Vene varicose all'inguine durante la gravidanza: cause e metodi di trattamento per le malattie delle labbra

Le vene varicose sono una malattia che si verifica più comunemente nelle estremità inferiori, dove è caratterizzata da vene spesse e gonfie sotto la pelle e gonfiore alle gambe. Ma questa malattia a volte colpisce altre parti del corpo..

Uno di questi problemi comuni sono le vene varicose delle labbra, di cui le donne soffrono durante la gravidanza..

Cosa fare se durante la gravidanza ci sono vene varicose all'inguine, nella parte esterna della vagina, sulle labbra? Quali trattamenti possono aiutarti ad affrontare in modo sicuro il problema? E, soprattutto, è possibile dare alla luce allo stesso tempo?

Descrizione della malattia

Questa malattia di solito si verifica nel terzo trimestre di gravidanza, ma può manifestarsi molto prima - le donne spesso si rivolgono a lamentele su questo problema già all'inizio del secondo trimestre. Nella maggior parte dei casi, le vene varicose delle labbra si formano sullo sfondo delle vene varicose degli arti inferiori.

Non è possibile notare immediatamente questa patologia. Nelle prime fasi dello sviluppo, un piccolo nodulo morbido si forma sulle labbra, il che non causa alcun inconveniente. Nel tempo, inizia a crescere, causando dolore e altri disagi..

Questa malattia spesso scompare dopo la nascita del bambino. Ma questo non significa che puoi lasciarlo incustodito, specialmente se le vene varicose continuano ad aumentare di dimensioni. Se viene rilevata una malattia, è indispensabile consultare un medico, poiché in casi avanzati, le vene varicose delle labbra durante la gravidanza possono portare a vene varicose della piccola pelvi e gravi complicazioni che minacciano la salute della madre e del nascituro.

Cause e fattori di rischio

Questa malattia è caratteristica delle donne "in posizione", poiché durante questo periodo il corpo è esposto a forti stress. Il peso corporeo sta crescendo e si verificano anche cambiamenti nel sistema ormonale. Il livello di ormoni progesterone ed estrogeni aumenta bruscamente, il che influisce negativamente sulla struttura delle vene. Si indeboliscono e diventano più elastici..

Altre cause comuni di questa malattia sono:

  • Il feto cresce, di conseguenza, l'utero aumenta di dimensioni e comprime la parte inferiore della vena cava, così come le vene iliache. Ciò porta a disturbi circolatori negli organi pelvici..
  • Aumento del volume del sangue Affinché il feto riceva abbastanza ossigeno e sostanze nutritive, il corpo inizia a produrre più sangue. Trabocca le vene che, a causa dell'aumentata pressione, si allungano e il loro tono diminuisce.
  • Malattie croniche degli organi genitali caratterizzate da processi infiammatori.
  • Mancanza di attività fisica, inattività. Se una donna è in piedi o seduta per molto tempo, si verifica un ristagno negli organi pelvici, la circolazione sanguigna si deteriora, il che contribuisce alla formazione di patologie. La comparsa di vene varicose inguinali durante la gravidanza può anche essere associata a un intenso sforzo fisico, ad esempio durante il sollevamento pesi.
  • Disturbi fisiologici nella struttura delle valvole venose, anomalie congenite delle pareti venose, nonché una predisposizione genetica alle vene varicose.
  • Obesità. Mentre trasporta un bambino, una donna aumenta rapidamente di peso e questo influisce negativamente sulla condizione degli arti inferiori, poiché il carico su di essi aumenta. Ciò contribuisce allo sviluppo delle vene varicose delle gambe, che spesso porta alle vene varicose delle labbra.
  • Stipsi. Questo problema è inerente a quasi tutte le donne durante la gravidanza. L'attività dell'intestino viene interrotta, la tensione in essa aumenta, a seguito della quale vi è una maggiore pressione sui vasi della piccola pelvi, che provoca vene varicose.

Come dare alla luce

Questa malattia di per sé non è una controindicazione al parto naturale. Solo se la patologia si sviluppa rapidamente e l'espansione delle vene ha raggiunto proporzioni allarmanti, può essere indicato un taglio cesareo.

In ogni caso, prima di dare alla luce, è necessario sottoporsi agli esami necessari, che determineranno la possibilità del parto naturale. Con il rilevamento tempestivo della malattia, puoi avere il tempo di curarla prima dell'inizio del parto.

Dopo la nascita di un bambino, le vene varicose spesso scompaiono da sole, ma se la malattia era grave e trascurata, può continuare nel periodo postpartum. Le donne sono a maggior rischio di recidiva delle vene varicose in un luogo intimo durante la prossima gravidanza. Ecco perché è così importante consultare un medico, seguire tutte le sue istruzioni e seguire le misure preventive.

Pericoli e complicanze

Le vene varicose del perineo sono una condizione pericolosa durante la gravidanza che può portare alla rottura delle vene alterate durante il parto e sanguinamento abbondante. Un'altra complicazione di questa malattia è la varicotromboflebite acuta, che è caratterizzata da processi infiammatori nelle pareti dei vasi sanguigni con la formazione di un trombo in essi..

Sintomi

Prima che compaiano segni esterni della malattia, una donna incinta inizia a sentire i seguenti spiacevoli cambiamenti:

  • sensazioni dolorose nel perineo;
  • prurito e bruciore costanti;
  • le labbra sembrano gonfie.

Il disagio si manifesta soprattutto la sera, soprattutto se la donna ha trascorso molte ore nella stessa posizione durante il giorno o se ha avuto un intenso sforzo fisico.

A poco a poco, i noduli inizieranno ad apparire nell'area delle labbra. Sembrano piccoli dossi, morbidi al tatto. Nel tempo, questi noduli si espandono sotto l'influenza delle vene gonfie, i sintomi diventano più pronunciati e l'estetica dei genitali si deteriora..

Sensazioni spiacevoli nell'area intima causano molti inconvenienti: diventa difficile per una donna muoversi, prova dolore mentre cammina, una seduta prolungata e anche di notte mentre dorme. Le madri più in attesa sono costrette ad abbandonare completamente i contatti sessuali. E il problema qui non è solo che sono imbarazzati nel dimostrare i genitali modificati, ma temono anche per possibili danni alle vene gonfie durante il rapporto sessuale..

Diagnostica

È possibile rilevare la malattia da soli sondando le labbra, ma si consiglia comunque di consultare un medico per chiarire la diagnosi.

Ai primi segni di vene varicose genitali durante la gravidanza, dovresti visitare un flebologo che effettuerà un esame e fornirà le raccomandazioni necessarie per prevenire lo sviluppo della malattia. Per fare una diagnosi accurata, il medico può ordinare una scansione duplex o un'ecografia. Solo dopo tutte queste procedure viene determinato il corso di un trattamento adeguato.

Metodi di trattamento

Sebbene questa malattia nella maggior parte dei casi scompaia da sola dopo la nascita di un bambino, alcuni metodi di trattamento possono prevenire una serie di complicazioni durante il parto e alleviare le condizioni del paziente.

Farmaco

Il trattamento più comune per le vene varicose all'inguine durante la gravidanza è la scleroterapia. Questa procedura consiste nell'introduzione di un farmaco speciale nella vena interessata, a seguito della quale le sue condizioni sono normalizzate. Le iniezioni vengono eseguite in un ospedale, il numero di procedure dipende dalla gravità della malattia.

Inoltre, vengono utilizzati vari farmaci per aumentare il tono delle vene:

  • Troxerutin;
  • Diosmina;
  • Detralex;
  • esperidina;
  • Phlebodia;
  • Lyoton;
  • eparina;
  • Gel, creme e unguenti contenenti estratto di ginkgo biloba.

Biancheria intima a compressione

Indossare indumenti speciali, in particolare calze da spremere, aiuta a ripristinare le normali condizioni della vena gonfia. La biancheria intima a compressione per le vene varicose comprime le aree interessate, esercitando una pressione sulle vene, a seguito delle quali sono in tono costante.

Parallelamente all'indossare biancheria intima compressiva, per alleviare il dolore e mantenere i vasi sanguigni, si raccomanda di eseguire esercizi ginnici speciali. Ad esempio, puoi piegare le ginocchia a turno mentre ti trovi in ​​posizione supina. Oppure mettiti a carponi con la testa appoggiata sul cuscino. In questo caso, la regione pelvica si troverà sopra la testa, il che migliorerà il deflusso di sangue dalle aree interessate e allevia il dolore.

Sollevare le dita dei piedi, piegare le ginocchia mentre giace sul lato sinistro o semplicemente camminare sul posto può essere utile. Una serie specifica di esercizi è prescritta da uno specialista sulla base di indicazioni individuali.

Misure di prevenzione

Prevenire le vene varicose sulle labbra durante la gravidanza non è un compito molto difficile. È sufficiente osservare alcune misure preventive:

  • non camminare con i tacchi alti;
  • ridurre la quantità di cibi salati e eccessivamente piccanti nella dieta, nonché cibi ricchi di vitamina C, che contribuisce alla formazione di edema;
  • evitare uno sforzo fisico intenso, riposare più spesso, ma non trascurare la ginnastica regolare;
  • controllo del peso corporeo;
  • indossare una fasciatura speciale che previene lo stress eccessivo sull'addome in crescita sulle gambe e sugli organi pelvici;
  • osservare le regole dell'igiene intima - eseguire le procedure igieniche al mattino e alla sera, usando gel speciali anziché sapone, cambiare biancheria intima ogni giorno, privilegiando materiali realizzati con tessuti naturali di alta qualità.

Le vene varicose delle labbra nelle donne in gravidanza sono una malattia spiacevole, ma non molto pericolosa. Le misure tempestive adottate aiuteranno ad evitare il suo aspetto e prevenire qualsiasi altro tipo di vene varicose. Se la malattia ha iniziato a manifestarsi, non vale la pena ritardare la visita dal medico. Prima inizia il trattamento, minore è la probabilità della formazione di complicazioni pericolose.

Le vene varicose durante la gravidanza cosa fare in luoghi intimi

Il principale / trattamento delle vene varicose

  • 1 Ragioni per l'aspetto
  • 2 Cause della malattia
  • 3 Sintomi e segni
  • 4 vene varicose durante la gravidanza: trattamento e prevenzione
  • 5 Perché le vene varicose delle labbra si verificano durante la gravidanza
  • 6 forme di vene varicose
  • 7 Diagnostica
  • 8 vene varicose durante la gravidanza: come dare alla luce?
  • 9 Metodi di trattamento 9.1 Trattamento chirurgico
  • 10 Trattamento alternativo

    Le ragioni

    La causa principale dell'insufficienza venosa è la predisposizione ereditaria. Le cause ereditarie di patologia includono anomalie del sistema valvolare, che porta al reflusso - un flusso inverso di sangue e l'espansione del vaso a causa dell'aumento del volume del sangue.

    Se, oltre a una predisposizione alla patologia vascolare, ci sono fattori esterni e interni, si verifica la malattia delle vene. Tali fattori che determinano lo sviluppo delle vene varicose della vagina sono:

    • bassa attività fisica;
    • cambiamenti legati all'età;
    • duro lavoro fisico;
    • in piedi o seduti prolungati;
    • sovrappeso;
    • cambiamenti ormonali caratteristici della gravidanza e della menopausa (menopausa);
    • ipotermia frequente;
    • operazioni sugli organi pelvici, aborto;
    • compressione meccanica delle vene della piccola pelvi e della vagina: tumori, tessuto cicatriziale, depositi di grasso, ernia inguinale;
    • mancanza di vita sessuale regolare;
    • anorgasmia (mancanza di orgasmo);
    • uso frequente di contraccettivi orali;
    • parto complesso e multiplo;
    • malattie del sistema urogenitale;
    • stipsi.

    Un altro motivo per la violazione del deflusso di sangue attraverso le vene della vagina è una violazione della funzione ormonale delle ghiandole surrenali..

    Prevenzione

    La prevenzione delle vene varicose all'inguine durante la gravidanza è organizzata passando alla corretta alimentazione, all'attività fisica quotidiana, a speciali esercizi ginnici, indossando una benda che riduce il carico sugli organi pelvici e la biancheria intima a compressione.

    Dieta

    Una donna dovrebbe monitorare il suo peso durante la gravidanza. Aumento di peso - non più di 300 g in 1 settimana, in modo da non creare ulteriore stress sul sistema vascolare. Il menu giornaliero dovrebbe contenere prodotti:

    • aiutando a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, la loro elasticità;
    • ridurre la viscosità del sangue;
    • escluso il gonfiore.

    Si consiglia un pasto frazionato con una predominanza di piatti nel menu contenenti carote, zucca, prezzemolo, spinaci, mirtilli rossi, banane, mele, oli vegetali, zenzero, timo, pesce, alghe, noci. Durante la gravidanza, è utile includere nella dieta prugne, miele, datteri e albicocche secche. Quando si formula una dieta, è importante prestare attenzione alla quantità di liquido consumato. L'ostetrico-ginecologo raccomanda un regime alimentare e la selezione dei prodotti consentiti, tenendo conto della durata della gravidanza.


    Durante la gravidanza, è utile includere nella dieta prugne, miele, datteri e albicocche secche..

    Biancheria intima a compressione

    Le speciali calze a compressione aiutano a mantenere in forma le vene interessate. Gli indumenti a compressione esercitano una pressione uniforme sulle aree interessate e sane del corpo, consentendo di ripristinare la normale circolazione sanguigna quando le vene sono gonfie.

    Con le vene varicose nella zona inguinale durante la gravidanza, un flebologo prescrive calze a compressione per una donna per compensare l'insufficienza delle valvole intravascolari e garantire il deflusso del sangue venoso.

    Tale biancheria intima differisce nel grado di pressione sulle navi; per evitare di aggravare la situazione, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico. Nel 3 ° trimestre di gravidanza, la calzetteria a compressione viene indossata per tutto il giorno, se necessario, viene indossata durante il parto per proteggere i vasi sanguigni dalla rottura e dallo stiramento eccessivo durante i tentativi.

    Sintomi

    I segni variano a seconda dell'età del paziente. Nell'adolescenza, la patologia è asintomatica o accompagnata da abbondante secrezione mucosa dalla vagina.

    Il tipo vulvare di vene varicose si manifesta con la sindrome del dolore che persiste per tutta la vita del paziente ed è descritto come:

    • scoppiare il dolore nella piccola pelvi;
    • tirando;
    • dolorante;
    • contundente con irradiazione alle estremità inferiori, sacro, regione lombare;
    • parossistico.

    Il tipo vulvare di vene varicose si manifesta con la sindrome del dolore che persiste per tutta la vita del paziente.

    Le sensazioni del dolore si intensificano in una posizione statica (in piedi, seduti) o dopo carichi dinamici (camminare, correre, fare sport). Inoltre, il dolore si intensifica durante le mestruazioni, specialmente nella seconda fase del ciclo..

    Con la congestione nei vasi della vagina, il 45% dei pazienti ha dolore durante il rapporto sessuale, che porta al vaginismo (spasmi dolorosi dei muscoli della vagina), paura delle relazioni sessuali e disturbi psicoemotivi.

    Oltre al dolore, le donne hanno i seguenti sintomi di patologia:

    • periodi lunghi e pesanti;
    • violazione della minzione.

    Alla palpazione, si avverte una formazione densa ed elastica sulla parete vaginale, che viene spesso confusa con una cisti vaginale.

    Alla palpazione, il medico può avvertire una formazione densa ed elastica sulla parete vaginale, che è spesso confusa con una cisti vaginale.

    A causa di disturbi nutrizionali dei tessuti, si nota la cianosi delle mucose e della pelle delle labbra, il loro gonfiore e un aumento delle dimensioni, bruciore e prurito nella zona interessata.

    Trattamento

    La malattia della vena vaginale viene trattata con diversi metodi:

    • conservativo: trattamento farmacologico, fisioterapia, dietetica, esercizi di fisioterapia, indossare calze a compressione;
    • operativa;
    • medicina alternativa;
    • medicina tradizionale.

    Intervento chirurgico

    Il trattamento chirurgico dei disturbi venosi vaginali è considerato ingiustificato, in quanto può portare a gravi complicanze postoperatorie. La preferenza è data ai metodi non chirurgici:

    • scleroterapia;
    • coagulazione laser;
    • ablazione con radiofrequenza.

    Per il trattamento della malattia, viene data preferenza ai metodi non chirurgici. Ad esempio, la coagulazione laser è una procedura popolare oggi..

    Se trattate le vene varicose della vulva con tali metodi, vengono escluse le complicanze postoperatorie. L'intervento viene eseguito in regime ambulatoriale e senza l'uso dell'anestesia generale.

    I vantaggi delle tecniche non chirurgiche comprendono un breve periodo di recupero, l'assenza di perdita di sangue, sanguinamento e cicatrici..

    Esercizi di ginnastica

    La fisioterapia è un complesso obbligatorio del trattamento conservativo dell'insufficienza venosa. Esistono anche esercizi speciali che aiutano a prevenire la progressione delle vene varicose della vagina:

    • "bicicletta";
    • "forbici";
    • "Betulla";
    • "Rider" - mezzo squat con tensione dei glutei. L'esercizio si svolge in due modi: accovacciato, quando il bacino si muove lungo una linea verticale; accovacciato con il trasferimento del bacino da una parte e dall'altra;
    • rotazione del bacino;
    • esercizio I.P. Mikulina: rialzo delle dita dei piedi e forte calo dei talloni.

    La fisioterapia è un complesso obbligatorio del trattamento conservativo dell'insufficienza venosa. È necessario eseguire l'esercizio "cavaliere" - mezzi squat con tensione dei glutei.

    Una serie di esercizi è efficace se eseguita durante il giorno 2-4 volte per 30 minuti. Gli esercizi di respirazione sono obbligatori, aumentando il movimento del diaframma.

    Durante la gravidanza, specialmente nel II e III trimestre, gli esercizi vengono eseguiti sdraiati o seduti, senza eccessiva intensità. La durata del set di esercizi è di 10-15 minuti.

    Maglia a compressione

    Indossare calze a compressione è indicato in tutte le fasi della malattia - per prevenzione, nel periodo postoperatorio, durante la gestazione (gravidanza). Tale maglia fornisce:

    • mantenendo il tono della parete addominale;
    • diminuzione della pressione intra-addominale;
    • deflusso di sangue venoso nella vagina, eliminazione della congestione;
    • sollievo dal dolore addominale inferiore.

    Indossare calze a compressione è indicato durante il trattamento.

    Con le vene varicose della vagina, il flebologo seleziona i collant in base allo stadio della malattia. Per le donne incinte, i collant sono prodotti con un inserto speciale sul ventre, che consente di indossare il prodotto per tutti i 9 mesi.

    L'uso di droghe

    Alcuni flebologi raccomandano l'uso del trattamento farmacologico durante un'esacerbazione delle vene varicose della vagina. Altri insistono sulla necessità di una terapia farmacologica di supporto costante, che normalizzi il movimento del sangue attraverso i vasi e li rafforzi, prevenendo la progressione della malattia..

    Per il trattamento sono prescritti:

    • venotonica sistemica - Diosmin, Endothelon, Detralex; venotonica sotto forma di supposte vaginali - estratto di Revitax, Geksikon, Ginkgo biloba;
    • angioprotettori: Troxevasin, Askorutin, Venoruton, Rutin;
    • anticoagulanti - Curantil, Aspirina;
    • antidolorifici - Indometacina, Diclofenac.

    Per il trattamento, il medico può prescrivere angioprotettori. Ad esempio, il farmaco Troxevasin.

    Per ridurre il dolore durante l'ovulazione, si consiglia di assumere il medrossiprogesterone. Per alleviare la condizione, se il deterioramento del benessere è causato da disturbi ormonali, vengono utilizzate candele con Progesterone.

    Durante la gravidanza, l'elenco dei farmaci per il trattamento della patologia vascolare vaginale è limitato, poiché i farmaci non dovrebbero danneggiare il bambino. Pertanto, viene data preferenza ai rimedi a base di erbe: Anavenol, Ginkgo forte, Venitan, Antistax, Escin, Gerbion esculus.

    Metodi popolari

    I metodi tradizionali di trattamento comprendono l'assunzione di decotti d'acqua di piante medicinali che hanno:

    • effetto rassodante e antinfiammatorio - marshmallow, bergenia, balsamo, ippocastano;
    • azione antipiastrinica - crespino, affumicato, zampa di gatto, sciabola, coda di cavallo, equiseto, agnello bianco.

    Da un decotto di burnet, elecampane alto, toadflax, piccoli petali canadesi, puoi fare bagni caldi sitz. Allevia il dolore e riduce la gravità delle vene varicose.

    Ci sono rimedi popolari per aiutare a sbarazzarsi della malattia. I tamponi sono fatti da un decotto di foglie di lampone, che vengono posizionate nella vagina..

    I tamponi sono fatti da un decotto di foglie di lampone, chastuha, germogli di pioppo nero, erba e fiori di agarico, che vengono posizionati nella vagina.

    A casa, puoi fare candele curative sciogliendo la cera d'api a bagnomaria e aggiungendo il succo di aloe, Kalanchoe, fiori di ippocastano e raffinata vaselina (può essere sostituito con grasso di maiale fuso o burro non salato). La massa risultante viene versata negli stampi, raffreddata e posta in frigorifero fino a quando non è indurita.

    Metodi terapeutici

    Le tattiche di trattamento sono determinate in base alle specifiche individuali della malattia. L'età del paziente, la presenza di gravidanza, le patologie concomitanti sono prese in considerazione. Quando si sceglie un metodo di terapia, vengono prese in considerazione la gravità, la localizzazione e l'intensità del processo patologico..

    Durante la terapia, le donne dovrebbero indossare indumenti compressivi. Il trattamento prevede l'eliminazione di alimenti che rallentano la peristalsi intestinale dalla dieta. L'attività fisica è limitata, si osserva un regime alimentare. A scopo terapeutico, vengono utilizzati principalmente farmaci. In caso di inefficacia, viene prescritto un intervento chirurgico.

    Terapia conservativa per le vene varicose della vagina

    L'assunzione di farmaci ha lo scopo di stabilizzare il tono dei vasi venosi, migliorare la circolazione sanguigna nell'area interessata, ripristinare il normale metabolismo ed eliminare il processo stagnante. Il trattamento prevede l'assunzione di farmaci di diversi gruppi, che vengono utilizzati anche per altri tipi di vene varicose.

    Questi farmaci includono:

    1. Venotonics. L'azione ha lo scopo di rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, ridurne la permeabilità e migliorare la microcircolazione. Durante la gravidanza vengono utilizzati preparati venotonici a base di ingredienti a base di erbe. Può essere assunto per via orale in compresse o mediante applicazione topica di unguenti e gel.
    2. Anticoagulanti. Sono usati per prevenire complicanze trombotiche che possono verificarsi con forme avanzate della malattia. Allo stesso tempo, vengono prescritti fleboprotettori, il cui compito è ridurre la sensibilità dei vasi sanguigni alla pressione esterna ed eliminare il ristagno.

    Intervento operativo

    La terapia chirurgica è uno dei trattamenti radicali per le vene varicose. Questo metodo viene usato raramente, poiché di solito è possibile sbarazzarsi delle vene varicose con una terapia conservativa. L'operazione è prescritta se il processo patologico è aggravato, accompagnato da intensa sindrome del dolore. La chirurgia è estremamente rara per le donne in gravidanza. Il trattamento chirurgico è prescritto dopo il parto e in alcuni casi alla fine dell'allattamento.

    Con le vene varicose vaginali, vengono utilizzati i seguenti metodi chirurgici:

    • scleroterapia.
    • Coagulazione laser.
    • crossectomia.
    • flebectomia.

    La variante dell'intervento chirurgico viene selezionata individualmente, a seconda delle peculiarità del quadro clinico. Vengono prese in considerazione le possibili controindicazioni e il rischio di complicanze postoperatorie.

    Rimedi popolari per le vene varicose

    Numerosi metodi non convenzionali sono utilizzati nel trattamento delle vene varicose. Va ricordato che la medicina tradizionale è meno efficace delle medicine tradizionali. Pertanto, tali fondi vengono utilizzati solo a fini ausiliari, oltre al trattamento principale..

    Rimedi popolari per le vene varicose:

    • Tintura di castagne. Per la preparazione, diversi frutti di castagno vengono schiacciati, versati in 0,5 litri di vodka o alcool. La miscela viene infusa per 14 giorni in un contenitore di vetro. Per il trattamento, assumere 25 gocce di medicinale, diluito in acqua, tre volte al giorno.
    • Infuso di tarassaco. Un cucchiaio di materiali vegetali viene versato con un bicchiere di acqua bollente, insistito per 2 ore. Filtra il liquido raffreddato e prendi 1 cucchiaio 3-4 volte al giorno.
    • Succo di patate. Diversi tuberi pelati e lavati vengono tagliati con una grattugia. La pappa risultante viene messa in una garza e spremuta per ottenere il succo. Il liquido viene applicato ai vasi interessati o viene fatto un impacco. Inoltre, il succo di patate può essere assunto per via orale in piccole porzioni..
    • Tintura alcolica di acacia. Per preparare 50 g di fiori, versare 0,5 litri di vodka, insistere per 2 settimane. Il prodotto finito viene utilizzato per bagnare i nodi venosi dilatati. La procedura viene ripetuta 2-3 volte al giorno..
    • Noce moscata. Per preparare la medicina, una noce viene macinata in un macinacaffè. 1 cucchiaio della polvere risultante viene versato con 200 ml di acqua bollente, viene aggiunto un cucchiaio di miele, mescolare. Risulta essere una bevanda salutare che dovrebbe essere presa due volte al giorno..

    Con le vene varicose, vengono utilizzati numerosi rimedi popolari. Tuttavia, non tutti possono essere assunti durante la gravidanza. Per eliminare il rischio di effetti collaterali, si consiglia di consultare preventivamente il proprio medico..

    Misure preventive

    Per prevenire la progressione della malattia, viene utilizzato un sistema di prevenzione multilivello. Le vene varicose vaginali possono essere fermate se:

    • normalizzare il regime di lavoro e di riposo;
    • sbarazzarsi di cattive abitudini;
    • aumentare l'attività fisica;
    • scegliere metodi contraccettivi;
    • impegnarsi regolarmente in esercizi speciali, incluso il metodo Kegel;
    • normalizzare il peso;
    • indossare una maglia a compressione.

    Le vene varicose vaginali possono essere fermate se si eliminano le cattive abitudini.

    Se esiste una predisposizione alla patologia o segni di alterazione del flusso sanguigno nella vagina, queste raccomandazioni per la prevenzione devono essere seguite regolarmente.

    Caratteristiche del corso nelle donne in gravidanza

    A causa della predominanza del progesterone nel corpo di una donna incinta, la progressione della patologia è accelerata.

    Nelle fasi successive della gestazione, il diametro delle vene aumenta, non solo delle pareti vaginali, ma anche degli organi interni del sistema riproduttivo: l'utero e le sue appendici.

    Dopo il parto, il lume delle navi diminuisce, ma le vene non tornano alla normalità.

    Com'è il parto con le vene varicose

    Le vene varicose vaginali non sono controindicazioni al parto vaginale. Durante l'estrazione del feto, l'ostetrico preme i nodi sulle pareti del canale del parto con un tampone di garza. In patologia grave, il parto viene eseguito utilizzando un taglio cesareo.

    Le vene varicose della vagina sono una patologia relativamente rara, pericolosa nelle sue conseguenze. Flusso sanguigno lento nei vasi pelvici, alterazione della coagulazione del sangue, danni alle pareti dei vasi sanguigni contribuiscono all'avvio del processo di coaguli di sangue. Inoltre, è la causa principale che porta alla trombosi dei vasi profondi durante la gravidanza..

    Forme di vene varicose

    Distingue tra forme semplici e complicate di vene varicose.

      Molto spesso, durante la gravidanza, compaiono le vene varicose di una forma semplice. La malattia si manifesta con la formazione di schemi da vene diluite sulle gambe, nonché da protuberanze e vene spesse nelle aree intime. Dopo il parto, le vene varicose scompaiono da sole. La forma complicata delle vene varicose è caratterizzata dalla formazione di coaguli di sangue - coaguli di sangue. Questa forma di vene varicose è pericolosa durante la gravidanza: un coagulo di sangue distaccato può ostruire una vena.

    Per chiarire la diagnosi, la donna incinta viene esaminata da un chirurgo vascolare e un ginecologo, che, se necessario, può inviare una donna per l'ecografia delle vene o la dopplerometria.

    La diagnostica aiuta a scoprire a quale velocità si muove il sangue nelle vene, se c'è una violazione del flusso sanguigno, se ci sono violazioni, quindi viene determinato il grado di pericolo - se le vene profonde sono influenzate dalle vene varicose?

    Ti offriamo di familiarizzare con Ippocastano per vene varicose, proprietà medicinali, ricette: pomate, tinture, bagni, impacchi, ricette per fare decotti e tinture, recensioni

    Sintomi e metodi diagnostici

    I primi segni sono caratteristici della vasodilatazione in qualsiasi parte del corpo. Sono particolarmente pronunciati nella tarda gravidanza. Dopo la nascita di un bambino, l'intensità delle manifestazioni delle vene varicose nella vagina si indebolisce. Con l'espansione delle vene superficiali, la patologia passa in una forma compensata, in alcuni casi si verificano ricadute.

    I principali sintomi della patologia:

    • tirando dolore nella zona inguinale;
    • prurito e bruciore dopo l'esercizio;
    • in alcuni casi, si verificano periodicamente attacchi di dolore.

    Oltre al dolore, una donna può provare una sensazione di pesantezza nella vagina e nelle grandi labbra. Meno spesso, ci sono disagio e disagio durante il rapporto sessuale. Una fase importante nell'identificazione di questa patologia è un esame ginecologico. Quando si esaminano gli organi genitali esterni, si trovano vene varicose, protuberanze varicose, vene tortuose, arrossamenti e cianosi della pelle.

    L'esame della vagina mediante specchi ginecologici consente di rilevare dilatati, in alcuni punti ostruiti, gonfiore e cianosi della mucosa, una grande quantità di luce liquida scarica.

    Un ulteriore metodo di esame delle vene varicose nella vagina è lo studio delle funzioni dell'ematopoiesi. È necessario determinare il tempo di coagulazione, l'indice di protrombina, la sensibilità plasmatica all'eparina, gli indicatori dell'attività fibrinolitica del sangue.

    Gestione della gravidanza con vene varicose

    La gestione della gravidanza con le vene varicose della vagina include il trattamento farmacologico. Il paziente ha bisogno della supervisione costante di un flebologo e di un chirurgo. Il rispetto di una dieta speciale ha lo scopo di prevenire la costipazione, che può aumentare la pressione intra-addominale. La dieta dovrebbe includere alimenti ricchi di vitamine e facilmente digeribili. Una donna dovrebbe rifiutare un'alta attività fisica. È necessario stabilire un regime di lavoro e riposo. Si consiglia di eseguire esercizi speciali ogni giorno e sdraiarsi con le gambe sollevate a testa in giù per almeno mezz'ora al giorno. Un test della coagulazione del sangue viene eseguito ogni 14 giorni.

    Il trattamento medico delle vene varicose della vagina durante la gravidanza prevede l'uso di venotonici, angioprotettori (Eskuzan, Troxevasin, Diovenor). Per aumentare il tempo di coagulazione, vengono utilizzati anticoagulanti (Aspirina, Fraxiparin, Curantil).

    Nonostante l'accelerazione della coagulazione del sangue durante la gravidanza, durante il parto possono verificarsi sanguinamenti massicci. Questo fatto indica la necessità di preparare le scorte di sangue. L'opzione migliore è la donazione automatica. La preparazione del plasma inizia nel terzo trimestre. Il prelievo di sangue viene effettuato in 2 fasi, il farmaco viene assunto in un volume di 500 ml, la procedura ripetuta può essere eseguita non prima di dopo 7 giorni.

    Le vene varicose degli organi pelvici spesso portano allo sviluppo di insufficienza fetoplacentare di vario grado. Il trattamento medico delle vene varicose nella vagina dovrebbe includere l'uso di farmaci volti a ripristinare il flusso sanguigno uterino. Una fase importante della terapia è migliorare lo stato emotivo di una donna. Sono prescritti sedativi sicuri: Valeriana, Persen.

    Il medico deve prestare particolare attenzione al paziente durante il parto. È in questo momento che possono verificarsi complicazioni pericolose come tromboembolia e sanguinamento..

    Il più difficile è il periodo di espulsione del feto, quando la sua testa entra nel canale del parto. Durante il tentativo, l'ostetrica dovrebbe premere i vasi colpiti dalle vene varicose con un bendaggio sterile.

    La perineotomia in alcuni casi evita lesioni alle vene varicose e ai tessuti vaginali che circondano le navi malate. L'episiotomia può danneggiare i coni varicosi sotto la pelle. La rottura di grandi vene porta a sanguinamenti massicci immediatamente dopo il rilascio del feto. In tali casi, il medico dovrebbe esaminare le mucose della vagina, separare le estremità della vena strappata e fasciarle con l'intestino.

    Le cuciture alla cieca possono danneggiare altre vene varicose e causare grandi lividi. Aprendo la ferita in modo ampio, viene isolato un accumulo di coni e vengono applicate diverse suture in una direzione parallela alla lunghezza della vagina. Dopo l'operazione, un preservativo sterile riempito di ghiaccio viene inserito nel tratto genitale. Dopo aver legato le navi interessate e suturato l'incisione nel perineo, applicare una piastra riscaldante con ghiaccio per 40 minuti.

    Se è impossibile legare le vene, viene eseguito un tamponamento stretto con una garza inumidita con soluzione salina o acido aminocaproico. Per alleviare l'edema, il ghiaccio viene introdotto nella vagina, il retto viene tamponato con una garza imbevuta di vaselina. Nelle forme gravi di vene varicose della vagina, il parto avviene per taglio cesareo. La prevenzione della malattia consiste nell'eseguire esercizi speciali durante la pianificazione della gravidanza: una donna dovrebbe usare esercizi volti al deflusso del sangue dalle vene degli arti inferiori e dei genitali, muoversi di più. Gli esercizi di Kegel aiutano a rafforzare i vasi della vagina.

    Sezione: Salute della donna Tag: Vene varicose Autore dell'articolo: Irina Matveeva

    • 1. Le vene varicose della vagina durante la gravidanza
    • 2. Ragioni
    • 3. Sintomi
    • 4. Fare una diagnosi
    • 4.1. Dolore all'inguine
    • 4.2. Gestione del paziente
    • 5. Assistenza medica
    • 6. Dolore all'addome e all'inguine

      Le vene varicose vaginali sono una malattia associata alla comparsa di insufficienza venosa, che colpisce più spesso le donne in gravidanza. Ciò è dovuto ai cambiamenti fisiologici che si verificano in questo momento nel corpo di una donna incinta, contribuendo alla cattiva circolazione del sangue negli organi pelvici. Le vene varicose vaginali possono verificarsi anche nelle donne che non sono mai state in stato di gravidanza, a causa dell'insufficienza venosa..

      Questa malattia è una malattia difficile da diagnosticare che si verifica più spesso nelle donne in uno stato fertile. A causa del caratteristico allargamento delle vene vaginali durante questo periodo, il flusso sanguigno di ritorno è complicato. Prima dell'avvento dei moderni metodi di diagnosi ed esame nella pratica medica, le donne sono state trattate per anni senza risultati per presunte deviazioni del sistema riproduttivo..

      Le vene varicose colpiscono la parte inferiore del corpo, di solito le gambe. Ma anche gli organi genitali possono essere colpiti. Nelle donne, questi sono gli organi pelvici e la vagina. Ciò accade a causa del fatto che quando il sangue scorre dalle estremità inferiori, il lavoro del sistema di flusso sanguigno viene interrotto, a seguito del quale appare un nodo. Il flusso sanguigno rallenta e può causare la formazione di coaguli di sangue o coaguli di sangue per via endovenosa. Il pericolo sta nella possibilità di un coagulo di sangue in qualsiasi momento per staccarsi e attraversare il sistema vascolare. Con il miglior risultato, questo porterà solo a mancanza di respiro o un attacco di soffocamento, nel peggiore dei casi, porterà a un blocco completo della nave e alla morte..

      Un'altra spiacevole conseguenza delle vene varicose vaginali è l'allungamento e l'indebolimento dei muscoli, che allargano la vagina..

      Pertanto, è così importante alle prime sensazioni di soffocamento, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico..

      Spesso le vene varicose genitali sono accompagnate da infezioni del sistema genito-urinario e costipazione cronica.

      Il principale fattore che provoca lo sviluppo delle vene varicose è la gravidanza.

      Vene varicose del perineo (in un luogo intimo)

      Le vene varicose delle labbra e delle gambe durante la gravidanza sono simili non solo nei metodi di trattamento, ma anche nelle cause della formazione. Spesso questa patologia si verifica a causa di disturbi ormonali o ereditarietà. La foto mostra come appare questa malattia durante la gravidanza.

      La patologia provoca grave disagio. Le donne si preoccupano di come dare alla luce e cosa fare se sorgono complicazioni durante la gravidanza. Indipendentemente dal fatto che le vene siano gonfie sul lato destro del perineo o sulla sinistra, le sensazioni sono terribili.

      La pelle diventa molto secca, irritata e il minimo tocco provoca prurito e bruciore. Il perineo può diventare meno sensibile, dolente e prurito costantemente. Questi sintomi tormentano moltissimo la donna..

      Spesso ci sono frequenti impulsi a urinare, incontinenza urinaria. Il dolore si verifica dopo il rapporto sessuale, andando in bagno ed esercizio fisico.

      Il disagio nei tessuti gonfi si irradia spesso al sacro, causando grave angoscia. Di conseguenza, la donna diventa irritabile, il suo umore si deteriora. Dopotutto, anche durante la gravidanza, vuoi apparire bello e sentirti allegro.

      Se scopri la presenza di vene varicose nella piccola pelvi o nella vagina, ma non intraprendi alcuna azione, la condizione peggiorerà. Sarà difficile per una donna camminare e sedersi e qualsiasi movimento inizierà a causare disagi. Pertanto, è necessario andare urgentemente dal medico e non tentare di essere trattati utilizzando foto e consigli dai forum.

      Più gioia e amore

      Prevenzione

      È importante che le donne in gravidanza eseguano una profilassi tempestiva per prevenire il gonfiore delle vene nell'area genitale. Di solito include due punti principali:

      • miglioramento della circolazione sanguigna;
      • riducendo il carico sulle gambe.

      Le ragazze devono solo sdraiarsi e sedersi in una posizione comoda e rilassata. Durante il sonno, si consiglia di mettere un cuscino sotto i piedi. Promuove il deflusso di sangue e linfa dalle estremità inferiori..

      Non è affatto necessario sdraiarsi sul letto per tutti i 9 mesi. Devi muoverti e fare esercizi speciali, che includono alcuni semplici esercizi.

      1. Fai movimenti circolari con i piedi.
      2. Piega le ginocchia.
      3. Tirare la calza verso di te e lontano da te.

      Esercizio all'aperto

      Questo esercizio può essere fatto sdraiati e seduti. È molto utile e leggero, ma non richiede molto sforzo..

      A volte devi stare in un posto per molto tempo. In questo caso, è necessario alzarsi sulle dita dei piedi ogni 5 minuti in modo che i muscoli del polpaccio siano leggermente tesi..

      Cerca di non incrociare le gambe, poiché questa posizione rende difficile la circolazione del sangue. Questa regola deve essere osservata per tutto il periodo della gravidanza..

      Un'altra misura preventiva è migliorare la circolazione sanguigna. Ciò minimizzerà il rischio di coaguli e coaguli di sangue. Puoi fluidificare il sangue con il cibo.

      Ridurre al minimo gli alimenti grassi, affumicati e in scatola. Può causare coaguli di sangue e problemi di sanguinamento. Pertanto, la dieta deve essere concordata con il medico..

      La migliore prevenzione è un esame regolare del tuo corpo. Durante l'intero periodo di gravidanza, è necessario sottoporsi alla diagnostica prescritta, non perdere gli appuntamenti del medico programmati. Il medico sarà in grado di identificare la malattia in una fase precoce e ridurre al minimo le conseguenze.

      Pertanto, ci sono diverse regole di base per la prevenzione della malattia:

      • non indossare scarpe scomode, scarpe o stivali col tacco alto.
      • non indossare pantaloni attillati, calze con elastici stretti.
      • fare una doccia di contrasto il più spesso possibile, andare in piscina.
      • prevenire la costipazione. Per fare questo, bere almeno 1,5 litri di liquido al giorno. Faranno tè verde, succhi di frutta, acqua pulita.
      • siediti e sdraiati comodamente, cerca di incrociare le gambe meno spesso.
      • non sovraccaricare il lavoro, distribuire uniformemente il carico durante il giorno.
      • non visitare bagni e saune.
      • escludere anche una goccia di alcol.
      • indossare biancheria intima a compressione come concordato con il flebologo.
      • seguire una dieta.

      Le vene varicose della vagina durante la gravidanza

      Se una donna ha le vene varicose, durante la gravidanza è probabile che la malattia progredisca. Solo un ginecologo può identificare la malattia con esame diretto. Nel caso di una diagnosi errata e della mancanza di un trattamento adeguato, le complicazioni sono inevitabili. Per evitare ciò, ricorrono all'ecografia..

      I tipi più comuni di malattia:

      vene varicose della zona inguinale

      Le vene nell'inguine si gonfiano e creano una sensazione di distensione;

      Si sviluppa a causa dell'ereditarietà e del funzionamento troppo intenso delle vene iliache. Si sviluppa dopo processi infiammatori cronici, insufficienza del ciclo mestruale, aborto;

      • vene varicose degli arti inferiori

      È la forma più comune e diagnosticata di vene varicose.

      • vene varicose della vagina

      Questa è una patologia che si verifica spesso nelle donne con una predisposizione ereditaria. Secondo le statistiche, lo sviluppo della malattia nella maggior parte dei casi inizia dopo trent'anni..

      Le ragioni

      La principale causa di danno agli organi genitali femminili sono le pareti vascolari deboli (acquisite o congenite) e l'insufficienza della valvola. L'impatto di fattori negativi contribuisce solo alla progressione della malattia. I fattori esterni includono: attività fisica intensa, stress prolungato; a interno - eccesso di peso, varie infiammazioni e patologie. Sono in grado di provocare vene varicose: alterazioni ormonali, malattie cardiovascolari, dipendenza da alcol e tabacco.

      Durante la gravidanza, la malattia è innescata da cambiamenti che il corpo subisce. I cambiamenti del fisico e dello stile di vita di una donna sono importanti.

      I fattori specifici includono:

      • Cambiamenti nei livelli ormonali

      È noto che durante la gravidanza aumenta il livello di progesterone, uno degli effetti collaterali è il rilassamento delle pareti dei vasi sanguigni. Per questo motivo, le vene ascendenti non pompano il sangue a una velocità normale, il che porta alla stagnazione. Inoltre provoca ulteriore vasodilatazione..

      • Aumento della pressione nelle vene

      Il sangue di una donna incinta è più fluido per migliorare la circolazione sanguigna nel feto. Ma nelle vene, questo li fa espandere costantemente..

      Quindi il corpo della donna si sta preparando per il parto, questo accade al fine di evitare una perdita di sangue abbondante dopo che la placenta è passata. Quando la malattia è già iniziata, il corpo diventa più vulnerabile alla comparsa di coaguli di sangue.

      • Diminuzione del livello di qualsiasi attività fisica

      Spesso le donne in gravidanza evitano l'esercizio fisico o le attività domestiche leggere. I medici consigliano un carico moderato, in assenza di controindicazioni, deve avere! Possono essere lunghe passeggiate, che aiutano a migliorare la circolazione sanguigna e sono un'ottima prevenzione delle vene varicose..

      L'assunzione di contraccettivi e farmaci ormonali sostitutivi può svolgere un ruolo importante nello sviluppo della malattia. Ma l'inizio della malattia è la gravidanza. E ad ogni successiva nascita, il rischio aumenta.

      Quanto è pericolosa la patologia

      Prima di tutto, il tono insufficiente dei vasi sanguigni indica che il corpo di una donna non è in grado di farlo


      far fronte a carichi crescenti. In casi clinici avanzati, possono verificarsi complicazioni durante il travaglio - rottura di una vena e una grande perdita di sangue. La tromboflebite è anche una grave complicazione delle vene varicose. Un coagulo di sangue può staccarsi dalla parete del vaso e causare la morte della madre e del bambino. Ecco perché i medici raccomandano di sottoporsi a un esame prima del concepimento e di assicurarsi che non vi siano pericoli o di sottoporsi al trattamento necessario prima della gravidanza per non mettere a rischio il feto..

      Sintomi

      La malattia spesso passa inosservata. Molti sintomi sono simili ai segni dello sviluppo delle vene varicose delle estremità: dolori alla parte inferiore dell'addome, che si intensificano durante l'attività sessuale o lo sforzo fisico; forte sensibilità del perineo; la comparsa di edema; sensazione di secchezza nell'area problematica; pigmentazione e formazione di nodi.

      Se credi alle statistiche, si scopre che circa il 40% di tutte le donne in gravidanza è affetto da questa patologia..

      Il feto in crescita crea una maggiore pressione sulla zona pelvica, che porta a un deterioramento del flusso sanguigno e all'edema dei tessuti vaginali, che non rappresenta un pericolo particolare, prima dello sviluppo delle vene varicose delle labbra, e questo accade abbastanza spesso. Una donna può notare rigonfiamento e ispessimento delle vene del perineo. Ci sono casi in cui la malattia recede da sola dopo il parto, a volte il recupero si verifica prima.

      Per alleviare la condizione, una donna dovrebbe muoversi di più, cercare di sdraiarsi su un fianco, evitare lunghe posizioni di seduta o in piedi per prevenire un aumento del dolore.

      • Dolore con intensità variabile nell'addome inferiore, che si estende all'inguine, alla regione lombare, ai glutei e al perineo, diventa più intenso durante l'attività sessuale;
      • Sindrome premestruale dolorosa con sintomi e dolore nevrotici;
      • Violazione delle mestruazioni;
      • Aumento della secrezione dal tratto genitale;
      • Le principali manifestazioni della malattia;
      • Spesso scompare senza sintomi;
      • Sono possibili sensazioni spiacevoli;
      • Rigonfiamento;
      • Peggioramento della pressione sanguigna, dopo l'esercizio fisico, i rapporti sessuali o una posizione prolungata.

      Le donne non in gravidanza possono manifestare un aumento dei sintomi durante il periodo.

      Con un decorso prolungato della malattia, senza trattamento, lo sviluppo delle vene varicose si diffonde al perineo, ai glutei e alla parte superiore della coscia.

      Stabilire la diagnosi

      Dolore all'inguine

      È possibile diagnosticare le vene varicose vaginali con l'aiuto di una visita medica. Il paziente viene esaminato in una posizione di due posizioni: sdraiato e in piedi per analizzare il cambiamento nello stato delle vene.

      Le vene varicose sono caratterizzate da un cambiamento nel colore delle labbra e delle mucose in una tonalità viola-blu. La forma della malattia ricorda un grappolo d'uva e può essere associata a vene varicose delle gambe..

      Insieme a un esame fisico, al paziente viene prescritta una ecografia o una risonanza magnetica.

      Gestione del paziente

      L'osservazione di una donna avviene separatamente durante la gravidanza stessa, il parto e nel periodo successivo al parto.

      Ciò richiede sia un approccio generale sia l'uso di agenti farmacologici..

      I metodi comuni includono:

      • Osservazione di ostetrico-ginecologo e chirurgo;
      • Rispetto dei principi di un'alimentazione corretta e razionale, completa e ricca di vitamine;
      • L'inclusione di prodotti lattiero-caseari fermentati nella dieta di una donna serve a prevenire uno squilibrio della microflora intestinale;
      • Esclusione di uno sforzo fisico eccessivo;
      • Riposare con le gambe sollevate per almeno 30 minuti è un elemento obbligatorio nel regime giornaliero;

      Fare esercizi consigliati ogni giorno.

      Assistenza sanitaria

      A seconda dello stadio della malattia, viene anche selezionato il suo trattamento. Il metodo conservativo è preferito. Le posizioni di lunga durata o di seduta devono essere evitate.

      Le vene varicose vaginali non sono un ostacolo al parto naturale. Se la malattia persiste dopo il parto, si raccomanda la rimozione laser o la scleroterapia, cioè il congelamento delle aree interessate.

      Nelle prime fasi, con l'aiuto del trattamento è possibile ottenere:

      • Stabilizzazione del tono venoso;
      • Ripristino del metabolismo nei tessuti; impedisce il ristagno di sangue nelle vene.

      I farmaci venotonici, la terapia fisiologica e l'uso di biancheria intima speciale aiutano, in modo abbastanza efficace, a risolvere il problema delle vene varicose nella maggior parte dei pazienti o prevenire un'ulteriore progressione della malattia.

      Succede che tutti questi metodi non sono sufficienti e la malattia è passata all'ultimo stadio, in questo caso i medici prescrivono un trattamento chirurgico - un'operazione. Si verifica con un intervento minimo ed è meno traumatico.

      Le medicine sono prescritte per lo stadio acuto della malattia. La loro assunzione è accompagnata da una dieta arricchita con alimenti vegetali, che contengono una grande quantità di fibre, che risolve il problema associato al ristagno delle feci. Viene anche prescritto un corso di esercizi speciali che aiutano a rilassare le vene della vagina..

      Gli esercizi di respirazione sono molto efficaci nel normalizzare la circolazione sanguigna. Dovresti escludere la possibilità di bere alcolici e smettere di fumare.

      Le vene varicose scompaiono dopo il parto?

      Con una lieve forma di patologia, le vene acquisiscono il loro aspetto naturale dopo il parto. Per prevenire lo sviluppo di complicanze e il rapido ripristino della circolazione sanguigna nell'area pelvica, si consiglia a una donna dopo il parto di eseguire regolarmente un complesso preventivo di esercizi ginnici, monitorare la sua dieta. Le forme gravi di vene varicose in un luogo intimo dopo il parto non scompaiono, la loro progressione continua, minacciando:

      • danno ai tessuti vicini;
      • infiammazione vascolare;
      • lo sviluppo di trombosi o tromboflebite.

      Il trattamento richiede un intervento chirurgico o scleroterapia. La prescrizione di farmaci e metodi di terapia viene eseguita solo da un flebologo o un chirurgo vascolare.

      Come trattare le vene varicose delle labbra durante la gravidanza

      I cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna incinta spesso causano lo sviluppo di varie condizioni patologiche che richiedono supervisione e trattamento medici. Tali malattie includono le vene varicose delle labbra - un cambiamento patologico nei vasi sanguigni, spesso riscontrato nel 2-3 trimestre di gravidanza e che dà alla madre in attesa un notevole disagio.

      Le vene varicose delle labbra

      Le vene varicose (vene varicose) all'inguine durante la gravidanza sono abbastanza comuni. Secondo le statistiche, i suoi sintomi si verificano in ogni sesta ragazza in una posizione interessante..

      I medici identificano una serie di motivi da cui dipende direttamente la formazione della patologia:

      • Cambiamenti nei livelli ormonali. L'ormone "gravidanza", come viene spesso chiamato progesterone, è responsabile del suo mantenimento e sviluppo del feto. A seconda del periodo di gestazione, è caratterizzato da un aumento di decine o anche cento volte. Anche un leggero aumento degli indicatori del progesterone provoca alterazioni degenerative delle pareti venose, poiché sono meno elastiche di quelle arteriose. Pertanto, in alcuni casi, le prime "campane" della malattia compaiono dopo 2-3 mesi dal momento del concepimento.
      • Crescita fetale Con lo sviluppo del bambino nell'utero, l'utero cresce costantemente, il che mette sotto pressione gli organi interni e le grandi linee venose situate nella piccola pelvi, causando congestione all'inguine o alle estremità inferiori. Sono loro che causano la deformazione, prima di tutto, dei vasi sottocutanei meno protetti..
      • Aumentando il volume del sangue circolante per nutrire il bambino. Insieme a questo fenomeno, il carico sulle pareti vascolari aumenta e possono allungarsi. Molto spesso, questo fattore provoca vasodilatazione sulle labbra nelle donne a cui in precedenza sono state diagnosticate vene varicose degli arti inferiori o che avevano una predisposizione ereditaria.
      • Aumento del peso corporeo di una donna. La ragione di ciò può essere non solo un feto in crescita, ma anche una diminuzione dell'attività fisica, l'uso di cibi ipercalorici. Il peso elevato è noto per essere uno dei fattori provocatori più comuni a causa dell'elevato carico sugli arti.
      • Inattività o mancanza di attività fisica. Temendo la comparsa di ipertonicità dell'utero e la minaccia di aborto spontaneo, le donne spesso commettono un grave errore, limitando qualsiasi carico, anche adeguato, e trascorrono la maggior parte del loro tempo seduti o sdraiati. Tuttavia, facendo così, si stanno facendo un "disservizio" creando seri problemi alle vene..
      • Caratteristiche genetiche La presenza di una tale patologia in famiglia aumenta le probabilità del suo sviluppo in una donna incinta fino all'80%.
      • Costipazione frequente I cambiamenti nel corpo femminile provocano spesso un problema simile; più della metà delle donne in gravidanza lo affronta in diverse fasi. L'interruzione della funzione intestinale provoca un'alta pressione sulle vene interne, a seguito della quale viene interrotto il normale flusso sanguigno.

      Nella maggior parte dei casi, il danno vascolare all'inguine si verifica sullo sfondo delle vene varicose già "fiorite" sulle gambe.

      Leggi anche le vene varicose all'inguine durante la gravidanza: qui diamo anche consigli su come sbarazzarsi della malattia

      Su grandi labbra

      Un aumento delle labbra durante la gravidanza è la prova dello sviluppo della patologia. A causa della localizzazione del processo, una donna non riesce sempre a considerare le navi gonfie che si sono manifestate in modo tempestivo. Molto spesso si trovano durante l'auto-palpazione o ad un appuntamento con un ginecologo, durante l'esame su una sedia ginecologica.

      Inoltre, i sintomi caratteristici della malattia sono in grado di allertare la futura mamma:

      • La comparsa di singoli o multipli nodi venosi gonfi, reti vascolari o asterischi.
      • Gonfiore dei genitali, cambiamento nella loro forma, colore della mucosa.
      • Sensazione di secchezza nella zona genitale, bruciore.
      • Disagio o indolenzimento dopo seduta prolungata, rapporto sessuale, defecazione o minzione.

      La comparsa di uno di questi segni è un motivo per pensare alla propria salute e alla salute del bambino e andare in ospedale per un aiuto qualificato.

      Leggi altri materiali sulle vene varicose durante la gravidanza nella nostra sezione.

      Su labbra piccole

      Insieme a grandi, il processo patologico è in grado di colpire le piccole labbra. Tuttavia, non si gonfiano così spesso. Il quadro clinico non cambia. Nelle fasi iniziali, la malattia non provoca molto disagio ed è asintomatica, provocando solo difetti visivi. Tuttavia, nel tempo compaiono i sintomi caratteristici dell'insufficienza venosa, che sono stati menzionati sopra..

      Avendo riscontrato eventuali cambiamenti all'ingresso della vagina, dovresti vedere un ginecologo che risolverà il problema con un ulteriore esame e ti invierà per una consultazione a uno specialista specializzato.

      Trattamento

      Come nel caso delle vene varicose nelle gambe, le vene varicose durante la gravidanza non vengono trattate con una singola dose di farmaci. Una soluzione di successo al problema si ottiene solo con un approccio integrato ad esso. Include l'adempimento delle prescrizioni del medico in termini di terapia farmacologica, revisione delle abitudini alimentari, adeguamento dell'attività fisica e compressione terapeutica. In alcuni casi, sono coinvolti anche la medicina alternativa e la fitoterapia..

      La tattica di sbarazzarsi della patologia dipende in gran parte dal periodo gestazionale. Quindi, fino a 12 settimane, a causa dello sviluppo di organi e sistemi vitali nel feto, l'assunzione della maggior parte dei farmaci è altamente scoraggiata, quindi vengono utilizzati metodi alternativi per rallentare la progressione della patologia: ginnastica, regolazione della dieta, indossare biancheria intima speciale con proprietà di compressione.

      A partire dalla 13a settimana, la scelta dei metodi di trattamento si espande e il medico, in base all'anamnesi e ai risultati diagnostici, ha il diritto di scegliere il modo più appropriato e delicato per risolvere il problema intimo femminile esistente.

      Nel caso in cui la terapia farmacologica non porti i risultati desiderati, è consentito iniettare una sostanza sclerosante in una vena di bassa concentrazione. Pertanto, la nave interessata si unisce e alla fine scompare del tutto. I vasi sanguigni sani assumono il carico..

      Farmaco

      Il metodo più efficace e preferito per trattare i cambiamenti patologici nelle vene all'inguine è la terapia farmacologica. È in grado non solo di proteggere una donna da possibili complicazioni, ma anche di eliminare i spiacevoli sintomi caratteristici delle vene varicose..

      La base di tale metodo terapeutico è l'assunzione di farmaci venotonici e venoprotettivi volti a ripristinare le funzioni naturali delle fibre muscolari lisce, a causa del lavoro di cui si ottiene il necessario restringimento del lume nelle vene, e anche alleviare i processi infiammatori locali e le loro conseguenze. L'assunzione di farmaci di questo gruppo farmacologico è consentita a partire dal secondo trimestre. I flebologi usano ampiamente farmaci per somministrazione orale a base di diosmina e troxerutina, componenti a base di erbe, vale a dire:

      • Detralex
      • Antistax
      • Flebodia 600
      • Troxerutin
      • Ginkor Forte
      • Venarus

      Nota! La gravidanza non è il momento di sperimentare! Pertanto, qualsiasi, compresi i farmaci non soggetti a prescrizione medica, può essere assunto solo dopo l'approvazione di un medico..

      Dopo aver eseguito un esame del sangue, se viene rilevata una maggiore velocità di coagulazione, una donna incinta in qualsiasi momento, il medico prescrive farmaci antipiastrinici. Impediscono alle piastrine di aderire e, di conseguenza, migliorano la circolazione sanguigna, il nutrimento della placenta e prevengono la formazione di coaguli di sangue. Il rappresentante più famoso di questo gruppo farmaceutico è Curantil. Questo agente è sicuro per il feto, poiché non penetra nella barriera placentare..

      Inoltre, possono essere prescritti speciali complessi multivitaminici: Elevit, Vitrum Prenatal, Pregnavit, Alphabet's Health, Complivit Mom e altri.

      Leggi anche quali creme per le vene varicose durante la gravidanza possono aiutare nel trattamento.

      Metodi popolari

      Come misura aggiuntiva ai regimi di trattamento tradizionali, è possibile utilizzare ricette popolari, i cui componenti possono essere utilizzati quando si trasporta un bambino. Presentiamo diverse ricette convenienti ed efficaci per i decotti per somministrazione orale.

      • Foglie e germogli di lampone, fiori di calendula, frutti di viburno, foglie di ortica, mescolare in proporzioni uguali - 1 cucchiaio ciascuno. ogni componente, versare 500 ml di acqua bollente e insistere sulla miscela risultante in un thermos per 2-3 ore. Prendi ¼ di vetro 3 volte al giorno dopo i pasti. Se lo si desidera, immediatamente prima dell'uso, è possibile aggiungere 0,5 cucchiaini all'infusione. miele.
      • 2 cucchiai. foglie di piantaggine, betulla d'argento, mescolare con un cucchiaio del colore di camomilla medicinale, trifoglio di prato, tiglio e ortica, versare mezzo litro di acqua bollente e mettere la sostanza risultante in un bagno d'acqua per 20 minuti. Quindi versare il contenuto in qualsiasi contenitore con un coperchio aderente e lasciare per 3 ore. Prendi 4 cucchiai. dopo aver mangiato tre volte al giorno.
      • È anche utile usare un decotto di rosa canina, rami di fogliame e lampone, viburno, sostituendoli con l'assunzione di tè almeno 1 volta al giorno. Queste bevande hanno un'alta concentrazione di vitamina C, che rafforza le pareti venose..

      Esercizi di ginnastica

      I benefici della ginnastica per la salute della futura mamma non sono in dubbio. Oltre agli esercizi generali e consentiti, ci sono quelli che mirano a migliorare il funzionamento della circolazione sanguigna e sono prescritti quando i sintomi delle vene varicose compaiono come ulteriore misura di trattamento..

      La condizione principale è che la lezione sia regolare e che gli esercizi stessi siano delicati e rispettino la scadenza.

      Nel primo e nel secondo trimestre, è consigliabile eseguire una "bicicletta" e una "betulla", se non ci sono controindicazioni per questo. Esegui gli esercizi per almeno 30 secondi, poi riposa per 2 minuti e ripeti l'approccio.

      Nel terzo trimestre, il carico dovrebbe essere meno intenso, quindi le dita dei piedi si alzano, le dita dei piedi si sollevano con un tallone fisso e viceversa, rotolano dalla punta al tallone, camminando sui talloni sono adatti.

      Qualsiasi disagio nell'addome, vertigini, mal di testa, mancanza di respiro - ragioni per interrompere urgentemente l'esercizio.

      Se possibile, i medici raccomandano di combinare le attività di ginnastica a casa con una visita in piscina, almeno 2-3 volte a settimana. Il nuoto ha un effetto benefico non solo sui vasi sanguigni, ma anche su tutti i gruppi muscolari ed è considerato il carico più ottimale per il corpo femminile durante la gravidanza.

      Biancheria intima a compressione

      Nonostante sia impossibile dare una compressione alla regione perineale, questo metodo di terapia non dovrebbe essere escluso. Indossare biancheria intima speciale come collant o leggings con un effetto di compressione può alleviare lo stress sulle vene in generale e migliorare la circolazione sanguigna. La pressione esercitata da loro aiuta a mantenere il tono necessario delle pareti vascolari e previene la congestione che li fa allungare.

      Il medico dovrebbe selezionare la maglia medica, sarà in grado di valutare quale grado di compressione è adatto in un caso particolare. Di norma, si consiglia alle donne in gravidanza di indossare collant speciali di classe 1-2 con un inserto per l'addome in qualsiasi momento quando la donna è in piedi.

      Si consiglia inoltre di prestare attenzione alla scelta della biancheria intima. La futura mamma dovrà abbandonare le mutandine strette realizzate con materiali sintetici a favore di biancheria intima di cotone sciolto che non limita il movimento e non ha un effetto di spremitura che può aggravare il problema.

      Misure aggiuntive

      L'alimentazione svolge un ruolo importante nella risoluzione del processo patologico che si è manifestato. Per alleviare la condizione, il menu dovrebbe includere una grande quantità di fibre e cibi ricchi di vitamina C. La frutta e la verdura dovrebbero occupare più del 70% della dieta della futura mamma. È consentito utilizzarli sia grezzi che trattati termicamente.

      Le passeggiate all'aperto sono utili anche per le donne in gravidanza, almeno 1 ora al giorno. Allo stesso tempo, non è necessario prenderlo alla lettera e nelle ultime fasi per concludere il chilometraggio, superando te stesso. I carichi dovrebbero essere adeguati, se è difficile, quindi puoi dividere il tempo di camminata più volte o riposarti mentre sei seduto su una panchina. Va anche notato la necessità di eliminare completamente il sollevamento di pesi oltre i 3 chilogrammi..

      Se possibile, è necessario iscriversi per yoga o aerobica in acqua. Questi 2 tipi di esercizi sono preferibili sia per le vene che per la salute fisica e psicologica della futura mamma. Inoltre, la partecipazione a tali eventi ha un effetto benefico sul processo del parto in futuro..

      La malattia scompare dopo il parto??

      Le vene dilatate sulle labbra, che sono apparse per la prima volta durante la gravidanza, con una probabilità dell'80% passeranno dopo il parto. Tuttavia, ciò non significa affatto che valga la pena lasciare che uno stato simile faccia il suo corso, sperando che sia temporaneo e debba solo essere sopportato. Anche se il parto va bene, senza possibili complicazioni per la madre dal sistema vascolare, la malattia senza terapia può continuare a svilupparsi dopo la nascita del bambino. E ogni successiva gravidanza non farà che aggravare la situazione e aumentare i rischi di sviluppare complicazioni potenzialmente letali. Pertanto, quando compaiono i primi segni di patologia, dovresti prima chiedere consiglio a un ginecologo locale, che a sua volta darà un rinvio a un chirurgo vascolare per l'esame..

      Video di un esperto

      Nel video qui sotto, il medico ti dirà come trattare le vene varicose delle labbra e se le compresse con unguenti sono efficaci