Prevenzione del cancro al colon

Cancro del colon-retto (tumore del colon) - una crescita tumorale maligna nel colon e nella parte rettale dell'intestino crasso.

Venticinque milioni di persone sul pianeta sono malate di cancro di varie localizzazioni. Il tumore del colon-retto si classifica al 3 ° posto nell'incidenza del cancro tra gli uomini e al 2 ° tra le donne. In totale, il cancro del colon-retto rappresenta quasi il 10% di tutta l'incidenza del cancro nel mondo. Soprattutto è registrato in Nord America, Australia, Nuova Zelanda e in varie parti d'Europa, quindi il cancro del colon-retto è considerato una malattia dello "stile di vita occidentale".

Il cancro del colon-retto molto spesso deriva da adenomi del colon. Il più alto tasso di incidenza tra gruppi di popolazione economicamente sicuri. Più di 60.000 nuovi casi di cancro del colon-retto sono stati rilevati in Russia nel 2016.

Fattori che influenzano lo sviluppo del cancro del colon-retto:

Nonostante il fatto che l'alcol etilico non sia cancerogeno, il suo metabolita, l'acetaldeide, ha proprietà cancerogene. Gli esperti affermano che bere più di 45 g / die di alcool etilico puro (nelle bevande alcoliche) aumenta il rischio di cancro al colon del 45% e il cancro del retto del 49%. Inoltre, l'effetto dell'alcool come fattore nello sviluppo del cancro del colon-retto può aumentare in presenza di obesità..

Carni rosse, grassi e carboidrati

Molti studi hanno dimostrato che il consumo di carne rossa (manzo, maiale, agnello) comporta un aumento del rischio di sviluppare polipi del colon. Questa relazione è dovuta alla cottura di carne ad alte temperature, con la formazione di sostanze chimiche che hanno proprietà cancerogene.

Fibra dietetica, fibra

Al contrario, una dieta ricca di fibre riduce il rischio di cancro del colon-retto, poiché la fibra alimentare assorbe gli agenti cancerogeni, abbrevia il tempo necessario alle feci per passare attraverso l'intestino, riduce l'acidità dell'ambiente intestinale e altera il metabolismo degli acidi grassi..

Vitamine e minerali

Prove scientifiche dimostrano che l'assunzione regolare di vitamina D e calcio può aiutare a ridurre il rischio di cancro del colon-retto. La carenza di acido folico e vitamina B6 può portare all'interruzione dei processi di riparazione del DNA e all'indebolimento dei sistemi di difesa antiossidanti del corpo. Di conseguenza, una dieta a basso contenuto di folati può aumentare il rischio di cancro del colon-retto. Il beta-carotene, insieme alle vitamine A, C ed E, ha un effetto anticarcinogeno, partecipando alla protezione antiossidante e contribuendo alla regolazione della risposta immunitaria.

Il fumo aumenta il rischio di sviluppare polipi del colon. Fumare 40 sigarette al giorno aumenta il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto del 38%, fumare per più di 40 anni aumenta questo rischio di un altro 20%. Ma smettere di fumare riduce il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto al livello originale.

Attività fisica e obesità

Il meccanismo dell'effetto dell'obesità sullo sviluppo del cancro del colon-retto non è del tutto chiaro; si presume che consista nell'iperinsulinemia. Al contrario, le persone fisicamente attive hanno un rischio inferiore del 20-30% di sviluppare il cancro del colon-retto. Anche un moderato livello di attività fisica (camminare 3-4 ore a settimana) riduce significativamente il rischio di sviluppare questa malattia.

Storia familiare ed ereditarietà

Il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto aumenta con la presenza di casi in famiglia. La percentuale approssimativa di tumore del colon-retto, che si basa su cause ereditarie, varia dal 5% al ​​30%. Esistono molte patologie ereditarie (ad esempio poliposi adenomatosa familiare, sindrome di Lynch), che provocano lo sviluppo del cancro del colon-retto. Le persone con questi disturbi ereditari hanno bisogno di malattie infiammatorie intestinali al miele più frequenti

Il lungo decorso delle malattie infiammatorie intestinali, soprattutto in giovane età, in assenza di terapia e supervisione mediche adeguate, aumenta notevolmente il rischio di un ulteriore sviluppo del cancro del colon-retto nei prossimi decenni..

Sono state proposte le seguenti direzioni di prevenzione:

1. Cambiamenti nella dieta:

· Riduzione o esclusione significativa dalla dieta della "carne rossa" (prosciutto, prosciutti, salsicce affumicate, ecc.);

· Eliminazione dell'abuso di zucchero;

· Rifiuto dalle bevande alcoliche;

· Aumentare il consumo di frutta, verdura e alimenti contenenti fibre vegetali (pane integrale, crusca di grano o di avena);

· Aumento del consumo di alimenti contenenti calcio (latte e latticini);

Aumento dell'assunzione di vitamine A, C e D.

Bere più di 3 tazze di caffè al giorno (ha dimostrato di essere utile nel ridurre il rischio di sviluppare il cancro)

2. Cambiamenti nello stile di vita:

· Rifiuto dal fumo;

· Aumento dell'attività fisica;

Esami medici regolari.

Tuttavia, la diagnosi precoce è ancora la chiave per una guarigione efficace. Per la maggior parte dei pazienti, una diagnosi tardiva del cancro significa una prognosi sfavorevole. Se la malattia viene diagnosticata in una fase precoce, un trattamento chirurgico tempestivo aumenta le possibilità di sopravvivenza dei pazienti..

Cancro rettale: trattamento e prevenzione

Il cancro del retto è una patologia cronica e maligna nelle donne e negli uomini, manifestata da un tumore dalle cellule del suo epitelio. Appare all'interno dell'ano e si manifesta come secrezione dal canale anale.

Nonostante i moderni mezzi per diagnosticare e curare le malattie oncologiche, milioni di persone hanno i segni iniziali della diffusione di questa patologia: metastasi a distanza.

Questa malattia è uno dei principali leader nella disabilità e mortalità tra i pazienti con tumori maligni..

Sintomi della malattia


I primi segni di cancro del retto sono associati a dimissione. Il paziente ha sangue scuro dal canale anale, compaiono ostruzione intestinale e costipazione grave.

Nelle fasi avanzate, si tratta di incontinenza fecale e dolore nell'area anale.

Sintomi della malattiaSegni caratteristici
Isolamento di sangue scuroSangue su vestiti, feci, in bagno. Sotto forma di gocce, strisce e grumi. Il sanguinamento si verifica spesso dopo un movimento intestinale e una contrazione tesa dei muscoli pelvici. Con le fasi avanzate, può comparire anemia.
Scarico di pus e muco dall'anoSi manifesta meno spesso del sanguinamento. Caratterizzato da stadi avanzati nella localizzazione di un tumore infiammato.
Debolezza generaleLa diffusione del tumore può causare debolezza generale, affaticamento rapido, perdita di appetito ed esaurimento..
Funzione intestinale impropriaIn una fase precoce dello sviluppo del tumore, possono esserci flatulenza nell'addome, costipazione, gonfiore e falsa voglia di svuotare.
Sensazioni di doloreCon la diffusione del tumore nelle fasi avanzate della malattia o il danno al retto distale, può apparire dolore nell'ano.
Ostruzione intestinale acutaCaratterizzato da forme avanzate della malattia con manifestazione di dolore nella regione addominale, ritardo prolungato nei movimenti intestinali, dolore addominale e vomito.

Luoghi di comparsa del tumore:

  1. Canale anale;
  2. Sezione ampollare inferiore - fino a 6 centimetri;
  3. Sezione ampollare inferiore (da 6 a 12 centimetri);
  4. Sezione ampollare superiore (da 12 a 20 centimetri).

Uno dei sintomi elencati dovrebbe essere la ragione per contattare un proctologo o un chirurgo.

Ragioni per l'apparenza

Gli scienziati non sono pienamente consapevoli delle vere cause dello sviluppo della malattia..

È generalmente riconosciuto che i principali fattori di rischio sono: ereditarietà e malnutrizione.

Fattori di rischio che possono scatenare il cancro:

  • Cibi vegetali eccessivi e mancanza di fibre nella dieta;
  • Abuso di alcol e fumo;
  • Consumo frequente di carne grassa e rossa;
  • Malattie croniche del retto (emorroidi, polipi, poliposi diffusa, infezioni);
  • Lavorare con condizioni di lavoro dannose e difficili;
  • I genitori hanno poliposi adenomatosa, sindrome di Lynch, colite ulcerosa o morbo di Crohn.

Stadi del cancro

Ci sono 4 fasi del cancro del retto. La diagnosi finale viene stabilita solo dopo un'operazione riuscita.

La gradazione esatta dipende da tre parametri: T, N, M:

  • Il simbolo T indica la profondità della crescita del tumore nella parete intestinale, da Tis - singole cellule tumorali sullo sfondo di un polipo a T4 - che cresce negli organi adiacenti. I valori sono, 1, 2, 3, 4;
  • Il simbolo N indica la presenza o l'assenza di metastasi nei linfonodi regionali;
  • M indica la presenza o l'assenza di metastasi a distanza. Caratterizzato da valori 0 o 1.

Fase Ipiccolo tumore senza metastasi
Fase IItumore più grande senza metastasi
III stadioqualsiasi tumore con metastasi solo ai linfonodi circostanti
Fase IVqualsiasi tumore con metastasi ad altri organi, indipendentemente dalla presenza di metastasi nei linfonodi più vicini

Classificazione della malattia

Classificazione istologica internazionale dei tumori epiteliali
Tumori epitelialiI. Tumori benigni

ü 8211/0 Adenoma tubulare

ü 8261/0 Villous adenoma

ü 8263/0 Adenoma tubulare-villo

ü 8220/0 Polipo adenomatosoII. Neoplasia intraepiteliale (displasia) associata a malattia infiammatoria cronica intestinale

ü 8148/2 Neoplasie intraepiteliali ghiandolari di alto grado

ü 8148/0 Neoplasia intraepiteliale ghiandolare di basso gradoIII. Cancro

8480/3 Adenocarcinoma mucinoso

8490/3 Carcinoma a cellule cricoidi

8041/3 Carcinoma a piccole cellule

8070/3 Carcinoma a cellule squamose

8560/3 Carcinoma a cellule adenosquamose

8510/3 Cancro midollare

8220/3 4 Cancro indifferenziato

Dalla forma del tumore

Forme di crescita del tumoreDescrizione
Codifica ICD 10C20 Neoplasia maligna (MNO) del retto
Tumori esofiticiSimile nell'aspetto al cavolfiore, che cresce nel lume del retto.
Tumori endofiticiLocalizzato in profondità nella parete intestinale e ha l'aspetto di un'ulcera con un fondo irregolare e bordi densi a rullo.
Forme transitorieTumori a forma di piattino con margini moderatamente sollevati e sezioni centrali leggermente infossate.

Diagnostica

La diagnosi precoce è la chiave per prevenire rapidamente le complicanze della malattia. Il medico prende l'anamnesi e prescrive uno studio.

Se sospetti il ​​cancro del retto, devi passare attraverso:

  1. Esame da parte di un medico ed esame digitale del retto;
  2. Esame di urina e feci;
  3. Analisi del sangue cliniche e biochimiche;
  4. Coagulogramma e marker tumorali;
  5. Sigmoidoscopia o colonscopia. Per un tumore con una biopsia.

Per un esame approfondito, il medico può prescrivere metodi diagnostici aggiuntivi:

  • elettrocardiografia;
  • Radiografia del torace;
  • Ultrasuoni della cavità addominale e della piccola pelvi;
  • Tomografia ad emissione di positroni;
  • Ricerca sulle ossa di radioisotopi;
  • Risonanza magnetica del bacino.
  • Irrigoscopia se la colonscopia è controindicata.
Prendendo l'anamnesiDenunce, contestazioni. Anamnesi del paziente e dei parenti.
Esame fisicoEsame ed esame del retto digitale, valutazione dello stato endovenoso.
Ricerche di laboratorioAnalisi del sangue cliniche e biochimiche dettagliate, marker tumorali CEA, CA 19.9, valutazione del sistema di coagulazione del sangue, analisi delle urine.
Diagnostica strumentaleColonscopia con biopsia, risonanza magnetica del bacino, irrigoscopia o colonografia TC

Trattamento efficace

La chirurgia è l'unico e giustificato metodo di trattamento. La scelta del metodo è determinata dalle condizioni del paziente e dalla posizione del tumore. Vengono valutati il ​​tipo, la crescita e il grado di distribuzione.

Pronto soccorso al paziente:

  1. Se viene rilevata l'insorgenza della malattia - operazione di polipectomia.
  2. Nella fase 1, viene eseguita la resezione rettale transanale.
  3. Chirurgia di fase 2 con chemioterapia / radioterapia.

Dopo l'intervento chirurgico, la chemioterapia viene eseguita secondo le indicazioni.

La terapia endoscopica è giustificata solo nei seguenti casi:

  • Localizzazione del tumore T1;
  • tumore di differenziazione alta e media;
  • non più del 30% della circonferenza interessata.

Il trattamento iniziale richiede una terapia di combinazione con radiazioni preoperatorie o chemioradioterapia.

Trattamento combinatoNel trattamento del carcinoma del retto cT3N0 o cT1-3N1-2 con localizzazione nella regione medio-ampollare e nessuna lesione del potenziale bordo circolare della resezione secondo i dati MRI, viene eseguito un ciclo di radioterapia conformale esterna, seguito da un trattamento chirurgico per 3 giorni o dopo 4-6 settimane come alternative a un corso prolungato di terapia di chemioradioterapia.
Chemioterapia adiuvantePrescritto in base alla terapia di chemioradioterapia preoperatoria. In caso di trattamento di chemioradioterapia preoperatoria, la prescrizione della chemioterapia adiuvante si basa sui risultati dell'esame patologico.
Chemioterapia palliativaÈ prescritto a pazienti con un processo a basso sintomo (stato ECOG 0-1); in alcuni casi, è prescritta la monoterapia con fluoropirimidine.
Terapia sintomaticaIn caso di sanguinamento abbondante, vengono eseguiti l'esame endoscopico e la terapia emostatica sistemica. A seconda dei risultati diagnostici, viene eseguita l'arresto endoscopico del sanguinamento.

Operazioni chirurgiche

Per la rimozione radicale del tumore del retto, viene eseguita la resezione, ritirandosi dal bordo superiore della neoplasia di 12-15 centimetri, dal bordo inferiore a 2-5 centimetri.

Tipi di chirurgia:

  1. Asportazione radicale del tumore con rimozione dell'apparato di chiusura rettale;
  2. Resezione anale addominale del retto con discesa del colon sigmoideo;
  3. Resezione rettale anteriore con sigmo-rectoanastomosi end-to-end;
  4. Resezione rettale anteriore con sigmo-rectoanastomosi end-to-end;
  5. Il metodo di Hartmann. Resezione del retto con sutura del segmento distale dell'intestino;
  6. Chirurgia sintomatica: colostomia a doppia canna, sigmoidostomia e transversostomia.

Tipi di trattamento a seconda dello stadio della malattia

Fase iniziale (Tis - T1sm1-sm2N0M0)Rimozione chirurgica endoscopica di tumore endoscopico a tutto spessore.
Con esordio precoce del carcinoma del retto (T1sm3-T2-3bN0M0)Mesorectumectomia totale o parziale.
Con localizzazione del polo inferiore del tumore nelle regioni inferiore e midollare del rettoMesorectumectomia totale con la rimozione di tutto il tessuto pararettale
Per carcinoma del retto localizzato e localmente avanzato, stadio 2 e 3 (T1-2N1-2M0, T3-4N0-2M0, T2N0M0)Radioterapia preoperatoria / chemioradioterapia seguita da mesorectumectomia.
Per carcinoma del retto non resecabile (T4N0-2M0)Radioterapia in combinazione con chemioterapia con fluoropirimidina.
Per carcinoma del retto generalizzato con metastasi sincrone al fegato o ai polmoni (M1a)Esecuzione della resezione R0 delle metastasi.
Patologia con metastasi sincrone non resecabiliOttenere la chemioterapia più efficace.
Carcinoma rettale ricorrenteRadioterapia conformale remota RR 2 Gy, OD 44 Gy per zona di metastasi regionali, OD 54-58 Gy per zona di ricaduta

Quando si rimuove il tumore, il medico deve rimuovere tutti i linfonodi reattivi che si trovano dall'orifizio dell'arteria mesenterica.

Quanti vivono con questa diagnosi

Non ci sono dati esatti. Con un'operazione di successo e un trattamento efficace entro i primi 5 anni - tasso di sopravvivenza del 90%.

I seguenti indicatori influenzano il successo della prognosi della sopravvivenza:

  1. Stadio della malattia;
  2. La dimensione e la posizione del tumore;
  3. La presenza di metastasi;
    Malattie croniche concomitanti;
  4. Le condizioni generali del paziente.

Prevenzione

La principale prevenzione del cancro del retto è considerata la rilevazione rapida di polipi benigni. Per questo, il paziente deve sottoporsi periodicamente a un esame diagnostico..

Per evitare il verificarsi di un tumore, è necessario:

  1. Ai primi sintomi, visitare un medico;
  2. Prendi i farmaci prescritti dal tuo medico;
  3. Rispettare il regime giornaliero e l'alimentazione secondo lo schema del medico;
  4. Cool esami di routine: analisi del sangue, analisi del sangue occulto nelle feci, colonscopia;
  5. Follow-up di un medico dopo l'intervento chirurgico.

I primi anni dopo l'operazione, si consiglia di essere esaminato da un medico almeno 2-3 volte l'anno..

_________________________
Fonti letterarie:

Linee guida cliniche Cancro rettale ICD 10: C20 2018 Associazioni professionali: · Associazione degli oncologi della Russia · Società russa di oncologia clinica;

Cancro rettale: diagnosi e trattamento: metodo. indennità / A. A. Zakharenko, M. A. Belyaev, A. A. Trushin [et al.]. - SPb.: RITs PSPbGMU, 2018.

Linee guida di pratica clinica NCCN in oncologia. Cancro rettale e classificazione TNM dei tumori maligni / James D. Brierley, M. Gospodarowicz, Christian Wittekind. - 8 ° ed. - Wiley Dlackwel, 2017

CI SONO CONTROINDICAZIONI
BISOGNO DI CONSULTAZIONE DEL MEDICO ATTENDENTE

L'autore dell'articolo è Aleksey Aleksandrovich Egorov, proctologo

Prevenzione del cancro del colon e del retto - raccomandazioni, droghe e rimedi popolari

La probabilità di sviluppare un processo maligno a livello intestinale aumenta con l'età. Secondo dati statistici, la malattia ha una tendenza allo sviluppo sfavorevole (tasso di sopravvivenza ≈ 48%), inoltre, negli ultimi anni, la patologia si è rinnovata. Prevenzione del cancro del colon e del retto - una serie di semplici misure che aiutano a prevenire lo sviluppo di un processo maligno.

Prevenzione del cancro del retto

Il retto è la sezione terminale dell'intestino crasso e del tratto digestivo. Questa sezione funge da serbatoio. Qui vengono raccolti feci e gas, che vengono successivamente evacuati dal corpo..

Le malattie patologiche di questo dipartimento influenzano direttamente la qualità della vita umana. Il cancro è considerato la malattia più pericolosa; a volte sono necessari metodi radicali per trattarlo: rimozione dell'ano, del retto o di parte di esso.

La prevenzione del retto consiste nella diagnosi tempestiva delle malattie. Per controllare le condizioni di questo dipartimento, è necessario sottoporsi a un esame preventivo da parte di un proctologo. Se necessario, il medico ti farà riferimento per un esame. La colonscopia è considerata la più informativa. Questo metodo consente di visualizzare i cambiamenti nella mucosa, il suo colore, la presenza di focolai patologici, per prelevare materiale per la biopsia usando un endoscopio.

Prevenzione del cancro al colon

L'intestino crasso è la parte inferiore dell'intestino. È costituito da diverse sezioni: ascendente, trasversale, discendente di due punti, sigmoide e retto.

Il cancro colorettale è più comune in:

  • anziani;
  • negli individui obesi;
  • con una predisposizione ereditaria all'oncologia;
  • con uno stile di vita sedentario;
  • con la dieta sbagliata;
  • con cattive abitudini;
  • con costipazione.

Un grosso errore viene commesso da quelle persone che ignorano malattie come polipi, colite cronica, crepe, infiammazione, prolasso, fistole, ecc. I pazienti appartenenti al gruppo a rischio di cui sopra devono essere attenti alla propria salute e consultare immediatamente un medico se compaiono i seguenti sintomi:

  • disagio, dolore nell'intestino, interruzione del lavoro degli organi vicini (stomaco, fegato, cistifellea);
  • debolezza mattutina, affaticamento, pallore, anemia causata da sanguinamento dal tumore;
  • sangue e muco nelle feci;
  • ostruzione intestinale dovuta alla compressione del lume intestinale da parte del tumore;
  • sensazione di svuotamento incompleto dell'intestino dopo un movimento intestinale;
  • costipazione prolungata, diarrea;
  • gonfiore, asimmetria dell'addome.

Perché la patologia procede piuttosto lentamente e si fa sentire nelle fasi difficili dello sviluppo, si raccomanda di non attendere i primi segni della malattia, ma di sottoporsi a esami preventivi mediante colonscopia, ultrasuoni o irrigoscopia almeno una volta all'anno. La profilassi del colon è possibile anche attraverso test come marcatori di tumori del sangue e esami del sangue occulto nelle feci..

L'alcol ha un effetto dannoso sulle condizioni della mucosa gastrointestinale: irrita la mucosa, interferisce con l'assorbimento dei nutrienti, riduce l'immunità locale e influisce negativamente sulla microflora intestinale. Il fumo influisce anche negativamente sul lavoro del tratto gastrointestinale, pertanto, a fini preventivi, le dipendenze dovrebbero essere escluse o il più limitate possibile..

Gli alimenti grassi, fritti, salati, in scatola hanno un basso valore nutrizionale e interrompono l'attività funzionale delle mucose del tratto gastrointestinale. Per migliorare la peristalsi e prevenire i processi stagnanti che possono fungere da fattore scatenante per condizioni patologiche, si raccomanda di arricchire la dieta con cibi fortificati e cibi ricchi di fibre.

La fibra o fibra vegetale è una forma complessa di carboidrati che non è in grado di essere digerita dagli enzimi dello stomaco, ma è benefica per la microflora intestinale e il funzionamento generale dell'apparato digerente. La fibra accelera il passaggio del cibo, abbassa il livello di colesterolo cattivo e previene la costipazione. Alimenti ricchi di fibre vegetali:

  • crusca di frumento;
  • semi di lino;
  • patatine di grano;
  • frutta secca;
  • cereali integrali.

Le persone che hanno alcune malattie gastrointestinali (ad esempio ulcere duodenali, ulcere allo stomaco, gastrite, infiammazione dell'esofago), al contrario, dovrebbero limitare gli alimenti ricchi di fibre vegetali..

La profilassi del colon sarà più efficace con l'esercizio fisico regolare. Questi ultimi sono la base per raccomandazioni preventive per quasi tutte le malattie. Attività fisica:

  • ha un effetto tonico;
  • migliora l'immunità;
  • aumenta il potenziale adattativo del corpo a fattori avversi.

Non è necessario iscriversi alla palestra, sono sufficienti esercizi regolari al mattino, jogging o frequenti passeggiate all'aria aperta.

Prevenzione dei polipi rettali

Il polipo rettale è una formazione benigna formata negli strati dell'epitelio della mucosa rettale. Molto spesso, la patologia è asintomatica, ma in alcuni casi (grandi dimensioni, lesioni multiple, posizione, struttura morfologica, ecc.), Possono svilupparsi i seguenti sintomi:

  • secrezione mucosa o sanguinante dall'ano;
  • disagio, dolore, sensazione di corpo estraneo nell'addome inferiore;
  • violazione dell'attività peristaltica intestinale (diarrea o costipazione).

Il pericolo dei polipi è che queste formazioni a volte degenerano nel cancro. Soprattutto plurale, con un'ampia base. Inoltre, i polipi possono causare ostruzione intestinale, processi infiammatori, disturbi delle feci, ecc. Pertanto, le persone a cui è stata diagnosticata questa patologia devono monitorare il decorso della malattia. Il trattamento è radicale, la terapia conservativa in questo caso non è in grado di influenzare in alcun modo il decorso della patologia.

La base della prevenzione è la diagnosi tempestiva e la rimozione delle formazioni. I seguenti test diagnostici aiuteranno in questo:

  1. Palpazione della regione anorettale.
  2. Sigmoidoscopia: l'uso di un rettoscopio aiuta a esaminare l'intestino oltre i 30 cm.
  3. Irrigoscopia: un metodo di esame a raggi X con un mezzo di contrasto.
  4. Colonscopia e metodi di ricerca di laboratorio (analisi di feci, sangue).

L'introduzione alla dieta di alimenti a base di fibre grossolane (legumi, zucchine, cavolfiore, banane, avocado, noci, ecc.), L'uso di grassi vegetali, uno stile di vita sano sono anche inclusi nella prevenzione del retto.

Prevenzione e trattamento dell'infiammazione del colon

L'infiammazione del colon si chiama colite. Questa patologia è caratterizzata dalle seguenti manifestazioni:

  • mancanza di appetito, nausea;
  • tracce di sangue nelle feci;
  • gonfiore;
  • disagio, dolore nella cavità addominale;
  • frequenti movimenti intestinali.

L'aspetto della malattia è dovuto a una recente infezione batterica, invasione elmintica, uso prolungato di potenti farmaci (ad esempio antibiotici), avvelenamento, processi cronici nel tratto gastrointestinale (epatite, cirrosi, pancreatite), ecc..

La profilassi del colon ha lo scopo di ridurre l'influenza di fattori irritanti:

  1. assumere farmaci solo come prescritto da un medico;
  2. trattamento tempestivo e completo di infezioni intestinali, disturbi digestivi e altre patologie del tratto gastrointestinale;
  3. corretta alimentazione: esclusione dalla dieta di alimenti con chimica degli alimenti, grassi, fritti, speziati, affumicati, porzioni minime, frutta e verdura crude, enfasi sulla colazione, aumento dell'assunzione giornaliera di liquidi a 2-2,5 litri.

Se manifesti sintomi di colite, dovresti consultare il medico. Quest'ultimo aiuterà a identificare la vera causa della patologia con l'aiuto di un esame fisico e metodi diagnostici di laboratorio. Il regime terapeutico è individuale in ciascun caso e dipende dall'eziologia, dal quadro clinico della patologia e dalle caratteristiche individuali del paziente..

In caso di intossicazione alimentare, viene prescritta una dieta:

  • puoi mangiare - orzo, riso, cavolfiore, mele, pere, formaggio magro, gelatina, uova, tè nero, ecc.;
  • non puoi mangiare - prodotti da forno freschi, brodi grassi, legumi, carne e pesce grassi, cereali, arachidi, prodotti lattiero-caseari grassi, ecc..

Anche prescritto lavaggio gastrico, bere molti liquidi e farmacoterapia di supporto..

assorbenti

Carbone attivo

Prescritto per disturbi dispeptici, dosaggio: 1 compressa / 10 kg di peso, controindicato per intolleranza individuale, nonché per patologie associate a una violazione dell'integrità della mucosa gastrointestinale;

Probiotici

Contengono colture vive di microflora intestinale benefica. I farmaci sono ben tollerati dai pazienti, quindi le controindicazioni includono solo l'intolleranza individuale ai componenti nella composizione:

Linex

Ripristina la microflora intestinale, è prescritto per diarrea, flatulenza, disbiosi, gastroenterocolite cronica o acuta. Prendi 2 tappi. tre volte al giorno.

Bificol

Ha un effetto antimicrobico, è prescritto per violazione della microflora intestinale. Assumere due volte al giorno per 1 dose, diluita in 1 cucchiaino. acqua.

prebiotici

Stimola la crescita di lattobacilli e bifidobatteri:

Duphalac

Stimola la peristalsi intestinale. È prescritto per ammorbidire le feci e normalizzare il ritmo del movimento intestinale. Prendi 1-2 bustine al giorno. Controindicazioni: ostruzione intestinale, preforazione del tratto gastrointestinale, deficit di lattasi, galattosio, intolleranza al fruttosio.

Hilak Forte

Agente antidiarroico, normalizza la composizione della microflora intestinale. Prendi 40-60 gocce tre volte al giorno. Controindicazioni: ipersensibilità ai componenti del farmaco.

In caso di colite infettiva, la terapia è prescritta contro l'agente causale della malattia. Se un batterio, vengono prescritti antibiotici, elminti - farmaci antielmintici.

antibiotici

Levomycetin

Ha una vasta gamma di effetti. Prendi 250 mg tre volte al giorno per una settimana. Controindicazioni: ipersensibilità al cloramfenicolo, gravi patologie renali ed epatiche, porfiria, gravidanza, epatite B.

Phthalazole

Molto efficace per le infezioni intestinali. Assumere 6 g al giorno (frazionalmente) per i primi 2 giorni, 4 g per 3 e 4 giorni e 3 g per 5 e 6 giorni. Controindicazioni: ipersensibilità ai farmaci sulfa.

Farmaci antielmintici

levamisolo

Possiede un ampio spettro di azione nematodicida. Efficace contro le fasi larvali e mature dello sviluppo dei nematodi. Prendi 1 scheda. una volta di notte. Controindicazioni: leucemia acuta, insufficienza renale o epatica.

Praziquantel

Efficace nelle polinvasioni, bassa tossicità per l'uomo. Prendi 1 scheda. una volta di sera o di notte. Controindicazioni: gravidanza, ipersensibilità, malattie del fegato.

Prolasso rettale - prevenzione

La patologia è caratterizzata da prolasso completo o parziale del retto fuori dall'ano. L'eziologia della malattia non è completamente compresa. Si ritiene che il parto, le precedenti operazioni, le caratteristiche anatomiche della struttura intestinale, la frequente costipazione, le emorroidi, un'alimentazione squilibrata, ecc., Contribuiscano allo sviluppo della malattia..

La prevenzione del prolasso rettale comprende una corretta alimentazione, un regolare esercizio fisico e l'assunzione di complessi di rafforzamento generale con varie vitamine:

  1. Digestobliss-R Trado - integratore alimentare, attiva la produzione di enzimi digestivi, regola la peristalsi intestinale. Prendi 1 tavolo. due volte al giorno dopo i pasti per 3 mesi.
  2. Bion-3 è un integratore alimentare che mantiene e ripristina l'equilibrio della microflora intestinale, migliora la funzione intestinale e aumenta le difese dell'organismo. Prendi 1 tavolo. al giorno per un mese.
  3. Colonic Plus Entsyymi - vitamine per l'intestino, prevengono la crescita della microflora patogena, favoriscono l'eliminazione delle tossine. Prendi 1 capsula al giorno.

Prevenzione della fistola rettale

La patologia è caratterizzata dalla formazione di fistole nel tessuto sottocutaneo del retto. Nel 90% dei casi, la malattia è causata da paraproctatite acuta. L'infezione, penetrando in profondità nei tessuti, provoca la formazione di un ascesso perirettale, che alla fine si apre e forma una fistola.

  • buchi fistolosi, ferite nella regione perianale da cui viene rilasciato il pus, ichor;
  • prurito, irritazione, macerazione della pelle, odore sgradevole;
  • dolore che peggiora con i movimenti intestinali o la tensione peritoneale.

La prevenzione della fistola consiste nell'eliminazione tempestiva della causa principale della patologia, ad es. nel trattamento della paraproctatite. La terapia richiede un intervento radicale: apertura e drenaggio del focus purulento con l'uso dell'anestesia sacrale o epidurale, nonché l'escissione della fistola. Inoltre, il paziente deve escludere quei fattori che portano a danni traumatici al retto: emorroidi, crepe, ecc..

Prevenzione con rimedi popolari

La prevenzione del cancro con rimedi popolari è di purificare l'intestino da tossine e tossine che interferiscono con la normale digestione, l'assorbimento dei nutrienti e provocano lo sviluppo di condizioni patologiche.

Uno dei modi più efficaci per pulire l'intestino è la pulizia dei semi di lino. Questi ultimi agiscono come un leggero lassativo: aiutano ad aumentare il contenuto dell'intestino, accelerando così il passaggio del cibo. Inoltre, avvolge delicatamente la parete intestinale, prevenendo le irritazioni, e ha un effetto adsorbente. Per la pulizia, versare 2 cucchiai. l. semi di lino macinati 200 ml di acqua bollente, lasciare per 1 ora. Prendi 100 ml due volte al giorno per una settimana.

Primi sintomi, fasi e trattamento del cancro del retto

Cos'è il cancro del retto?

Il cancro del retto è una degenerazione del tumore delle cellule epiteliali della mucosa di qualsiasi parte del retto, che ha tutti i segni di malignità e atipismo cellulare. Ciò significa che un tale tumore si manifesta con le consuete proprietà delle neoplasie maligne, vale a dire: crescita rapida e infiltrativa con penetrazione nei tessuti circostanti, tendenza alle metastasi e frequenti recidive dopo il trattamento. Gli oncologi moderni combinano il cancro del retto con il cancro del colon in un gruppo e lo chiamano cancro del colon-retto. La malattia è ugualmente comune tra uomini e donne nella fascia di età dai 40 ai 75 anni. Prevalenza - 16 casi per 100 mila abitanti all'anno.

Nonostante il frequente verificarsi, questo tipo di patologia oncologica termina con un esito favorevole molto più spesso rispetto ad altri tumori cancerosi. Ciò è dovuto al fatto che la posizione anatomica del tumore primario nel carcinoma del retto è disponibile per la diagnosi nelle prime fasi dello sviluppo. Per rilevare un tumore, il medico ha bisogno di un semplice esame digitale o di un esame endoscopico in presenza del minimo reclamo. Inoltre, la maggior parte dei casi di prime fasi del carcinoma del retto (ad eccezione delle forme basse) possono essere facilmente rimossi con un intervento chirurgico, sono abbastanza sensibili alle radiazioni e alla chemioterapia.

Quando si pianificano tattiche di trattamento e si fanno previsioni per casi specifici di cancro del retto, vengono guidate alcune delle sue caratteristiche più importanti:

Zona di crescita nel retto:

Sezione rettosigmoide - un tumore ad un'altezza di oltre 12 cm dall'ano;

Ampollare superiore - un tumore ad un'altezza di 8-12 cm dall'ano;

Ampollare medio - un tumore ad un'altezza da 4 a 8 cm dall'ano;

Sezione ampollare inferiore - dalla linea dentata a 4 cm;

Cancro anale: il tumore si trova all'interno dell'ano;

Il tipo di crescita del cancro:

Esofitico: nel lume del retto sotto forma di nodo tumorale;

Endofita: il tumore cresce attraverso la parete dell'organo e sporge leggermente nel suo lume;

Infiltrativo: tumore che coinvolge rapidamente tutti i tessuti attorno al retto nel processo tumorale, sotto forma di un conglomerato infiammatorio;

Danno ai linfonodi peri-rettali;

Metastasi nel tessuto pelvico;

Coinvolgimento dei collettori linfatici paraaortici e inguinali;

Metastasi a distanza nel fegato, nei polmoni e in altri organi;

Il grado di differenziazione istologica del cancro:

Scarsamente differenziato - crescita lenta e raramente metastatizza;

Altamente differenziato: mostra molto rapidamente tutti i segni di malignità;

Moderatamente differenziato - intermedio tra i precedenti tipi di cancro.

Aspettativa di vita con cancro del retto

Le statistiche per il cancro del retto non sono sempre ottimistiche, ma sono molto migliori rispetto ad altri tipi di tumori maligni:

Nonostante la disponibilità della diagnostica, il rilevamento della malattia nelle fasi 1-2 non supera il 20%. Circa lo stesso numero di pazienti ha già metastasi nei linfonodi e negli organi interni;

Nella maggior parte dei pazienti (circa il 60-70%), la malattia viene rilevata in 3 fasi;

In media, circa il 60% dei pazienti ha una linea di 5 anni dopo il trattamento;

Nel carcinoma del retto allo stadio 4, non è stata riportata sopravvivenza a cinque anni. L'aspettativa di vita media di tali pazienti è da 3 a 9 mesi;

L'aspettativa di vita dei pazienti con diagnosi consolidata di carcinoma del retto altamente localizzato, scarsamente differenziato nelle fasi 1-2 è la più alta e si misura in decenni;

L'aspettativa di vita nel carcinoma del retto dipende da molte caratteristiche: struttura, tipo di crescita e posizione del tumore. Ma il fattore più importante è la diagnosi precoce della malattia, che dieci volte aumenta le possibilità di un'ulteriore vita piena.!

Sintomi del cancro del retto

Il cancro del retto non si manifesta con sintomi specifici per lungo tempo. La situazione è aggravata dal fatto che quando compaiono i sintomi, i pazienti spesso non prestano attenzione a loro. Infatti, oltre il 75% di queste persone ha una storia gravata di patologia del retto e del canale anale (emorroidi croniche, paraproctite e fistole rettali, ragadi anali e prurito, proctite di varie origini). Pertanto, percependo i veri sintomi del cancro per la prossima esacerbazione della loro malattia cronica, una persona cerca aiuto solo quando sorgono i sintomi mostrati nella tabella..

Scarico dal retto

Problemi insanguinati. Possono essere rappresentati dal sangue puro come sanguinamento rettale con una posizione bassa del tumore. Il cancro localizzato nella metà, nell'ampolla superiore e nel rectosigma si manifesta con la presenza di sangue non digerito sulle feci durante i movimenti intestinali.

Dolori ricorrenti in tutto l'addome, come spasmi;

Disagio nell'addome inferiore;

Dolore e sensazione di corpo estraneo nel retto;

Falso impulso a defecare;

Sgabelli sfusi. Spesso si verifica nelle fasi iniziali della malattia e precede l'ostruzione intestinale, caratteristica delle grandi dimensioni del focus del tumore.

Blocco intestinale

La comparsa di una tendenza alla costipazione o il loro aggravamento in presenza di tale storia;

Brontolio dal dolore;

Ostruzione completa dell'intestino sotto forma di feci e ritenzione di gas, forte gonfiore, vomito, forte dolore.

Sintomi generali

Debolezza generale inspiegabile, letargia, affaticamento;

Un irragionevole leggero aumento della temperatura corporea;

Perdita di peso;

Diminuzione dell'appetito e cambiamenti nelle preferenze di gusto.

I primi sintomi del cancro del retto

L'intera difficoltà della diagnosi precoce del cancro del retto risiede nella non specificità delle sue prime manifestazioni. Di solito questi sono i sintomi che ogni persona osserva periodicamente..

Pertanto, in relazione al cancro del retto, dovresti sempre essere prudente:

L'aspetto principale di uno qualsiasi dei sintomi caratteristici di questa malattia e la loro conservazione a lungo termine (debolezza, febbre bassa, perdita di peso e appetito, costipazione, disagio nell'area rettale);

Progressione dei sintomi caratteristici di qualsiasi malattia del retto, se presente nella storia;

La comparsa di qualsiasi scarico, soprattutto con impurità di sangue. I pazienti con sanguinamento emorroidario cronico devono necessariamente annotare la loro intensità e la natura del sangue secreto, che cambia nel carcinoma del retto;

I primi sintomi della malattia sotto forma di ostruzione intestinale o sanguinamento grave indicano sempre le fasi avanzate del processo tumorale.

Segni di cancro rettale

Il quadro clinico del carcinoma del retto, costituito da disturbi e segni oggettivi della malattia, si basa sui dati riportati nella tabella.

Dati provenienti dall'esame rettale digitale

Quando viene eseguito un esame rettale digitale da un proctologo, urologo, ginecologo o chirurgo, un tumore canceroso può essere rilevato ad un'altezza massima di 10 cm, i cui segni sono una formazione simile a un tumore o una deformazione della mucosa sotto forma di tuberosità, indolore o leggermente dolorosa, elastica o densa, di diverse dimensioni;

I tumori esofitici in crescita con un basso grado di differenziazione sono ben spostati e possono avere un gambo lungo o corto;

Le forme endofitiche di infiltrazione del cancro restringono circolarmente il lume intestinale, sono dense e immobili;

I tumori del canale anale sono determinati visivamente durante un esame di routine sotto forma di una sporgenza simile a un tumore dall'ano;

I tumori dello stadio 4, che crescono attraverso l'intera parete intestinale e causano la sua distruzione, appaiono sotto forma di paraproctite acuta a causa di perdite fecali sul perineo e sul tessuto perineale;

Dopo l'esame delle dita su un guanto, feci con sangue o secrezione marrone.

Dati di palpazione dell'addome

Stadio del cancro rettale 1-2. Non ha manifestazioni oggettive quando si esamina l'addome;

Quando un tumore di grandi dimensioni si trova nella sezione rettosigmoide, a volte può essere palpato come una formazione simile a un tumore nell'addome inferiore sinistro;

C'è percussione con timpanite su tutta la superficie;

Segni di ostruzione intestinale (gonfiore pronunciato con alta timpanite, rumore di schizzi, rumore di una caduta che cade).

Dati generali di esame fisico

Pallore della pelle con una sfumatura grigia o itterica;

Rivestimento della lingua con fioritura bianca;

Nella diagnosi precoce del cancro del retto, il posto principale non appartiene ai sintomi della malattia, che il paziente stesso nota, ma a segni oggettivi. Pertanto, gli esami medici preventivi sono un metodo davvero efficace per diagnosticare il cancro del retto nelle prime fasi.!

Cause di cancro rettale

Le ragioni principali per lo sviluppo del cancro del retto includono:

Squilibrio immunitario nel corpo, in cui le cellule della sorveglianza immunitaria, responsabili dell'eliminazione dei tessuti con segni di atipismo cellulare, non sono in grado di fornire protezione antitumorale. In questo contesto, le cellule difettose dell'epitelio rettale, che si formano costantemente durante il rinnovamento della mucosa, rimangono inosservate. Di conseguenza, la loro ulteriore moltiplicazione sotto forma di tumore. Questo meccanismo di carcinoma del colon-retto è solitamente associato ad altri fattori causali;

Condizioni precancerose dalla mucosa del retto e del canale anale. Questi includono qualsiasi malattia cronica della zona anorettale: emorroidi, paraproctite, fistole rettali, ragade anale cronica, proctite e proctosigmoidite cronica, morbo di Crohn e NUC (colite ulcerosa). Il lancio della crescita tumorale in questo caso è causato da un'interruzione del processo di normale divisione cellulare, causata dal loro danno prolungato;

Singoli grandi polipi o poliposi del colon e del retto. La presenza di escrescenze benigne della mucosa sotto forma di ispessimenti tumorali è accompagnata dalla loro crescita costante. In questo caso, esiste un rischio estremamente elevato di malignità dei polipi con la loro trasformazione in tumore canceroso;

Sostanze cancerogene. Questi includono sostanze chimiche (nitrati, pesticidi, veleni industriali ed emissioni), radiazioni ionizzanti, cibo (la predominanza di piatti a base di carne, fast food, colesterolo e grassi animali nella dieta), virus oncogenici. La carcinogenesi è strutturata in modo tale che uno qualsiasi degli agenti cancerogeni causi danni diretti al materiale genetico delle cellule della mucosa rettale o influisca indirettamente attraverso la formazione di prodotti tossici di perossidazione lipidica. Le cellule con DNA danneggiato nel locus del gene p53, che innesca l'apoptosi (morte automatica di una cellula tumorale), risultano immortali e si moltiplicano come tumore;

Predisposizione genetica. L'anamnesi ereditaria complicata del carcinoma del colon-retto è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di questa malattia nei parenti di prima linea.

Stadi del cancro rettale

La classificazione del cancro del retto, a seconda dello stadio del processo tumorale, si basa sulle seguenti caratteristiche della malattia:

La dimensione del tumore primario;

La prevalenza del tumore in relazione alla parete intestinale e al lume;

Coinvolgimento di organi adiacenti nel processo tumorale;

La presenza di metastasi nei linfonodi;

Presenza di metastasi in organi distanti.

Tutti questi segni coincidono con la classificazione TNM del cancro del retto. Lo stage riflette solo una combinazione di diversi gradi degli indici di ciascuno dei componenti di questa abbreviazione (dal primo al quarto grado, ad esempio T2N1M0). L'isolamento dello stadio della malattia deve essere intrecciato con le tattiche di trattamento necessarie.

Tumore del retto di stadio 1

Lo stadio 1 viene detto nel caso in cui il tumore sotto forma di tumore o ulcera sia piccolo, mobile, occupi un'area chiaramente limitata della mucosa. Secondo il grado di distribuzione, non penetra più in profondità dello strato sottomucoso. Le metastasi regionali e distanti non vengono rilevate.

Stadio del cancro rettale 2

Lo stadio 2A è definito se la crescita cancerosa si estende ad un'area da 1/3 a 1/2 della circonferenza della mucosa, ma si trova rigorosamente all'interno del lume intestinale e della sua parete. Non vi è alcuna lesione metastatica;

Fase 2B. La differenza fondamentale tra questo stadio è che ci sono già metastasi ai linfonodi regionali peri-intestinali. Il tumore primario ha dimensioni simili allo stadio 2A o meno.

Stadio del cancro rettale 3

Stadio 3A: il tumore occupa più della metà della circonferenza del retto. La profondità della germinazione è caratterizzata dal coinvolgimento dell'intera parete dell'organo e del tessuto peri-rettale nel processo tumorale. In questo caso, vengono registrate singole metastasi nei linfonodi del primo ordine..

Fase 3B. Qualsiasi dimensione e profondità della diffusione del tumore. In questo caso, più focolai metastatici sono registrati in tutti i collettori linfatici rettali;

Stadio del cancro rettale 4

Lo stadio 4 può essere un tumore di qualsiasi dimensione in presenza di metastasi distanti negli organi interni e nei linfonodi, oppure un tumore disintegrante con distruzione del retto e crescita attraverso i tessuti del pavimento pelvico circostante in combinazione con metastasi regionali.

Prognosi della malattia

Gli esiti del cancro del colon-retto possono essere previsti sulla base dei seguenti dati:

Tipo e grado di differenziazione del tumore;

L'età e le condizioni generali del paziente;

La presenza di patologie concomitanti;

Tempestività, adeguatezza ed efficacia del trattamento.

A seconda di ciò, la prognosi del carcinoma del retto può essere la seguente:

Il cancro del canale anale e del retto ampollare inferiore presenta la prognosi peggiore, anche nelle fasi 1-2, poiché richiede un'operazione disabilitante e spesso si ripresenta. Tali pazienti sono costretti a usare sacche per colostomia per tutta la vita;

I tumori scarsamente differenziati hanno sempre una prognosi molto più favorevole rispetto ai tumori con un alto grado di differenziazione delle cellule tumorali;

Le previsioni per la vita e il recupero sono significativamente aggravate dalla vecchiaia, dalle malattie concomitanti e dai disturbi delle condizioni generali dei pazienti. Questi fattori non solo limitano le possibilità di eseguire la chirurgia radicale, ma accelerano anche la progressione del processo tumorale;

Il tasso di sopravvivenza dei pazienti in condizioni generali relativamente soddisfacenti con carcinoma in stadio 1-2 varia dal 60% all'85%;

Con tumori allo stadio 3 in pazienti con una salute relativamente buona, il tasso di sopravvivenza per 5 anni dopo la diagnosi, soggetto a trattamento radicale, è di circa il 30%;

Con il cancro allo stadio 4, la prognosi per la vita è scarsa. Quasi tutti i pazienti muoiono entro 6-8 mesi.

Il rifiuto del trattamento radicale delle forme operabili di cancro in qualsiasi fase ha una prognosi sfavorevole e termina con la morte entro un anno.

Metastasi rettali

I tumori del cancro del retto con un elevato grado di differenziazione cellulare sono i più soggetti a metastasi. Anche le loro piccole dimensioni non escludono la presenza di focolai metastatici distanti.

Luoghi preferiti di metastasi di tali tumori:

Linfonodi regionali, pelvici e retroperitoneali;

Polmoni e pleura;

Organi cavi della cavità addominale e del peritoneo;

Ossa piatte e colonna vertebrale.

Le metastasi primarie distanti nel 95% dei pazienti compaiono nel fegato. Allo stesso tempo, aumenta le sue dimensioni e diventa più denso, che si manifesta con disagio e pesantezza nell'ipocondrio giusto. Man mano che nuove metastasi crescono e appaiono, sostituiscono gradualmente il tessuto epatico, che interrompe le capacità funzionali del fegato e si manifesta con il giallo della pelle.

Il secondo tipo più comune di metastasi a distanza è la lesione del peritoneo, che si chiama carcinomatosi. Come risultato della sua irritazione e delle sue capacità funzionali alterate, l'ascite si forma con l'accumulo di un'enorme quantità di liquido ascitico. Cambiamenti simili si verificano nella cavità pleurica in presenza di metastasi pleuropolmonari. Allo stesso tempo, viene dichiarato idrotorace unilaterale o bilaterale..

Diagnosi del cancro del retto

Le indicazioni e i metodi per diagnosticare il cancro del retto possono essere i seguenti:

Conferma della presenza di un tumore nel retto:

Esame rettale digitale;

Sigmoidoscopia. Informativo per tumori di bassa statura;

Fibrocolonoscopy. Più appropriato per le lesioni cancerose del rectosigma;

Determinazione dei marcatori tumorali del cancro del retto nel sangue.

Identificazione di metastasi e diffusione del tumore:

Esame ecografico transaddominale della cavità addominale e del bacino;

Esame radiografico degli organi toracici;

TRUS - esame ecografico transrettale del bacino;

Tomografia in modalità computer o risonanza magnetica.

Identificazione del tipo istologico di tumore. Si ottiene solo mediante biopsia durante l'esame endoscopico con ulteriore studio della preparazione dalla biopsia al microscopio;

Altre ricerche Comprende esami del sangue generali e biochimici, gastroscopia, ECG, determinazione della coagulazione del sangue e altri dati che potrebbero essere richiesti durante l'elaborazione di un programma di trattamento.

Trattamento del cancro del retto

La localizzazione del cancro del retto è tale da consentire l'uso di tutti i metodi utilizzati nella pratica oncologica nel suo trattamento. La scelta di un metodo particolare o una sua combinazione dipende dalla profondità e dal grado di crescita del tumore, dallo stadio del processo e dalle condizioni generali del paziente. In ogni caso, la chirurgia è giustamente considerata il metodo centrale di trattamento. Ma in una versione isolata, può essere utilizzato solo per tumori di stadio 1-2 piccoli, scarsamente differenziati. In tutti gli altri casi, viene mostrato un approccio integrato..

Un approccio integrato include:

Terapia di contatto e radioterapia esterna nel periodo pre e post-operatorio;

Caratteristiche e possibilità del trattamento chirurgico

La scelta di un tipo specifico di operazione viene effettuata in base all'altezza della posizione del focus del tumore.

Le tattiche chirurgiche possono essere le seguenti:

Qualsiasi forma di cancro all'altezza dell'ostruzione intestinale richiede la rimozione dello stoma trasversale di scarico. Dopo la stabilizzazione delle condizioni del paziente, viene eseguita un'operazione radicale per rimuovere il tumore;

Tumore della flessura rettosigmoide. La resezione rettale ostruttiva viene eseguita con la rimozione dell'ano innaturale sotto forma di sigestomia piatta. La procedura è meglio conosciuta come operazione Hartmann;

Cancro della regione ampollare superiore, a volte medio-ampollare. Viene mostrata la resezione rettale anteriore con dissezione dei linfonodi e rimozione del tessuto pelvico. La continuità intestinale viene ripristinata attraverso l'anastomosi primaria. A volte viene applicato uno stoma trasversale a scarico preventivo;

Tumore dell'ampullarongo medio e inferiore del retto. Viene eseguita l'estirpazione peritoneale-anale del retto. In questo caso, quasi tutto il retto con il tumore viene rimosso, lasciando solo l'apparato sfintere. Abbattendo il colon sigmoideo e fissandolo alla stampa anale, viene ripristinata la possibilità di defecazione naturale;

Cancro della regione anorettale ed eventuali tumori con danno allo sfintere. Viene eseguita l'estirpazione rettale peritoneale-perineale (operazione Quesnu-Miles). In questo caso, l'intero retto con l'apparato di chiusura e i linfonodi viene rimosso. Viene rimosso un ano innaturale, con il quale il paziente rimane per tutta la vita.

Chemioterapia per il cancro del retto

La chemioterapia svolge un ruolo importante nella prevenzione della ricorrenza del cancro del retto. Questo metodo di trattamento prevede l'infusione endovenosa di combinazioni di diversi farmaci chemioterapici antitumorali a cui le cellule tumorali del carcinoma del colon-retto sono sensibili. Tra questi farmaci: 5-fluorouracile, oxaliplatino, leucovorin. La chemioterapia con questi agenti è indicata come unico trattamento quando il tumore non può essere rimosso o in combinazione con un trattamento chirurgico. Se al momento dell'intervento sono state rilevate più metastasi nei linfonodi o singoli focolai metastatici nel fegato, la chemioterapia per il cancro del retto viene effettuata a lungo termine in cicli periodici per lungo tempo.

Dieta per il cancro del retto

Una corretta alimentazione per il cancro del retto dovrebbe essere data particolare attenzione. La dieta dovrebbe essere sufficientemente nutriente ed equilibrata in termini di qualità e quantità e non causare irritazione dell'intestino. Pertanto, dal menu sono esclusi piatti piccanti e grassi, spezie, alcool, carni affumicate, sottaceti e cibi in scatola. Sono sostituiti con insalate di verdure fresche, pesce magro e carni dietetiche, noci e prodotti lattiero-caseari fermentati. È molto importante organizzare correttamente la dieta in relazione alla distribuzione del volume giornaliero della dieta tra i pasti..

Nella tabella è mostrato un menu indicativo per una settimana per un paziente con una diagnosi accertata di cancro del retto:

Prevenzione del cancro del retto

La prevenzione del cancro del retto non è facile. Ciò è dovuto al fatto che non è sempre possibile influenzare tutte le sue cause..

Ma è in ogni persona il potere di sradicare quei fattori di rischio, la cui presenza aumenta la probabilità di sviluppare questa malattia dieci volte o di fare tutto in modo che la malattia che si è manifestata sia rilevata il più presto possibile:

Cura tempestiva delle malattie croniche del retto e del canale anale (emorroidi, ragadi, fistole, ecc.);

Combattere la costipazione;

Rifiutare il consumo eccessivo di grassi animali, fast food e arricchire la dieta con oli vegetali;

Ridurre al minimo il contatto con sostanze chimiche pericolose;

Sottoporsi a esami preventivi una o due volte l'anno.

Naturalmente, tutte queste attività non garantiscono una protezione del 100% contro il cancro del retto, ma riducono significativamente il rischio del suo verificarsi..

L'autore dell'articolo: Bykov Evgeny Pavlovich | Oncologo, chirurgo

Formazione scolastica: Diplomato in residenza presso il Centro oncologico scientifico russo intitolato a N. N. Blokhin "e ha conseguito un diploma nella specialità" Oncologo "