la nascita di un bambino e di solito scompare nel primo anno di vita. La forma acquisita si verifica negli uomini in età riproduttiva sotto l'influenza di vari motivi.

Inoltre, viene spesso distinto un tipo di malattia non specificato, che ha un carattere misto.

Cause e fattori provocatori

Le ragioni e i fattori per lo sviluppo di questa malattia dipendono dalla sua forma. La patologia congenita si verifica a causa della fusione incompleta del foro attraverso il quale il testicolo si è spostato dalla parete addominale allo scroto durante lo sviluppo intrauterino del feto. In questo caso, l'idropisia nei neonati può verificarsi senza la presenza di sintomi vividi. In questo caso, una piccola quantità di liquido dal peritoneo entra nello scroto. Un processo simile si interrompe dopo l'auto-giunzione del foro..

La forma acquisita della malattia negli adolescenti e negli uomini più anziani è una conseguenza di fattori provocatori, i principali dei quali sono:

  • flusso linfatico disturbato;
  • chirurgia nello scroto;
  • infiammazione dell'epididimo;
  • gonorrea;
  • tubercolosi.

I danni ai linfonodi possono provocare un idrocele in età avanzata. L'insufficienza cardiaca, che è accompagnata da congestione, porta anche ad un accumulo anormale di liquido nell'area testicolare. Un ulteriore fattore è la chemioterapia e la radioterapia..

L'idrocele può essere attivato da un allenamento della forza eccessivo, che porta allo strappo dei tessuti.

Caratteristiche di preparazione e corso dell'operazione

L'operazione non è tecnicamente difficile. Viene eseguito in anestesia generale (sebbene l'intervento in anestesia locale sia più facile da controllare per il medico), mentre è possibile la somministrazione aggiuntiva di farmaci anestetici nella vena. Durante l'operazione, la respirazione e il battito cardiaco sono monitorati. Dura circa quaranta minuti e può essere eseguito in regime ambulatoriale. Immediatamente dopo l'operazione, un impacco di ghiaccio viene posizionato sulla zona della ferita per due ore, dopo di che il medico deve applicare una benda appesa, un supporto.

Tra poche ore, il bambino sarà in grado di tornare a casa con sua madre. La sera il bambino può bere, e un po 'più tardi e mangiare. Grazie all'anestesia generale, il bambino non avrà stress psico-emotivo alla vista di strumenti, estranei in camice bianco e strani odori. Inoltre, non ci saranno ricordi spiacevoli della procedura..

I sintomi transitori di dolore e disagio sono trattati al meglio con i farmaci antinfiammatori non steroidei convenzionali come il paracetamolo o l'ibuprofene. Dopo ogni cambio di pannolino, si consiglia di trattare la cucitura con un antisettico (clorexidina, betadina, ecc.).

Dopo l'operazione, non è possibile:

  • toccare la ferita per non causare sanguinamento o infezione;
  • impegnarsi in giochi attivi, il bambino ha solo bisogno di pace;
  • bagnare la ferita prima di rimuovere i punti; ma il bambino può lavarsi delicatamente.

Diagnosi della malattia

Se si sospetta un idrocele, vengono utilizzati i seguenti tipi di diagnostica:

  1. Esame del paziente e palpazione. Questi metodi consentono di identificare un quadro clinico caratteristico di idropisia. In questo caso, il medico non solo intervista il paziente, ma palpa anche il suo scroto per determinare la gravità della malattia.
  2. Ultrasuoni. La diagnostica a ultrasuoni è considerata un importante metodo differenziale per distinguere l'idrocele da altre patologie come lo spermatocele. Questo metodo è privo di svantaggi e con l'aiuto di attrezzature speciali aiuta a fare una diagnosi nel più breve tempo possibile. L'ecografia fornisce un quadro dettagliato della struttura dei testicoli.
  3. Foratura. Questo metodo aiuta a determinare la natura del fluido accumulato tra le membrane testicolari. In questo caso, lo scroto viene perforato con un ago sottile. Il liquido viene aspirato nella siringa e inviato per uno studio di laboratorio.

Ulteriori metodi di ricerca sono esami del sangue e delle urine, che consentono di giudicare le condizioni generali del corpo e la gravità del processo infiammatorio.

Diagnosi differenziale

È importante differenziare l'idropisia del testicolo dallo spermatocele (formazione cistica) e dai tumori maligni che possono dare sintomi simili. In questo caso, vengono utilizzati numerosi studi, i principali dei quali sono ultrasuoni e risonanza magnetica. Il secondo metodo è più informativo e consente di valutare il grado di danno allo scroto. La risonanza magnetica fornisce immagini che forniscono un'immagine dettagliata di ciascuna membrana testicolare.

Diagnostica

Lo stadio preliminare della malattia viene rilevato durante l'esame, la palpazione dello scroto e l'esecuzione di test, il cui scopo è identificare la condizione delle vene. Le navi possono essere gonfie ma invisibili o dilatate e sporgenti. In molti uomini, la patologia venosa è visibile visivamente quando il paziente affatica la stampa addominale. I test delle urine rivelano la funzionalità renale in caso di idropisia dei testicoli.

Il medico chiarisce i dati ottenuti conducendo un'ecografia, che aiuta a stabilire se il paziente ha ipertensione venosa. La scansione ad ultrasuoni insieme all'ecografia Doppler consente di scoprire lo stato della circolazione sanguigna nei testicoli e nei reni. Gli uomini sani non hanno reflusso venoso (invertire il flusso sanguigno quando le valvole sono danneggiate). Analizzando il seme, si può giudicare la vitalità dello sperma. L'idropisia è determinata solo da un medico, sono esclusi gli appuntamenti indipendenti.

Trattamento di idropisia del testicolo

Il principale metodo di trattamento dell'idrocele è l'intervento chirurgico, in cui viene aperta una cavità piena di fluido e il suo contenuto viene espulso. Quindi la ferita viene suturata. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Se la malattia è causata dall'infiammazione dell'epididimo, la terapia include l'uso di antidolorifici e FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).

Un ulteriore metodo di trattamento sta indossando una speciale fasciatura che supporta i testicoli e allevia il dolore acuto.

In rari casi, una puntura viene utilizzata a scopi terapeutici, con l'aiuto del quale viene pompata una piccola quantità di liquido. Tuttavia, tale misura è temporanea e porta sollievo solo per un breve periodo..


Dopo l'intervento chirurgico per un idrocele, rimane una piccola sutura

Funzionalità nei bambini di età diverse

La patologia non viene trattata nel feto e nei neonati. L'operazione è indicata a partire dai 2 anni. Se i sintomi non sono pronunciati, l'intervento chirurgico viene rinviato a una data successiva. L'età ottimale per l'operazione è di 5-6 anni. La terapia farmacologica nel trattamento dei bambini non porta risultati, quindi viene utilizzata raramente e solo per sbarazzarsi dei sintomi.

È possibile curare la patologia

Il trattamento dell'idropisia dipende direttamente dal tipo di patologia, dalla causa della sua insorgenza e dall'età del paziente. Quindi, se la patologia non causa dolore, irritabilità e altri sintomi in un bambino, fino a un anno o anche due, sono preferite le tattiche di attesa. I medici effettuano un esame sistematico del bambino.

L'idropisia reattiva (secondaria) può essere superata solo dopo che la malattia di base è stata curata. L'acqua dalle membrane dei testicoli viene rimossa mediante puntura. I medici notano che è praticamente impossibile sbarazzarsi della patologia a seguito di una di queste procedure. Il liquido viene nuovamente raccolto, viene rimosso più volte.

L'idrocele traumatico è trattato con farmaci anti-infiammatori non steroidei, in particolare Dolaren, Movalis, Nurofen, Fanigan, Paracetamol, Diclofenac, Ibuprofen. Se il trattamento farmacologico non aiuta e il trauma stesso ha portato a cambiamenti strutturali, al paziente viene offerto un intervento chirurgico, ma non prima di 3-6 mesi dopo l'infortunio.

L'idropisia di origine infettiva deve essere trattata con terapia antibatterica o antivirale. Spesso ai bambini viene offerto l'uso di droghe come Flemoxin, Abaktal, Augmentin, Tsiprinol. Il trattamento chirurgico della patologia congenita è raccomandato per i bambini di età pari o superiore a 2 anni. Esistono diverse opzioni per l'operazione:

  1. Operazione di Winckelmann. Viene praticata un'incisione nello scroto attraverso la quale il guscio viene rivolto verso l'esterno e i tessuti vengono suturati. Pertanto, tutto il liquido prodotto dal guscio verrà assorbito dai tessuti più vicini..
  2. Operazione di Bergman. Il trattamento chirurgico di questo tipo viene eseguito solo con una forma acuta complessa di patologia. Si ipotizza la completa escissione del processus vaginalis.
  3. Operazione Signore. È l'opzione più semplice, è caratterizzata da traumi insignificanti e minimi cambiamenti strutturali. In questo caso, il guscio è ondulato e cucito.
  4. Operazione Ross. Viene eseguito per legare l'appendice.

Prognosi e complicanze

La conseguenza più pericolosa di un idrocele è l'atrofia testicolare con l'ulteriore sviluppo dell'infertilità. Una malattia attuale a lungo termine porta spesso a un deterioramento della circolazione sanguigna nello scroto, che provoca una diminuzione della potenza, seguita da una violazione dell'eiaculazione. La prognosi per l'idrocele è favorevole se il trattamento viene avviato immediatamente dopo il rilevamento di un processo patologico.

Il rinvio a tempo indeterminato dell'operazione può provocare una violazione della maturazione degli spermatozoi.

Se il volume del fluido in caso di idropisia supera i 100 ml, il servizio militare è impossibile. È previsto un ritardo per il funzionamento dell'idrocele per sei mesi..

Prevenzione

Per evitare lo sviluppo della malattia, è necessario:

  1. Evitare di sollevare oggetti pesanti.
  2. Cerca di non ferire la zona inguinale.
  3. Trattare tempestivamente i processi infiammatori del sistema genito-urinario.
  4. Evita le malattie a trasmissione sessuale. Utilizzare metodi contraccettivi di barriera.

Mantenere uno stile di vita sano e regolari visite all'urologo per un esame preventivo annullerà il rischio di una forma acquisita di idropisia del testicolo.

L'idrocele è pericoloso nelle sue conseguenze e richiede un trattamento tempestivo. Anche in assenza di sintomi, non dovresti ignorare la malattia. Il rispetto delle misure preventive aiuterà a prevenire la comparsa di una patologia pericolosa e preserverà la salute degli uomini per molti anni.

Previsioni e misure preventive

Di norma, nell'80% dei bambini, la malattia può essere superata senza intervento chirurgico. Il restante 20% ha anche la possibilità di un recupero completo e riuscito dalla patologia. Ma questo è possibile solo se l'operazione viene eseguita tecnicamente correttamente e in tempo. Una malattia trascurata può causare gravi complicazioni. Poiché i testicoli sono molto sensibili alla temperatura, il minimo surriscaldamento o ipotermia può causare infertilità..

Un idrocele teso porta all'interruzione del normale flusso sanguigno nei testicoli. Di conseguenza, può verificarsi atrofia di questi organi. Questa situazione comporta un'intera serie di cambiamenti ancora più gravi nel corpo del ragazzo. In questo caso, l'uso quotidiano di farmaci ormonali è attribuito alla fine della vita di una persona. Secondo gli esperti, è possibile prevenire la malattia. Per questo, prima di tutto, la donna stessa deve prendere sul serio la gravidanza. Segui tutte le raccomandazioni dei medici e non perdere gli ultrasuoni programmati, il che è molto importante.

Dopo la nascita del bambino, i genitori dovrebbero dare un'occhiata più da vicino al suo corpo. Al minimo sospetto di idropisia o rapidi cambiamenti delle dimensioni dello scroto, è obbligatoria una visita dal medico. Non trascurare l'esame completo annuale del bambino. Un ragazzo fin dalla tenera età dovrebbe essere abituato alle procedure igieniche dei genitali. I metodi preventivi dovrebbero essere chiamati:

  • trattamento tempestivo dei processi infiammatori,
  • prevenzione delle lesioni degli organi riproduttivi, dei sistemi urinari.