Cause, diagnosi e trattamento della debolezza delle gambe con osteocondrosi

L'osteocondrosi è caratterizzata da numerose e varie manifestazioni cliniche. Oltre al dolore alla schiena e al collo, i pazienti dell'ufficio del medico lamentano difficoltà nel camminare, salire e scendere le scale, piegare e girare il corpo.

Il motivo più comune per una diminuzione del range di movimento delle gambe con osteocondrosi è la debolezza muscolare. In assenza di intervento medico, la patologia degenerativa-distrofica può portare alla disabilità di una persona, immobilizzazione parziale o completa.

Può verificarsi debolezza delle gambe a causa dell'osteocondrosi?

È importante saperlo! I medici sono scioccati: "Esiste un rimedio efficace e conveniente per l'OSTEOCONDROSI". Altre informazioni.

A causa della compressione delle radici spinali da parte dei dischi, escrescenze ossee (osteofiti), diventano infiammate dall'edema. L'irritazione delle fibre nervose provoca spasmi muscolari e pizzicamento dei vasi sanguigni. Di conseguenza, il trofismo (nutrizione dei tessuti) è disturbato, la trasmissione degli impulsi nervosi al sistema nervoso centrale è sconvolta. Si verifica debolezza muscolare delle gambe, che è più caratteristica dell'osteocondrosi lombare. La sua intensità è maggiore con danno simultaneo alle vertebre lombari e sacrali. Se la patologia è localizzata nella regione cervicale o toracica, si avverte debolezza in tutto il corpo.

Cause di debolezza

La debolezza delle gambe è il principale segno della progressione dell'osteocondrosi, il coinvolgimento di tessuti sani nel processo patologico. Nel condurre la diagnostica strumentale (MRI, CT), è stata rivelata la relazione di questi cambiamenti morfologici nella colonna vertebrale con questo sintomo. È stato riscontrato che la gravità della debolezza muscolare delle gambe corrisponde al grado di danno distruttivo-degenerativo ai tessuti cartilaginei dei dischi..

L'infiammazione o il danno meccanico alle radici spinali portano a una violazione dell'innervazione. Affinché una persona possa fare un passo, è necessario contrarre contemporaneamente più gruppi muscolari. Ma la trasmissione degli impulsi nervosi è sconvolta, quindi il segnale impiega più tempo ad arrivare, elaborarlo e rispondere. Si verifica la cosiddetta sindrome dei "piedi di cotone". Una persona vuole fare un passo, ma il sistema nervoso centrale non invia il segnale necessario alle fibre muscolari.

Cause di debolezza delle gambe con osteocondrosiCaratteristiche caratteristiche del processo patologico
Limitazione intenzionale del movimentoIl dolore è il sintomo principale dell'osteocondrosi. Per evitare il suo aspetto, una persona limita deliberatamente la mobilità. La costante inattività delle fibre muscolari provoca la loro atrofia irreversibile
Deterioramento della circolazione sanguignaLa compressione dell'arteria vertebrale e altri vasi sanguigni porta a una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive, non solo nel cervello, ma in tutto il corpo. I tessuti muscolari perdono la capacità di rigenerarsi gradualmente atrofizzandosi

Sintomi aggiuntivi

La debolezza muscolare è spesso accompagnata da dolore nella localizzazione dell'osteocondrosi. Nella fase iniziale dello sviluppo della patologia, si verifica un lieve disagio. Una persona li attribuisce alla fatica dopo una giornata lavorativa o un intenso allenamento sportivo, quindi non cerca assistenza medica..

E l'osteocondrosi progredisce, provocando un'ulteriore distruzione dei dischi intervertebrali. Gli altri suoi segni specifici iniziano ad apparire gradualmente:

  • convulsioni toniche;
  • perdita di riflessi;
  • ridotta sensibilità;
  • parestesia, paresi;
  • cambiamento nell'andatura.

I dolori diventano acuti, penetranti, aggravati dal camminare, piegare o girare il corpo. Non sono più chiaramente localizzati, ma si irradiano nelle parti vicine del corpo. Nella fase di remissione compaiono solo lievi sensazioni dolorose, ma l'ipotermia o il sollevamento pesi sono sufficienti per esacerbare l'osteocondrosi.

Diagnostica

La diagnosi primaria viene effettuata sulla base di un esame esterno del paziente, delle sue lamentele, dei risultati di numerosi test funzionali per determinare la forza muscolare delle gambe e la sensibilità. Tale sintomatologia suggerisce uno studio mirato dei dischi intervertebrali interessati mediante discografia - radiografia con contrasto.

Studi elettrofisiologici possono essere utilizzati per determinare il grado e la localizzazione delle radici spinali e dei tessuti muscolari danneggiati:

  • potenziali evocati;
  • elettroneurografia;
  • elettromiografia.

Se si sospetta una protrusione o una formazione di ernia, viene prescritta la RM o la TC. Questi studi sono informativi per valutare lo stato delle strutture del tessuto connettivo - muscoli, terminazioni nervose, vasi sanguigni, apparato tendineo-tendineo.

Cosa fare in caso di debolezza delle gambe

Prendi immediatamente un appuntamento con un medico: neurologo, vertebrologo, terapista, ortopedico. La debolezza delle gambe non andrà via da sola - la causa deve essere affrontata. Viene eseguito un trattamento completo dell'osteocondrosi, che ha lo scopo di migliorare l'afflusso di sangue, prevenire la compressione dei vasi sanguigni e le terminazioni nervose sensibili e prevenire il ripetersi della patologia.

Terapia farmacologica

Per migliorare l'afflusso di sangue cerebrale e periferico ai tessuti con ossigeno e sostanze nutritive, ai pazienti vengono prescritti farmaci con ingredienti attivi cinnarizina, betaistina. Questi sono Stugeron, Betaver, Betaserk, Vestibo. Sono anche usati eufillina, pentossifillina, acido nicotinico, che dilatano i vasi sanguigni, prevengono la formazione di coaguli di sangue.

Se la debolezza delle gambe provoca spasmi muscolari, i miorilassanti Mydocalm, Sirdalud, Baklosan sono inclusi nei regimi di trattamento. L'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei - Nimesulide, Ibuprofen, Diclofenac, Meloxicam, Ketorolac - consente di interrompere la sindrome del dolore e allo stesso tempo di eliminare l'edema infiammatorio..

Fisioterapia

Quasi tutte le procedure fisioterapiche mostrate ai pazienti con osteocondrosi migliorano le condizioni dei muscoli delle gambe normalizzando la linfa e l'afflusso di sangue. Se le difficoltà di movimento sono associate al dolore, vengono prescritti elettroforesi, ultrafonoforesi con FANS, condroprotettori, anestetici, vitamine del gruppo B. Per ripristinare una circolazione sanguigna ottimale, aumentare la forza, l'elasticità delle fibre muscolari, vengono eseguite le seguenti procedure di fisioterapia:

Anche l'OSTEOCONDROSI "trascurata" può essere curata a casa! Ricorda solo di spalmarlo una volta al giorno..

Ai pazienti viene raccomandata la balneoterapia con acque minerali, fango, sanguisughe medicinali, terapia UHF, agopuntura.

Massaggio

Nel trattamento dell'osteocondrosi vengono praticate sedute di massaggio classico, digitopressione e segmentale. L'effetto meccanico sui muscoli delle gambe indeboliti stimola il loro rafforzamento, previene i cambiamenti atrofici delle fibre.

Il massaggio a vuoto manuale e con apparecchi con coppette mediche si è dimostrato efficace nel trattamento della patologia. In quest'ultimo caso, l'effetto terapeutico è dovuto alla differenza di pressione generata nei tessuti profondi e superficiali o ad una combinazione di vuoto e campo magnetico.

Fisioterapia

Immediatamente dopo la diagnosi, il paziente viene inviato dal medico della terapia fisica, che compone una serie individuale di esercizi per lui. Innanzitutto, gli allenamenti sono tenuti sotto il suo controllo su speciali simulatori che consentono di dosare accuratamente il carico. Dopo aver migliorato lo stato di salute, il paziente può esercitarsi in modo indipendente, anche a casa..

Le regole di base dell'allenamento sono la regolarità, l'esecuzione di movimenti lenti e fluidi con una bassa ampiezza. La comparsa di sensazioni dolorose dovrebbe essere un segnale per interrompere immediatamente l'esercizio..

Terapia manuale

Spesso, la trazione della colonna vertebrale - trazione - consente di evitare l'intervento chirurgico nell'osteocondrosi. Può essere asciutto o sott'acqua. Indipendentemente dal metodo di attuazione, il risultato della trazione è un aumento della distanza tra i corpi vertebrali, l'esclusione della compressione delle radici spinali e dei vasi sanguigni da parte loro.

La trazione viene eseguita come prescritto da un medico ea casa. Appendere al bar è molto efficace.

Chirurgia

La debolezza delle gambe è spesso uno dei principali sintomi di complicanze derivanti dall'osteocondrosi: sindrome radicolare, sindrome dell'arteria vertebrale. In queste fasi della patologia, ai pazienti viene mostrato un intervento chirurgico, che diventa l'unico modo per mantenere la mobilità ed evitare la disabilità. La terapia chirurgica viene eseguita anche nei seguenti casi:

  • inefficacia del trattamento conservativo per diversi mesi sullo sfondo della rapida progressione dell'osteocondrosi;
  • la formazione di mielopatia discogena, provocando la comparsa di paresi periferiche e attacchi sensibili, perdita di sensibilità.

Durante l'operazione, la compressione del midollo spinale viene eliminata rimuovendo il disco intervertebrale e la decompressione del canale spinale. Vengono utilizzati vari metodi di intervento chirurgico: microdiscectomia, valorizzazione della puntura del disco, ricostruzione laser, posizionamento dell'impianto, stabilizzazione del segmento spinale danneggiato.

Rimedi popolari

Nessun rimedio preparato secondo le ricette della medicina tradizionale aiuterà a sbarazzarsi della debolezza muscolare delle gambe. Tinture di alcol e olio, decotti, impacchi possono eliminare temporaneamente solo sensazioni dolorose. La debolezza delle gambe è un segno di grave danno alle radici spinali, ai singoli gruppi muscolari, ai vasi sanguigni grandi e piccoli. In tali casi, spesso non è richiesta solo una terapia conservativa, ma anche un intervento chirurgico..

Pericoli di condizione

L'osteocondrosi cervicale, toracica, lombosacrale si verifica sempre sullo sfondo della distruzione dei dischi intervertebrali. Diventano piatti, meno resistenti ed elastici e perdono le loro proprietà di ammortizzazione. Ciò porta a una diminuzione della distanza tra i corpi vertebrali adiacenti e la loro instabilità. In futuro, l'anello fibroso del disco non resiste ai carichi e viene danneggiato. Il nucleo polposo sporge oltre i confini del canale spinale, aumentando la gravità dei sintomi.

La condizione patologica è caratterizzata da intorpidimento, debolezza delle gambe e delle braccia, che, se non trattata, precedono la comparsa di paresi, atrofia e cambiamenti nei riflessi tendinei. Nella fase finale dello sviluppo dell'osteocondrosi lombare, la minzione e i movimenti intestinali sono compromessi.

Prevenzione e prognosi

La debolezza muscolare delle gambe segnala gravi alterazioni distruttive e degenerative in una delle sezioni della colonna vertebrale. Molto spesso, questo sintomo si nota con un'ernia già formata, sindrome radicolare.

Solo nella mielopatia discogena, il deficit neurologico persiste anche dopo l'intervento chirurgico. In altri casi, la prognosi è favorevole con un trattamento tempestivo..

La prevenzione della debolezza muscolare consiste nella terapia fisica regolare e nella ginnastica, escluso uno sforzo fisico eccessivo. I neurologi raccomandano di smettere di fumare e fumare, che compromettono la circolazione sanguigna nelle gambe.

Articoli simili

Come dimenticare dolori articolari e osteocondrosi?

  • I dolori articolari limitano i tuoi movimenti e una vita appagante...
  • Sei preoccupato per il disagio, lo scricchiolio e il dolore sistematico...
  • Forse hai provato un sacco di medicine, creme e unguenti...
  • Ma a giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe, non ti hanno aiutato molto...

Ma l'ortopedico Valentin Dikul afferma che esiste un rimedio davvero efficace per l'OSTEOCONDROSI! Leggi di più >>>

Debolezza nelle gambe

Questo sintomo può essere associato a una serie di malattie diverse, comprese quelle gravi. Quale debolezza delle gambe può indicare, quali sintomi possono accompagnarla e cosa fare in tali situazioni?

Cause della condizione e sintomi associati

La debolezza delle gambe, come qualsiasi altra debolezza muscolare, non è una malattia indipendente, ma solo uno dei segni di un numero enorme di condizioni patologiche. Nella maggior parte dei casi, questo è un sintomo allarmante che non può essere ignorato. Può essere causato dallo sviluppo di varie malattie gravi e spesso il paziente ha bisogno di cure mediche urgenti. Elenchiamo le cause più comuni di debolezza alle gambe.

Le distrofie muscolari sono un gruppo di malattie genetiche che includono più di 30 patologie in cui le fibre muscolari sono danneggiate e indebolite. È associato a una carenza della distrofina proteica, che è essenziale per la normale funzione muscolare. La malattia può manifestarsi a qualsiasi età, anche se molto spesso i suoi sintomi diventano evidenti durante l'infanzia. I ragazzi si ammalano più spesso delle ragazze. I sintomi della distrofia muscolare dipendono dal suo tipo. Tuttavia, la comparsa di debolezza, anche nelle gambe, difficoltà nella deambulazione e riduzione dei riflessi, diventa comune a tutte le patologie. Nel tempo, altri sintomi si uniscono, come respirazione compromessa, deglutizione e così via 1.

La miastenia grave è una malattia autoimmune in cui il corpo attacca i recettori dell'acetilcolina, che porta a una compromissione della trasmissione neuromuscolare. I principali segni di miastenia grave sono debolezza e affaticamento dei muscoli striati, compresi i muscoli degli arti. La miastenia grave comprende anche difficoltà a salire le scale, paralisi facciale, difficoltà respiratorie, difficoltà a deglutire e masticare, raucedine, palpebre cadenti e altri sintomi 2.

La neuropatia periferica è una condizione in cui si verificano danni alle fibre nervose sullo sfondo di varie malattie e condizioni, ad esempio traumi, malattie sistemiche (diabete, epatite), infezione, patologia congenita. Oggi sono noti più di 100 tipi di neuropatie periferiche, ognuna delle quali ha caratteristiche del suo decorso e trattamento. La debolezza delle gambe si verifica quando i neuroni motori sono danneggiati, le cellule nervose che forniscono coordinazione motoria e mantengono il tono muscolare 3.

La malattia di Pompe è una rara malattia ereditaria che può manifestarsi a qualsiasi età, da 0 a 75 anni o anche di più. È ereditato in modo autosomico recessivo e si manifesta in un complesso di sintomi. I segni caratteristici della malattia di Pompe sono debolezza muscolare generale, debolezza delle gambe, diminuzione del tono muscolare, compromissione della respirazione, mancanza di respiro anche con sforzo leggero, iperlorodosi, cambiamento dell'andatura e instabilità quando si cammina. a volte - interruzione del cuore (cardiomiopatia), inoltre, i pazienti possono lamentare sonnolenza, aumento della fatica, perdita dell'udito. La malattia di Pompe a esordio tardivo può manifestarsi in età adulta e l'insorgenza dei sintomi è generalmente graduale. Poiché la patologia è rara, è spesso difficile stabilire una diagnosi. A volte ci vogliono anni. Per accelerare la diagnosi e scegliere il trattamento giusto, è importante essere attenti alle proprie condizioni e analizzare l'intero complesso di sintomi 4.

La malattia di Graves è una malattia autoimmune in cui sono colpite le ghiandole tiroidee. Spesso la malattia di Graves porta allo sviluppo dell'ipertiroidismo. I sintomi della malattia sono specifici. Insieme alla debolezza delle gambe e alla generale debolezza muscolare, i pazienti sono preoccupati per irritabilità, disturbi del sonno, battiti cardiaci frequenti, intolleranza al calore, diarrea e perdita di peso inspiegabile. I segni esterni della malattia di Graves sono sporgenti e sporgenti nel collo (a causa di una ghiandola tiroidea ingrossata) 5.

La sindrome di Guillain-Barré è una rara malattia autoimmune in cui il sistema immunitario colpisce parte del sistema nervoso periferico. Di solito la sindrome si sviluppa dopo un'infezione batterica o virale, a volte la vaccinazione o la chirurgia sono il fattore scatenante. Può svilupparsi a qualsiasi età, ma i sintomi compaiono più spesso negli adulti. I primi sintomi della malattia sono debolezza e formicolio alle gambe, che poi si diffondono sul viso e sulle mani. Questo a volte porta alla paralisi. In alcuni pazienti, i muscoli respiratori sono interessati, a causa della quale la respirazione è compromessa, ci sono difficoltà nel parlare, deglutizione 6.

La sclerosi multipla è una malattia cronica progressiva in cui sono interessate varie parti del sistema nervoso centrale. Il motivo rimane sconosciuto. Si presume che la malattia si sviluppi sotto l'influenza di fattori genetici ed esterni. Nella sclerosi multipla, il sistema immunitario attacca la guaina protettiva delle fibre nervose chiamata mielina. La malattia si manifesta in un complesso di sintomi. I più comuni sono affaticamento muscolare, spasmi, tremori nei muscoli, difficoltà a camminare, dolore 7.

La sciatica si sviluppa a causa del pizzicamento (compressione) delle radici della colonna lombare. Ciò si verifica sullo sfondo di lesioni del disco o restringimento del canale spinale. Il sintomo principale è il dolore acuto che si diffonde dalla parte bassa della schiena alle estremità, di solito su un lato del corpo. Inoltre, possono svilupparsi debolezza o intorpidimento delle gambe 8.

La debolezza delle gambe può apparire anche in altre malattie e condizioni..

Come diagnosticare la malattia?

La comparsa di debolezza nelle gambe è un motivo per consultare un medico. Condurrà un esame clinico, studierà l'anamnesi e, se necessario, ti farà riferimento per la consultazione a specialisti ristretti, ad esempio un genetista, un neurologo.

Poiché la debolezza delle gambe può essere causata da una serie di malattie, è necessario un esame completo per capire esattamente cosa ha causato il quadro clinico. Può includere:

  • Esame neurologico;
  • Diagnostica di laboratorio - analisi generali e biochimiche di sangue, urine, ecc.;
  • Esame genetico - se si sospetta lo sviluppo di distrofie muscolari ereditarie;
  • Diagnostica strumentale - ecografia, radiografia, risonanza magnetica, tomografia computerizzata, elettroencefalografia, elettromiografia, ecc..

Quale trattamento è prescritto per la debolezza delle gambe?

La terapia viene prescritta dopo un esame e una diagnosi approfonditi. Quindi, nelle malattie croniche (miodistrofia, miastenia grave, sclerosi multipla), l'obiettivo del trattamento è migliorare la qualità della vita del paziente, alleviare la condizione e rallentare la progressione. Con la sindrome di Guillain-Barré, il sistema nervoso si ripristina da solo e gli sforzi dei medici mirano a mantenere le funzioni del corpo.

Nelle neuropatie periferiche, il compito è controllare in modo ottimale la malattia di base e, se necessario, alleviare il dolore con farmaci antinfiammatori non steroidei..

Il forte dolore e la debolezza delle gambe causati da un nervo pizzicato scompare da solo dopo il riposo. A volte vengono prescritti farmaci per alleviare la condizione: farmaci antinfiammatori non steroidei, anticonvulsivanti e altri.

Previsione e prevenzione

La prognosi dipende da quale malattia ha causato la debolezza delle gambe. Le misure preventive si basano sulla compensazione di malattie, sullo sfondo del quale si sviluppa un danno ai nervi periferici, principalmente diabete mellito, prevenzione delle lesioni.

Debolezza nelle gambe

La debolezza delle gambe è una diminuzione della forza muscolare o una sensazione soggettiva di affaticamento degli arti inferiori. Il sintomo si verifica quando le parti centrali o periferiche del sistema nervoso, le sinapsi mioneurali e i muscoli scheletrici sono danneggiati. È possibile stabilire la causa delle violazioni sulla base dei risultati di una visita medica, di metodi di ricerca di laboratorio e strumentali. Il trattamento della debolezza delle gambe comporta terapia farmacologica, riabilitazione complessa.

Cause di debolezza alle gambe

Malattie neurologiche

I disturbi del sistema nervoso sono una causa comune di debolezza delle gambe. La violazione della conduzione degli impulsi lungo i motoneuroni centrali o periferici porta a una riduzione obiettiva della forza muscolare - paresi flaccida o spastica. Sono interessati solo gli arti inferiori o il processo si estende alle mani. Nella neurologia pratica si incontrano le seguenti condizioni:

  • Strokes. Il danno locale alla corteccia del lobo frontale provoca la monoparesi centrale. La perdita delle funzioni motorie è accompagnata da un aumento dei riflessi tendinei degli arti inferiori, segni del piede patologico, ipertonicità spastica.
  • Sclerosi laterale amiotrofica. Il danno degenerativo ai motoneuroni si manifesta con debolezza muscolare delle gambe (una o entrambe). C'è imbarazzo alla caviglia, rigidità del piede, alterazioni dell'andatura, inciampare nei pazienti.
  • Sindrome di Guillain Barre. La polradiculoneuropatia autoimmune acuta inizia con debolezza dei glutei e delle cosce con parestesie delle dita dei piedi. La paresi flaccida è accompagnata da dolore nella regione lombosacrale e nella cintura pelvica con irradiazione alla gamba, segni di tensione alle radici.

La paresi delle estremità si trova nel trauma, derivante da una violazione dell'integrità dei percorsi (a causa di lesioni, fratture, dopo le operazioni). Con un danno unilaterale al midollo spinale a livello dei segmenti lombari, si verifica una debolezza in una gamba (monoparesi inferiore). In caso di danno al nervo peroneale, i pazienti notano la caduta del piede, l'andatura assume l'aspetto di un "gallo" o "scalpello".

Malattie della colonna vertebrale

Tra le cause di debolezza delle gambe, un posto importante è dato alla sconfitta delle strutture della colonna vertebrale. La compressione delle radici nervose è causata da osteofiti nell'osteocondrosi, ernie intervertebrali, corpi vertebrali distrutti - a causa di osteoporosi, tubercolosi, processo metastatico. Questa situazione si osserva con spondiloartrosi, spondilolistesi (spostamento dei segmenti vertebrali).

Il dolore e la debolezza delle gambe sono segni tipici di radicolopatia e la loro localizzazione corrisponde ai nervi interessati. Caratterizzato da sindrome del dolore del tipo di lombodinia e ischialgia lombare, aggravata dai movimenti, sollevamento pesi. Il quadro è completato da una ridotta sensibilità (intorpidimento, parestesia), atrofia muscolare, cambiamenti vegetativo-trofici sul lato interessato.

Patologia endocrina

I disturbi ormonali spesso provocano debolezza alle gambe, i sintomi possono essere causati da una violazione di molti tipi di metabolismo: proteine, lipidi, carboidrati, energia, elettrolita. Si osservano danni ai muscoli, connessioni mioneurali o vie nervose. La causa della debolezza delle gambe dovrebbe essere ricercata tra le seguenti condizioni:

  • Ipercortisolismo. È caratterizzato da una graduale riduzione della forza e dell'atrofia dei muscoli prossimali degli arti, scarsa tolleranza all'esercizio. Ulteriori segni sono strie sulla pelle, ipertensione arteriosa, aumento di peso.
  • Morbo di Addison. Si manifesta con affaticamento patologico, un lungo periodo di recupero dopo l'esercizio fisico, crampi alle estremità inferiori. La vera debolezza muscolare con un calo di forza è meno comune..
  • Iperaldosteronismo. I disturbi neuromuscolari con aumento della secrezione di aldosterone sono accompagnati da debolezza persistente, con un decorso prolungato della malattia, si verifica l'atrofia delle aree prossimali.
  • Ipotiroidismo Una carenza di ormoni tiroidei provoca debolezza e dolore alle gambe (mialgia). Sono coinvolti i muscoli prossimali, compaiono spasmi muscolari, rallentamento dei processi di contrazione e rilassamento.
  • Tireotossicosi. Si osservano debolezza e atrofia muscolare delle estremità prossimali, sebbene i pazienti stessi spesso non provino fastidio. La malattia può essere complicata da miastenia grave, paralisi periodica.
  • Iperparatiroidismo. I muscoli femorali e delle spalle sono interessati. Debolezza e atrofia muscolare combinate con rivitalizzazione dei riflessi tendinei.

Con il diabete mellito a lungo termine, viene rivelata la polineuropatia sensomotoria distale simmetrica. Nel tempo, la debolezza dei piccoli muscoli del piede si unisce a disturbi sensibili (ipo e parestesia, dolore) e i riflessi di Achille diminuiscono o scompaiono completamente. Il coinvolgimento del sistema propriocettivo è indicato dall'instabilità nella posizione di Romberg..

miopatie

La debolezza delle gambe a causa di danni muscolari si verifica non solo nella patologia endocrina. La struttura eziologica delle miopatie è rappresentata da disturbi immunopatologici, infettivi-infiammatori, metabolici, comprese le malattie ereditarie. Le seguenti condizioni diventano la causa della debolezza miopatica delle gambe:

  • Autoimmune. La dermatomiosite o la polimiosite colpiscono i muscoli prossimali: la debolezza varia dalla difficoltà a salire le scale fino alla completa immobilità. Caratterizzato da mialgia, perdita di peso, febbre. Fenomeno di Raynaud, la poliartrite è comune.
  • Infettiva. Sono accompagnati da dolore locale o diffuso, gonfiore muscolare. La debolezza con invasioni parassitarie (toxoplasmosi, trichinosi) può imitare la polimiosite. La pseudoipertrofia dei muscoli della cintura pelvica è tipica della cisticercosi.
  • L'ipopotassiemia elettrolitica è caratterizzata da mialgia, sensazione di gambe stanche, debolezza, sintomi di ipomagnesemia associati a ridotta conduzione neuromuscolare. Un aumento della concentrazione di calcio provoca debolezza e rigidità dei movimenti, che si manifesta con un'andatura "anatra".
  • Scambio. I disturbi del metabolismo del glicogeno muscolare e dei lipidi sono caratterizzati da bassa tolleranza all'esercizio fisico, debolezza dei muscoli del bacino e delle cinture della spalla. Dopo uno sforzo prolungato, compaiono mialgie, convulsioni, mioglobinuria..
  • Mitocondriale. La fatica e la debolezza muscolare prossimale delle gambe si verificano con oftalmoplegia progressiva. La riduzione della forza muscolare si verifica nelle sindromi MERFF, MMC, NARP.

La miosite granulomatosa nella sarcoidosi è accompagnata da una debolezza che aumenta lentamente, principalmente dei muscoli prossimali degli arti, nodi nei muscoli. Qualsiasi ARVI si manifesta con dolori e affaticamento, miosite con gonfiore muscolare, il dolore è possibile. Con l'infezione da enterovirus, a volte si osserva una sindrome simile alla dermatomiosite.

Distrofie muscolari progressive

Molte distrofie muscolari, malattie ereditarie causate da mutazioni dei geni responsabili della sintesi di alcune proteine ​​strutturali, iniziano con la debolezza dei muscoli delle gambe. Con la distrofia di Duchenne, i muscoli delle cosce e della cintura pelvica vengono colpiti per la prima volta: l'andatura diventa "anatra", è difficile per i bambini salire le scale, alzarsi da una posizione accovacciata. Tono muscolare ridotto, pseudoipertrofia, contratture di flessione.

Gli stessi sintomi, ma con uno sviluppo successivo e una lenta progressione, sono caratteristici della distrofia muscolare di Becker. La forma giovanile di Erba-Roth debutta anche con una lesione della cintura pelvica, debolezza dei muscoli glutei. I riflessi profondi degli arti inferiori scompaiono gradualmente. Con la miopatia di Davidenkov, i muscoli del piede soffrono: flessori, rapitori. Innanzitutto, ci sono difficoltà durante la corsa, quindi - andatura "a gallo", incapacità di stare in piedi sui talloni.

Miastenia grave

Grave debolezza alle gambe e affaticamento si osservano con miastenia grave. La malattia si basa sull'aggressione autoimmune contro i recettori dell'acetilcolina della sinapsi mioneurale. I sintomi aumentano con lo sforzo, diminuiscono dopo il riposo e ritornano dallo stress ripetuto. Le gambe e le braccia prossimali sono più comunemente coinvolte, mentre i riflessi tendinei rimangono invariati.

Lo sviluppo di miastenia grave è associato a tumore e iperplasia del timo, malattie autoimmuni - tiroidite, artrite reumatoide, lupus eritematoso. I fattori predisponenti includono patologia infettiva, interventi chirurgici. L'assunzione di alcuni farmaci svolge un ruolo importante: aminoglicosidi, calcio-antagonisti, chinino.

Disturbi vascolari

La debolezza delle gambe come sintomo di disturbi vascolari accompagna le vene varicose, l'obliterazione dell'endarterite, l'aterosclerosi degli arti inferiori. L'espansione delle vene safene della parte inferiore della gamba è accompagnata da una maggiore affaticamento, una sensazione di pesantezza e distensione, gonfiore, che si intensifica di sera. Spesso ci sono dolori lungo le vene colpite, crampi ai muscoli del polpaccio.

Segni tipici di lesioni occlusive arteriose sono la rapida affaticamento delle gambe quando si cammina, "claudicatio intermittente". L'ischemia tissutale si manifesta con dolore, una sensazione di intorpidimento e contrazione nei muscoli sotto stress. Dopo il riposo, i sintomi scompaiono gradualmente, ma quando si riprende a camminare, si sviluppano di nuovo. Con l'obliterazione dell'endarterite, vi è debolezza nella gamba sinistra o destra, mentre l'aterosclerosi è di solito un processo bilaterale.

Intossicazione

A volte la causa della debolezza nei muscoli delle gambe è il danno al tessuto nervoso e muscolare da sostanze tossiche. I composti organofosfati e i carbammati (insetticidi), che inibiscono l'attività della colinesterasi, hanno un effetto negativo sulla sinapsi mioneurale. La funzione delle fibre nervose e dei gangli è disturbata dai metalli pesanti: piombo, tallio, mercurio, arsenico, tellurio.

La polineuropatia alcolica merita un'attenzione speciale, in cui sono colpite principalmente le estremità inferiori: le gambe prima fanno male, poi appare la debolezza. La paresi è caratterizzata da ipotonia muscolare con una forte diminuzione della sensibilità propriocettiva, perdita di tendini e riflessi periostali e atassia. I muscoli si atrofizzano rapidamente.

Diagnostica

Per capire quale malattia ha causato debolezza alle gambe, aiutare con i dati dell'esame clinico, supportati dai risultati di metodi aggiuntivi. L'elenco delle procedure diagnostiche è determinato da un neurologo sulla base delle informazioni ottenute durante un'indagine del paziente e un esame neurologico. Possono essere eseguiti i seguenti studi:

  • Analisi del sangue. Nell'emogramma, si presta attenzione agli indicatori di sangue rosso, formula dei leucociti, VES. L'analisi biochimica consente di rilevare violazioni dei livelli ormonali o del metabolismo degli elettroliti, enzimi muscolari, anticorpi specifici.
  • Radiografia. Le condizioni delle strutture ossee della colonna vertebrale e del cranio possono essere valutate usando immagini convenzionali prese in due proiezioni. Ma lo studio ha una bassa risoluzione, non rivela cambiamenti nei tessuti molli.
  • Tomografia. La TC è la tecnica di imaging preferita per ictus recenti, tumori, ematomi e fratture della fossa posteriore. La patologia diffusa della sostanza del midollo spinale e del cervello è determinata in modo più accurato dalla risonanza magnetica.
  • Mielografia. La pervietà del canale cervicale viene specificata quando un mezzo di contrasto radiopaco viene iniettato nello spazio subaracnoideo. La mielografia è indicata per ernie intervertebrali, lesioni spinali, tumori.
  • Elettroneuromiografia. Le malattie accompagnate da alterata conduzione nervosa vengono diagnosticate in base ai dati ENMG. Durante lo studio, il nervo periferico viene stimolato con impulsi elettrici, seguito dalla registrazione della risposta muscolare.

Per rilevare le malattie vascolari, vengono prescritti l'angioscanning ad ultrasuoni e la reovasografia. Le endocrinopatie richiedono ultrasuoni della tiroide e delle ghiandole paratiroidi, ghiandole surrenali, nelle persone con miastenia grave, si stima la dimensione del timo. La diagnosi delle malattie ereditarie viene effettuata mediante test genetici molecolari citogenetici.

Trattamento

Aiuto prima della diagnosi

Le condizioni acute, in cui appare una grave debolezza delle gambe, sono solitamente provocate da colpi e lesioni. Le misure urgenti per la violazione delle funzioni vitali includono intubazione con ventilazione meccanica, stabilizzazione della pressione sanguigna, eliminazione dell'edema cerebrale. La terapia ictus indifferenziata viene eseguita con agenti cerebroprotettivi. La presunta lesione spinale richiede l'immobilizzazione della colonna cervicale, il trasporto su una barella rigida.

Terapia conservativa

Il trattamento della debolezza muscolare delle gambe ha lo scopo di eliminare la causa e i meccanismi patologici coinvolti nel suo sviluppo. La terapia acuta e la correzione di supporto delle malattie croniche vengono eseguite con farmaci di vari gruppi. Con una diminuzione della forza degli arti, l'uso dei seguenti farmaci è patogeneticamente giustificato:

  • Agenti neuroprotettivi. Sono usati per minimizzare l'impatto negativo sui neuroni, per proteggerli dai danni. Queste proprietà sono possedute da antiossidanti (messidolo, acido lipoico), agenti vasoattivi (nimodipina, vinpocetina), nootropi (piracetam).
  • Immunocorrectors. Le malattie di origine autoimmune sono trattate con citostatici (metotrexato, azatioprina, ciclosporina), immunoglobuline, glucocorticoidi. I farmaci steroidi sono indicati come agenti antinfiammatori, stabilizzanti della membrana, per la terapia sostitutiva della malattia di Addison.
  • Disintossicante. Il legame e l'escrezione di sostanze tossiche dall'organismo è fornito da agenti complessanti (unitiol, tiosolfato di sodio, tetacina di calcio), terapia di infusione. Nei casi più gravi, sono raccomandati metodi di disintossicazione extracorporea (emosorbimento, plasmaferesi).

La miastenia grave richiede la nomina di farmaci anticolinesterasici, per la radiculo- e neuropatie vertebrogeniche con dolore, i FANS, le vitamine del gruppo B. Il programma di riabilitazione per i pazienti con debolezza delle gambe comprende fisioterapia, massaggio, terapia fisica. Il trattamento complesso della paresi prevede la kinesioterapia, la correzione ortopedica.

Chirurgia

La necessità di correzione chirurgica con la rimozione della ghiandola del timo si verifica nella miastenia grave grave. Gli ematomi del midollo vengono eliminati chirurgicamente; negli ictus ischemici vengono utilizzate tecniche di riperfusione (trombolisi selettiva, endarterectomia, shunt). Per eliminare la compressione delle radici spinali, sono necessarie operazioni di decompressione..

Trattamento sperimentale

C'è una costante ricerca di nuovi metodi di terapia per malattie socialmente disadattabili e gravi. Le possibilità di eculizumab nella sindrome di Guillain-Barré sono allo studio. Riluzolo ha già mostrato efficacia nel trattamento della sclerosi laterale amiotrofica; ci sono raccomandazioni per l'uso di rituximab in pazienti con miastenia grave. La terapia genica e cellulare sono considerate aree promettenti.

Debolezza alle gambe, vertigini, affaticamento: sintomi di quale malattia e come trattare a casa

Sintomi allarmanti a un certo stadio della vita tormentano quasi ogni persona. La debolezza delle gambe può manifestarsi improvvisamente o gradualmente. Può indicare una grave patologia del sistema nervoso, cardiovascolare o endocrino. Quindi non prenderlo alla leggera..

Descrizione del sintomo

Per la prima volta, i segni di debolezza possono essere notati in giovane età, molto spesso le donne che hanno circa 30 anni soffrono di questo sintomo. Nelle persone anziane, diversi muscoli dell'arto non funzionano correttamente contemporaneamente, questo accade in caso di malattie gravi. Di solito vengono diagnosticati in pazienti di età superiore ai 70 anni..

Il corpo può indebolirsi in modo complesso con affaticamento cronico, ma un sintomo più allarmante è il disagio in uno o entrambi gli arti in un momento in cui, in generale, una persona si sente allegra. Inoltre, il paziente può avvertire altri sintomi:

  • dolore ai muscoli e alle articolazioni;
  • rigonfiamento;
  • convulsioni;
  • bruciando;
  • scolorimento della pelle - pallore, scolorimento blu o arrossamento;
  • gambe tremanti;
  • perdita di sensibilità.

Nel raccogliere l'anamnesi, i medici prestano particolare attenzione ai sintomi, poiché una diminuzione del tono nelle estremità inferiori può essere un segno di disturbi non solo del sistema muscolo-scheletrico. Con l'affaticamento generale del corpo, tremori e debolezza si avvertono anche in tutto il corpo, e specialmente nelle gambe. Nel diabete, questa condizione è accompagnata da perdita di sensibilità agli arti..

Il quadro delle malattie è sempre diverso, non esiste un elenco al 100% di segni che possano indicare una patologia specifica, che complica la diagnosi.

Cause del sintomo

Molto spesso, i pazienti che hanno problemi di debolezza alle gambe si rivolgono a un ortopedico, che potrebbe non rilevare violazioni. Inizialmente, il paziente deve prendere un appuntamento con un terapeuta e solo allora, secondo la sua direzione, andare al trattamento con specialisti ristretti. Ciò è dovuto al fatto che il sintomo accompagna molte malattie..

Disordini muscolo-scheletrici

Con queste malattie, senti che i problemi risiedono nei muscoli delle gambe. Ciò può essere dimostrato dall'instabilità dell'andatura. Ciò può accadere dopo un infortunio, sovraccaricandoli. I medici chiamano questo sintomo affaticamento muscolare cronico. Può anche essere causato da una mancanza di proteine ​​nella dieta..

Le patologie della colonna vertebrale possono anche provocare debolezza. In questo caso, una persona sarà tormentata non solo da problemi agli arti: la schiena (specialmente la regione lombare), il ginocchio, l'articolazione dell'anca possono ferire:

  • distrofia muscolare;
  • miastenia grave;
  • osteocondrosi:
  • spondilosi;
  • ernia intervertebrale;
  • scoliosi;
  • sovraccarico professionale;
  • miopatia;
  • piedi piatti;
  • polimiosite;
  • dermatomiosite;
  • miosite;
  • mancanza di proteine ​​nel corpo.

Disturbi endocrinologici

Con il diabete mellito si sviluppa la neuropatia dei piedi - è accompagnata da perdita di sensibilità degli arti, intorpidimento e pesantezza quando si cammina. Inoltre, non è raro che il paziente provi tremori muscolari in tutto il corpo. Sintomi simili si verificano quando la corteccia surrenale e la ghiandola tiroidea non funzionano correttamente. • diabete;

  • avitaminosi;
  • disidratazione;
  • Anemia da carenza di ferro.

Avvelenamento e infezioni In queste malattie, i sintomi appaiono caratteristici del loro decorso. Per le infezioni, di solito sono:

  • calore;
  • brividi, febbre;
  • vertigini;
  • dolore nei muscoli di tutto il corpo;
  • Segni ORL.

In caso di avvelenamento, nausea, vomito e scolorimento della pelle vengono aggiunti ai segni di intossicazione. Le ragioni possono essere:

  • malattie più infettive e virali;
  • avvelenamento con medicine, sostanze chimiche e altre sostanze;
  • botulismo;
  • intossicazione acuta da avvelenamento da alcol.

Disturbi del flusso sanguigno venoso

I sintomi di disturbi del flusso sanguigno venoso possono comparire dopo una giornata lavorativa o una lunga camminata. Il motivo di una visita a un flebologo potrebbe essere:

  • pesantezza agli arti inferiori;
  • disagio quando si cammina;
  • rigonfiamento;
  • il loro intorpidimento;
  • polpacci;
  • diminuzione della temperatura delle gambe;
  • stanchezza senza motivo.

Questi segni possono essere visti prima che appaiano le caratteristiche vene del ragno. Le conseguenze sono serie:

  • vene varicose;
  • trombosi;
  • blocco dei vasi sanguigni con placche di colesterolo;
  • aumento della fragilità dei vasi sanguigni, diminuzione dell'elasticità delle loro pareti.

Malattie cardiache

Con le malattie cardiache, una grave debolezza delle gambe, che si verifica improvvisamente, vertigini, aumento della sudorazione, pallore della pelle è una ragione per una visita urgente da un medico. Se le gambe cedono mentre si cammina e si sviluppa improvvisamente, non è necessario attendere un appuntamento con un cardiologo, chiamare un'ambulanza:

  • infarto miocardico;
  • aritmia;
  • ictus in via di sviluppo.

La distonia vegetovascolare si manifesta come segue:

  • il corpo nel suo complesso si indebolisce, il tono diminuisce;
  • vertigini;
  • battito cardiaco accelerato;
  • soffocamento in aree scarsamente ventilate.

VSD è un problema non solo per i residenti di megalopoli, questa malattia si riscontra sempre più tra la popolazione di insediamenti e villaggi. La causa della patologia sono i disturbi della dieta, del sonno, dello stress.

Patologie neurologiche

Le patologie neurologiche non sono meno pericolose delle malattie cardiache. Con loro, la debolezza è il sintomo principale, con esso un arto può essere rimosso, sia la metà destra che sinistra del corpo. Le gambe possono letteralmente lasciare il posto, nel tempo questa sintomatologia aumenterà solo di intensità. Questi includono:

  • ictus;
  • Paralisi cerebrale;
  • patologia del sistema nervoso periferico;
  • nevrosi;
  • danno al midollo spinale o al cervello causato da un trauma;
  • complicanze delle infezioni virali.

Perché c'è debolezza degli arti inferiori al mattino?

Durante l'assunzione della storia, il medico ti chiederà sicuramente quando avverti disagio nei muscoli delle gambe. Se l'impotenza si verifica più spesso al mattino, una delle malattie ha portato ad esso:

  • insufficienza della funzione surrenale;
  • neuropatia diabetica;
  • aterosclerosi;
  • vene varicose;
  • ipertiroidismo;
  • violazione del cuore;
  • iperparatiroidismo;
  • ipoglicemia.

Con i disturbi cardiaci, il flusso sanguigno diminuisce, quindi quando ti svegli potresti avvertire debolezza alle gambe, tremori e intorpidimento. Una condizione simile si verifica con le vene varicose e l'aterosclerosi. Il flusso sanguigno è difficile a causa di problemi vascolari anche di giorno e dopo il risveglio i sintomi sono più pronunciati..

La relazione tra debolezza ed età o condizione fisica

Le cause della malattia possono dipendere dall'età e dalla salute del paziente. A rischio sono le donne che trascorrono molto tempo durante il giorno in piedi, ma non solo notano questo sintomo in se stesse.

Bambini e debolezza alle gambe

Nei bambini piccoli, un sintomo può essere un segnale di malattie:

  • rachitismo;
  • violazione del tono muscolare dopo la nascita di un bambino (nel tempo, il bambino impara a gattonare e camminare, sviluppa gli arti, smette di piegarsi);
  • paraplegia;
  • processi infiammatori a livello renale, epatico, vescicale;
  • intossicazione, ARVI;
  • patologie del sistema muscolo-scheletrico (congenite e acquisite);
  • Paralisi cerebrale, trauma alla nascita e patologie genetiche.

Il problema di diagnosticare i bambini è che potrebbero non lamentarsi a lungo del disagio, quindi non si dovrebbero trascurare gli esami regolari da parte di un pediatra e altri specialisti..

Adolescenti Nell'adolescenza, l'arco delle gambe si verifica per gli stessi motivi di un'età precedente. Se questo sintomo è apparso per la prima volta dopo i 12-14 anni, il problema è nella ristrutturazione del corpo, che cresce. L'instabilità ormonale non richiede trattamento.

Impotenza durante la gravidanza

Nelle donne in gravidanza, questo può essere un segno di tali problemi:

Durante l'inizio della gravidanza, parte dei processi fisiologici viene accelerata, il resto svanisce sullo sfondo.

La ristrutturazione della circolazione sanguigna porta al fatto che agli arti inferiori viene fornito sangue peggiore. In un periodo successivo, la debolezza muscolare si verifica a causa di un aumento del peso di una donna, del feto, dei cambiamenti nella postura.

Anziani e debolezza

In una persona anziana, il più delle volte si verificano debolezza e tremore a causa di una delle patologie:

  • conduzione nervosa;
  • sistema muscoloscheletrico;
  • afflusso di sangue alle gambe (aterosclerosi, vene varicose);
  • la colonna vertebrale;
  • tessuto muscolare (avvizzimento).

Anche nella vecchiaia, si manifestano più chiaramente le conseguenze di lesioni alla colonna vertebrale, alla caviglia e ad altre articolazioni, alle estremità..

Diagnostica

Indipendentemente dal genere, dall'età e da altre caratteristiche del paziente, il terapeuta fissa l'appuntamento primario con debolezza degli arti inferiori. Prende l'anamnesi e conduce un esame. Sulla base di esso, il paziente viene inviato per esame e consultazione con specialisti ristretti. L'insieme di base delle procedure diagnostiche comprende:

  • analisi del sangue generale, determinazione degli anticorpi, livelli di zucchero;
  • ECG;
  • risonanza magnetica;
  • studio della ghiandola del timo;
  • misurare l'ampiezza del potenziale muscolare.

La risonanza magnetica meno comunemente prescritta, poiché questo è un tipo costoso di esame. Viene utilizzato se non vengono rilevate altre cause di debolezza muscolare. Il tomografo è in grado di trovare patologie anche difficili da diagnosticare, motivo per cui viene finalmente utilizzato per stabilire una diagnosi.

Sulla base dei risultati degli esami, il medico prescriverà una consultazione con uno specialista ristretto: un cardiologo, neurologo, ortopedico o flebologo.

Trattare la debolezza degli arti

È necessario trattare il problema a seconda della malattia diagnosticata. Ha lo scopo di eliminare le cause alla radice della patologia. Il medico può raccomandarti di:

  • seguire un corso di terapia fisica per allenare i muscoli desiderati;
  • trattamento con farmaci volti a normalizzare l'afflusso di sangue al cervello, stimolandone l'attività;
  • medicinali per rimuovere le tossine dal corpo;
  • con infezioni, terapia antibatterica;
  • stimolazione dell'attività neuromuscolare mediante procedure e farmacologia.

Nelle patologie gravi (infarto, ictus), il trattamento viene effettuato solo in ospedale. A volte il paziente deve sottoporsi a un'operazione locale per alleviare il disagio - per rimuovere un ascesso, un gonfiore o un ematoma. A seconda della situazione, questo intervento può essere eseguito in anestesia locale o generale..

Metodi tradizionali di terapia

Molti considerano la debolezza degli arti un sintomo minore. Pertanto, preferiscono essere trattati con metodi di medicina tradizionale. Per sbarazzarsi di questo sintomo, è possibile utilizzare i suggerimenti:

  • bere succo d'uva ogni giorno;
  • prendere il brodo di patate tre volte a settimana;
  • far fronte allo stress con l'infusione di motherwort;
  • in inverno, prendi una miscela di noci e miele ogni giorno (per questo, gli ingredienti sono presi in parti uguali) in un cucchiaio;
  • bere una miscela di mirtillo rosso e succo di limone con zucchero;
  • tonificare il corpo con tinture di ginseng, citronella o aralia;
  • bere la sera infuso di ginepro, preparato al ritmo di 2 cucchiai di bacche secche in un bicchiere di acqua bollente;
  • sostituire l'acqua ordinaria con un'infusione di paglia di avena (al ritmo di un cucchiaio di materiali vegetali per 500 ml di acqua bollente).

Ogni sera puoi fare bagni rilassanti con olii essenziali di agrumi, massaggio ai piedi. Si consiglia inoltre di regolare la dieta - aggiungere cibi contenenti proteine ​​ad essa.

Allo stesso tempo, la quantità di grasso in essi contenuta dovrebbe essere ridotta. Si consiglia inoltre di mangiare cibi contenenti iodio ogni settimana: alghe, frutti di mare.

Questi consigli possono aiutarti ad aumentare l'affaticamento del corpo.

I terapisti raccomandano che al primo deterioramento del benessere, chiedano consulenza e diagnosi, poiché improvvisamente sviluppare debolezza può essere una conseguenza di gravi disturbi. Per non soffrire di questo sintomo, dovresti solo indossare scarpe comode, rinunciare a cattive abitudini, controllare i livelli di pressione sanguigna, evitare lo stress e il lavoro eccessivo.

Fai delle passeggiate regolari all'aria aperta, prenditi del tempo per allenarti e riposare. Quando fai sport, lasciati stancare un po ', ma non esaurire il corpo. Il rischio di affrontare un problema serio sarà inferiore se, al primo segno di debolezza degli arti, rivedrai la tua dieta e cambiassi stile di vita.

Debolezza nelle vertigini di braccia e gambe: cause della malattia

La debolezza a breve termine delle gambe e le vertigini sono inerenti a tutte le persone, indipendentemente dal loro stato di salute, dalla forma fisica.

Le cause della sindrome patologica sono diverse in ogni situazione. Secondo le statistiche, in primavera con carenza vitaminica, molti si sentono tremare agli arti, nausea, sono preoccupati per gli attacchi di vertigine.

Ma a volte il malessere può indicare la presenza di una malattia pericolosa..

Cause di vertigine e gruppi a rischio

Non solo il gentil sesso, ma anche una forte metà dell'umanità di diverse categorie di età può sperimentare sintomi spiacevoli e sentire debolezza nel corpo. La natura del disagio dipende dalle caratteristiche fisiologiche e anatomiche del paziente.

È possibile distinguere le categorie di persone a rischio. I seguenti pazienti soffrono principalmente di tremori alle gambe, vertigini:

  • giovani, ragazze durante la maturazione ormonale;
  • il sesso più giusto con sanguinamento mestruale;
  • donne in menopausa;
  • ragazze che trasportano un bambino;
  • pazienti con pressione alta;
  • pazienti con diabete;
  • anziani;
  • personale dell'ufficio con attività bassa durante il giorno;
  • persone a dieta rigorosa, a digiuno;
  • lavoratori sociali.

Spesso le cause di vertigini, debolezza sono associate all'uso di farmaci di un certo gruppo, alla presenza di patologie croniche, a un aumento del contenuto di sostanze nocive nel corpo.

Quando la malattia è la norma

Uno stato di impotenza, attacchi di emicrania, vertigini, debolezza degli arti possono essere osservati dopo una dura giornata di lavoro. Arrivando a casa, dovresti sdraiarti per riposare, posizionare un rullo sotto i piedi, eseguire esercizi di respirazione, mangiare, dopo di che la debolezza dovrebbe andare via.

Attacchi a breve termine di vertigine, impotenza, i medici considerano una condizione normale dopo aver sofferto di una malattia di varia origine causata da infezioni. La durata delle vertigini dipende dalla gravità della malattia, dalle ragioni del suo aspetto e dalle caratteristiche del corpo umano. Principalmente vertigini, il malessere scompare entro 7-12 giorni.

Cause di vertigini e piedi di cotone

I sintomi possono svilupparsi sotto l'influenza di molti fattori: con corsa prolungata, scarpe scelte in modo errato. Nei pazienti di mezza età, ci possono essere molte più cause e sono più gravi..

Se le vertigini sono accompagnate da atrofia muscolare, tremori alle gambe e svenimento, ciò può indicare un disturbo nel sistema viscerale delle terminazioni nervose.

Lo sviluppo della sindrome può essere provocato da:

  1. Stress costante. Spesso, una sovratensione prolungata degenera in impotenza cronica. I suoi sintomi principali: debolezza, aumento della fatica, tremore delle dita degli arti superiori, inferiori, vertigini, stato di apatia.
  2. Fatica. Aumento dello stress sistematico, eccitazione eccessiva, problemi di sonno possono causare malessere, accompagnati da attacchi di vertigine.
  3. Mancanza di ferro nel plasma sanguigno. Con l'anemia, i pazienti notano secchezza dell'epidermide, sonnolenza, vertigini, emicrania, debolezza muscolare..
  4. Il tipo vestibolare di neurite è la causa più importante di perdita di equilibrio, instabilità del corpo. I sintomi tipici della sindrome sono tremori alle gambe, vertigini sistemiche, cambiamento dell'andatura, debolezza, mal di testa, intorpidimento degli arti.

Le cause di debolezza, vertigini possono essere TBI, disturbi della colonna vertebrale, patologie endocrinologiche (morbo di Addison, ipotiroidismo), malattie autoimmuni - miastenia grave.

Capogiri e debolezza agli arti

Sintomi simili sono spesso diagnosticati negli adolescenti, a causa di cambiamenti nei livelli ormonali. Parallelamente a questo processo, il bambino si sta attivamente sviluppando, il sistema vegetativo si sta trasformando. In questa condizione, il rischio di debolezza delle gambe e vertigini a breve termine aumenta notevolmente. Non è necessario andare dal medico, è necessario mangiare bene, riposare.

Nei pazienti adulti, debolezza degli arti inferiori, le vertigini possono verificarsi sotto l'influenza di molti fattori:

  • una malattia provocata da virus: influenza, ARVI, tonsillite;
  • portare un bambino;
  • bassa o alta pressione, gocce taglienti;
  • cibo dietetico rigoroso, digiuno prolungato o eccesso di cibo;
  • TBI, neoplasie nel cervello;
  • conseguenze di stress prolungato.

Se le vertigini e la debolezza delle gambe disturbano il paziente per lungo tempo, è necessario consultare un medico, sottoporsi a un esame, in base ai risultati dei quali verrà prescritto un trattamento adeguato.

I principali segni di miastenia grave con vertigini

Patologia cronica grave, manifestata da debolezza muscolare e vertigini. La malattia ha un decorso lento progressivo. Il principale gruppo a rischio è rappresentato dai bambini.

I sintomi della miastenia grave possono essere di natura diversa. La malattia può manifestarsi nei seguenti segni caratteristici:

  1. Attacchi di vertigini, sensazione di nausea.
  2. Respirazione difficoltosa.
  3. Soffocamento, mancanza d'aria.
  4. Brividi, febbre improvvisa.
  5. Gambe deboli, instabilità mentre si cammina.
  6. Attacchi di tachicardia.
  7. Arti inferiori imbottiti.
  8. Intorpidimento, brividi di alcune parti del corpo.
  9. Disturbo delle feci.
  10. Dolore al petto.
  11. Disorientamento.
  12. Uno stato di paura.
  13. Spavento, perdita di calma.

Questa sintomatologia non è in grado di portare alla morte, ma può complicare la vita di una persona. Per il trattamento degli attacchi di panico vengono utilizzati medicinali speciali, che vengono selezionati tenendo conto dello stato generale della salute umana, della natura del decorso della miastenia grave.

Vertigini e debolezza dell'arto superiore

Uno stato di impotenza, letargia dei tessuti muscolari può indicare la presenza di spondilosi, osteocondrosi del rachide cervicale, artrite delle articolazioni, infiammazione. Questi sono i principali fattori, ma ce ne sono altri. L'approccio di un infarto è segnalato da debolezza della gamba o del braccio sinistro, un attacco di vertigine, intorpidimento di una delle metà del corpo.

Le ragioni del letargo degli arti superiori e inferiori possono essere:

  • distonia vegetativa;
  • patologia irreversibile nel rene (a sinistra);
  • disturbi cardiovascolari;
  • malattie della milza;
  • neoplasie, ernie, curvatura della colonna vertebrale;
  • Tromboangioite.

Esistono altri fattori che possono provocare lo sviluppo di una condizione patologica, tra cui: sovraccarico, colpo di sole, stress, tensione costante, alterata termoregolazione.

Alcuni disturbi possono causare letargia alle gambe e alle braccia, ad esempio una patologia come l'osteocondrosi. Gli osteofiti lasciano un'impronta negativa sul corpo umano. Il funzionamento improprio della nave succlavia influisce sulla circolazione sanguigna degli arti.

Pronto soccorso e trattamento

Con debolezza delle braccia e delle gambe, vertigini, vengono studiate le cause di questa sindrome patologica. L'assistenza medica è la seguente:

  1. Rilievo di un grave attacco.
  2. Determinazione della causa che ha provocato debolezza, un attacco di vertigine.
  3. Terapia di supporto, prevenzione di possibili ricadute.

Se il paziente ha vertigini, debolezza, perde conoscenza prima dell'arrivo dell'ospedale di emergenza, deve ricevere un pronto soccorso qualificato.

Cosa fare con vertigini, tremore degli arti:

  • posizionare il paziente su una superficie orizzontale;
  • eliminare gli indumenti che interferiscono con la normale respirazione;
  • in caso di vertigini, debolezza, somministrare al paziente tè dolce;
  • ventilare la stanza.

Il pronto soccorso viene fornito dopo che è stata chiamata la squadra di ambulanze. Sulla base dei risultati dell'esame, il medico sarà in grado di dire cosa ha causato vertigini, debolezza e prescrivere una terapia complessa.

In caso di vertigini, somministrare al paziente un tè dolce.

Per confermare o confutare la presunta causa della condizione patologica, vengono effettuati ulteriori studi:

  1. Test generali del plasma sanguigno, controllo dell'emoglobina.
  2. Studio della circolazione sanguigna mediante ultrasuoni: viene valutato il flusso sanguigno nel cuore, nelle gambe, nel cervello.
  3. CT "materia grigia";
  4. MRI.

L'opinione del ginecologo è anche di grande importanza, quando una donna ha costantemente attacchi di vertigini, si osserva debolezza. L'intera cosa potrebbe risiedere nella gravidanza della paziente, che si manifesta con sintomi simili..

Sotto la normale pressione, alle ragazze che portano un bambino non viene prescritto un trattamento. Di solito il malessere scompare da solo.

La terapia successiva nei pazienti che lamentano vertigini persistenti viene eseguita in modo differenziato, tenendo conto della patologia di fondo. Per i quali è necessario un esame dettagliato:

  • con la malattia di Meniere, vengono prescritti farmaci per fermare gli attacchi di vertigine;
  • con ipertensione, si raccomandano farmaci antiipertensivi;
  • con le neoplasie del cervello, è indicato un intervento chirurgico.

Durante le vertigini, puoi usare una doccia di contrasto, soprattutto se non ci sono cause della condizione patologica. Al mattino eseguono procedure con acqua fredda o moderata. In bassa stagione, vengono prescritti complessi multivitaminici speciali e altri farmaci di supporto.

Con vertigini costanti, debolezza degli arti, dovresti consultare immediatamente un medico per stabilire la causa della sindrome patologica. Gli attacchi di vertigine possono indicare la presenza di una malattia grave che richiede un trattamento tempestivo e adeguato.

Debolezza delle gambe, vertigini e aumento della fatica: cause e trattamenti

Debolezza alle gambe, vertigini e mal di testa sono i sintomi più comuni di malattia negli anziani. Il termine "vertigine" descrive l'incoerenza dei segnali afferenti vestibolari, visivi e propriocettivi. Le cause sono molto diverse, tuttavia l'esatta eziologia è spesso poco chiara..

Epidemiologia

Le vertigini sono il sintomo neurologico più comune dopo mal di testa e dolori muscolari. Il 45% dei pazienti con più di 70 anni soffre di questo disturbo. Alle persone anziane viene spesso diagnosticata una vertigine idiopatica.

La vertigine parossistica posizionale benigna (BPPV) è il disturbo vestibolare periferico più comune (50%). Il 25% dei pazienti con sindrome di vertigine ha neurite vestibolare e il 10% ha la malattia di Meniere.

La disfunzione vestibolare centrale è 2/3 delle malattie cerebrovascolari. I tumori sono rari con una prevalenza di circa l'1% (principalmente schwannoma vestibolare) Una pratica organica non può essere determinata in pratica nel 50% dei pazienti. Anche dopo l'esame in cliniche specializzate, la ragione rimane inspiegabile nel 20-40% dei casi..

Cause e metodi di diagnosi

Debolezza nei muscoli delle braccia e delle gambe, vertigini e mal di testa possono essere causati da:

  • fluttuazioni della pressione sanguigna;
  • Aritmia cardiaca;
  • menopausa;
  • disordini neurologici;
  • avvelenamento (ad esempio alcol);
  • emicrania;
  • febbre;
  • disturbi vestibolari.

I problemi di udito sono comuni a causa della stretta vicinanza anatomica degli organi di equilibrio e dell'organo di Corti. Le informazioni sull'orientamento spaziale sono coordinate nel tronco encefalico tramite segnali provenienti dagli occhi, dalla colonna cervicale e dall'organo reale dell'equilibrio, che consiste di tre canali semicircolari.

L'esame otoneurologico comprende analisi cliniche approfondite e test di equilibrio. Aiutano a individuare la causa principale della sindrome di vertigine.

I fondi necessari per un esame otorinolaringoiatrico completo sono disponibili presso la clinica ambulatoriale ORL. Inoltre, il medico tiene conto dei sintomi associati: affaticamento, sonnolenza, tremore agli arti, indigestione.

Una diagnosi accurata è la base per una terapia corretta.

La vertigine parossistica posizionale benigna è una delle forme più comuni di vertigine. Le ragioni sono le particelle liberamente fluttuanti nei canali semicircolari posteriori dell'organo dell'equilibrio.

Con improvvisi movimenti del corpo, possono causare vertigini rotazionali gravi che durano fino a 10-20 secondi. I sintomi di solito si risolvono spontaneamente entro poche settimane.

Il danno unilaterale acuto all'organo dell'equilibrio è accompagnato da vertigini improvvise, persistenti e gravi, che spesso si verificano con nausea e vomito. L'otorinolaringoiatra deve escludere gravi malattie organiche. Le medicine aiutano ad alleviare i sintomi nei primi giorni. L'esercizio di equilibrio può aiutare a ridurre le vertigini per diverse settimane.

La malattia di Meniere è una malattia accompagnata da vertigini periodiche, che dura diverse ore ed è caratterizzata da sordità unilaterale. I pazienti avvertono vertigini e debolezza alle gambe quando camminano. A volte possono verificarsi vomito e tremori o instabilità nell'andatura.

La diagnosi si basa sull'anamnesi e sui risultati di un test dell'equilibrio dell'udito e del camminare. I farmaci che riducono la nausea possono aiutare durante un attacco. Nell'intervallo asintomatico, viene eseguita la terapia farmacologica.

Metodi di trattamento

I disturbi nel sistema labirintico possono essere in gran parte alleviati o completamente compensati dai farmaci. Gli esercizi di terapia fisica possono anche aiutare a ridurre la frequenza degli attacchi di vertigine.

Gli antistaminici - Meclozin, Cyclizine e Dimenhydrinate - hanno dimostrato di essere efficaci contro la malattia dei viaggiatori. Per vertigini più gravi, i farmaci aiutano - Prometazina, Tietilperazina e Sulpiride.

La cininnizina e il suo derivato fluorurato Flunarizina bloccano i canali del calcio, hanno un effetto antistaminico.

Le differenze tra Cinnarizina e Flunarizina sembrano principalmente legate alla loro cinetica: la flunarizina ha un'emivita molto più lunga (circa 18 giorni).

In uno studio in doppio cieco, 106 pazienti con varie cause di vertigini hanno ricevuto Flunarizina (10 mg / die) o placebo per due mesi. Con Flunarizina, le vertigini sono diminuite nel 90% dei casi e con placebo - solo nel 58%.

La cininnizina (75 mg / die) è stata precedentemente utilizzata nel confronto in doppio cieco con placebo per "vertigine vestibolare, emodinamica e post-traumatica", ma non per la malattia di Meniere. Il potenziale di effetti collaterali di queste due sostanze è piuttosto elevato. Preso per lunghi periodi di tempo, possono causare disagio extrapiramidale, depressione e aumento di peso..

La scopolamina può essere utilizzata sotto forma di un sistema terapeutico transdermico per attacchi semplici della sindrome di vertigine. In un piccolo studio in doppio cieco con 12 pazienti, è stato testato i sintomi della vertigine indotta dal calore. Sia Scopolamine che Meclozine (4 volte 25 mg / die) erano significativamente più efficaci del placebo.

In uno studio comparativo unilaterale, l'efedrina simpaticomimetica è stata utilizzata come spray nasale all'1% nei pazienti con vertigini di causa sconosciuta. Degli 84 pazienti, il 74% ha risposto all'efedrina e solo il 14% al placebo. I farmaci psicotropi non sono adatti all'uso quotidiano a causa del pericolo di abuso.

La betaistina è un analogo dell'istamina orale che si lega a vari recettori dell'istamina. È raccomandato per il trattamento della malattia di Meniere e per la sindrome da vertigine idiopatica.

Tuttavia, in uno studio crossover in doppio cieco di due mesi in 35 pazienti con malattia di Meniere, una valutazione significativa sia soggettiva che oggettiva non ha dimostrato una differenza significativa tra betaistina (24 mg due volte al giorno in forma di rilascio prolungato) e placebo..

Gli autori di questo studio hanno analizzato altri 52 studi clinici con betaistina. Gli scienziati concludono che la betaistina non ha ancora dimostrato l'efficacia. I principali effetti collaterali sono mal di testa, affaticamento e disagio gastrointestinale.

Il farmaco è controindicato nell'asma bronchiale e nella malattia dell'ulcera peptica.

La pentossifillina è un derivato della xantina che inibisce la fosfodiesterasi. A causa del suo effetto sulla viscosità del sangue e sulla deformabilità degli eritrociti, il farmaco può migliorare la microcircolazione..

In uno studio in doppio cieco, 76 pazienti con "problemi di udito o di equilibrio vascolare" sono stati trattati con pentossifillina (400 mg / die 3 volte) o Cinnarizina (75 mg / die 3 volte). Dopo 6 settimane, le vertigini sono migliorate con pentossifillina nell'82% e con cininnarizina nel 61% dei casi.

Gli effetti collaterali più comuni del farmaco sono addominali, cefalalgia e disturbi digestivi..

Il ginkgo biloba è venduto come estratti standardizzati. Si dice che il rimedio a base di erbe abbia un effetto stimolante sulla circolazione sanguigna. Il ginkgo è stato efficace per le vertigini in 2 studi in doppio cieco.

In uno studio, 100 pazienti di età pari o superiore a 70 anni hanno ricevuto estratto di ginkgo (30 mg di glicosidi flavono di ginkgo al giorno) o placebo per il trattamento dell'insufficienza cerebrale.

La terapia fisica aiuta?

Si raccomandano varie manovre di fisioterapia per la gestione della vertigine parossistica posizionale benigna. Con rapidi movimenti della testa, la cupulolitiasi può essere completamente eliminata.

Secondo le osservazioni dei singoli clinici, le vertigini possono essere eliminate nell'80-90% dei casi con una o due di queste "manovre".

Tuttavia, poiché questi studi non sono controllati, i risultati devono essere interpretati con cautela..

In uno studio randomizzato, 25 persone sono state assegnate a un programma di esercizi specifico, personalizzato o "generico" o terapia farmacologica psicotropa per vertigini croniche o correlate al movimento. Dopo sei settimane, è diventato chiaro che un programma di esercizi individualizzato era per molti versi superiore agli altri due tipi di trattamento..

In uno studio prospettico di due anni, a 152 persone sono state diagnosticate vertigini croniche per vari motivi. Complessivamente, oltre l'80% dei pazienti trattati ha risposto alla terapia. Tuttavia, c'erano differenze nel gruppo. La ricerca ha dimostrato che i farmaci ad azione centrale prolungano significativamente la durata della terapia.

I rimedi più efficaci

In caso di vertigini, mal di testa e piedi di cotone, si consiglia di immobilizzare i pazienti in breve tempo e, possibilmente, di trattarli con farmaci psicotropi.

Tutti i medicinali con antistaminico o attività anticolinergica hanno un effetto positivo sui sintomi di vertigini.

Di particolare interesse sono i confronti controllati con placebo con programmi di esercizi di fisioterapia mirati che sembrano fornire reali benefici nella maggior parte dei disturbi vestibolari..

Per la malattia di Meniere, puoi anche provare a ridurre la pressione endolinfatica con una dieta a basso contenuto di sale o diuretici. Per le vertigini ortostatiche, gli esercizi ginnici cauti sono in primo piano..

Altre opzioni di trattamento specifiche per la debolezza di gambe e braccia e vertigini includono farmaci antipiastrinici, chirurgia vascolare extracranica. Secondo le indicazioni, è necessario trattare le aritmie e correggere l'anemia.

Se le gambe iniziano a diventare intorpidite e vertigini, si consiglia di consultare un medico (soprattutto durante la gravidanza). Il paziente deve scoprire l'origine dei sintomi ed escludere malattie più gravi. L'automedicazione a casa è severamente vietata senza il parere di uno specialista medico qualificato.

Debolezza nelle gambe cause, metodi di diagnosi e trattamento

La debolezza delle gambe è un disturbo del movimento caratterizzato da una riduzione della tensione e della forza muscolare. Può essere fisiologico, verificarsi come una reazione naturale del corpo a sovraccarico fisico, psicologico, sconvolgimento emotivo. La debolezza patologica è associata a malattie degli arti inferiori, disturbi endocrini, cardiovascolari, genito-urinari. È facile riconoscere una diminuzione del tono muscolare: cambi di andatura, è difficile per il paziente muoversi su lunghe distanze, si sente dolore, affaticamento costante in uno o due arti. La diagnostica, il trattamento e la prevenzione delle cause della debolezza muscolare delle gambe vengono effettuati nella rete di cliniche CMRI.

Cause di debolezza alle gambe

La debolezza muscolare delle gambe è un sintomo comune di miastenia grave.

Questa è una malattia autoimmune in cui i muscoli e i nervi sono colpiti, la produzione e il rilascio di acetilcolina, un neurotrasmettitore che conduce l'eccitazione nelle fibre nervose e muscolari, viene interrotto..

Di conseguenza, ogni volta che l'impulso passa sempre più difficile ai muscoli degli arti inferiori, i movimenti sono più difficili e causano dolore, poi si fermano completamente.

Tra le cause della debolezza muscolare ci sono:

  • malattie congenite: sindrome di Down, paralisi cerebrale, sottosviluppo di ossa lunghe, atrofia muscolare spinale, encefalomielopatia necrotizzante, idiopatia amaurotica della prima infanzia, atassia cerebellare;
  • malattie acquisite: distrofia muscolare, meningite, sepsi, poliomielite, lesione infettiva tossica del sistema nervoso, rachitismo, ipervitaminosi, trauma cranico, mancanza di ormoni tiroidei, malattie della colonna vertebrale, gotta, vene varicose, diabete mellito, aterosclerosi, pre-ictus, pressione sanguigna bassa, piedi piatti, tumori al cervello e al midollo spinale.

La debolezza fisiologica delle gambe si verifica sullo sfondo di un'attività troppo vigorosa, un sovraccarico fisico e funzionale costante, a causa dell'invecchiamento naturale negli anziani, con scarpe scomode o tacchi alti. La debolezza dei muscoli delle braccia e delle gambe si nota con una mancanza di proteine, ferro, iodio, disidratazione, intossicazione, dopo aver assunto farmaci con effetti sedativi collaterali.

Tipi di debolezza alle gambe

La debolezza delle gambe è caratterizzata da riduzione della resistenza muscolare, rapida affaticabilità, riduzione della produttività e compromissione della coordinazione dei movimenti. A seconda della natura della malattia di base, il dolore si verifica quando si cammina, vertigini, nausea, vomito, sensazione di bruciore e formicolio alle estremità inferiori, alta temperatura.

La debolezza muscolare delle gambe associata all'affaticamento fisico e mentale è espressa da una sensazione generale di affaticamento, malessere, sbalzi d'umore, sonno irrequieto, sensazione che le gambe ronzano, una diminuzione della forza in una, ma più spesso in due gambe. Dopo il riposo attivo, le condizioni del paziente migliorano, le funzioni fisiologiche dei muscoli vengono ripristinate.

La diagnosi di debolezza muscolare delle gambe inizia con le lamentele del paziente di affaticamento rapido, riduzione delle prestazioni, dolore alle gambe, aumento dei sintomi dopo l'esercizio o entro la fine della giornata.

Per comprendere le ragioni di questa condizione, per escludere la manifestazione del disturbo muscolare come sintomo patologico, conducono un esame generale, studiano la storia medica del paziente. Il paziente viene esaminato da un neurologo, vertebrologo, ortopedico, oncologo, endocrinologo, cardiologo.

A seconda delle cause di debolezza delle gambe, viene prescritto un esame ecografico dei vasi della testa e del collo, che consente di identificare un tumore, emorragia, malformazioni, traumi e valutare le condizioni dei nervi e dei vasi sanguigni. Se si sospettano malattie genetiche, viene determinata la posizione dei geni sulla mappa genetica.

Gli esami del sangue e delle urine possono rilevare infiammazioni, infezioni, disturbi metabolici. Se si sospetta un disturbo spinale, si consiglia la risonanza magnetica e i raggi X della schiena. Gli specialisti delle cliniche CMR utilizzano i seguenti metodi diagnostici:

Per debolezza a lungo termine o frequente nelle gambe, fissare un appuntamento con un terapista. Dopo la diagnosi iniziale, ti consiglierà uno specialista specializzato: neurologo, flebologo, cardiologo o ortopedico.

Il corso ottimale del trattamento è selezionato in base alle caratteristiche del decorso della malattia e alla gravità dei sintomi:

  • nei pazienti con malattie neurologiche, il ripristino dei disturbi respiratori, metabolici, cardiaci viene effettuato con farmaci, secondo speciali indicazioni, su cui vengono operati;
  • per le malattie della colonna vertebrale, insieme ai metodi farmacologici, la fisioterapia, il massaggio, gli esercizi terapeutici sono ampiamente utilizzati;
  • per curare i disturbi della ghiandola tiroidea, gli ormoni sono prescritti in medicinali, terapia dietetica, idroterapia;
  • il trattamento farmacologico delle malattie del sistema cardiovascolare viene effettuato con antispasmodici, agenti che fluidificano il sangue. Farmaci antinfiammatori non steroidei, gli analgesici aiutano a liberarsi dal dolore. Se i metodi conservativi sono inefficaci, un'operazione viene eseguita di routine.

Con debolezza muscolare causata da sovraccarico emotivo e fisico, i medici raccomandano di ridurre il carico, riposare di più, alternare periodi di attività con uno stato calmo ed evitare situazioni stressanti. Se senti ansia, disturbi del sonno, nevrosi, prendi sedativi.

effetti

Il rischio di sviluppare complicanze è associato alle cause della debolezza muscolare. Per la forma avanzata di osteocondrosi, è caratteristica la compressione del midollo spinale, seguita da disturbi trofici, diminuzione della sensibilità, minzione compromessa, paralisi.

L'osteomielite è complicata da degenerazione del tessuto maligno, deformazione ossea, artrite purulenta. La miastenia grave senza trattamento è pericolosa per insufficienza respiratoria, compresa la sua interruzione.

Con una grave lesione cerebrale traumatica, esiste il rischio di immobilizzazione parziale o completa, abilità motorie compromesse, cambiamenti nel comportamento e nell'umore.

Prevenzione della debolezza delle gambe

Poiché le cause della debolezza muscolare delle gambe sono spesso infezioni, traumi craniocerebrali, disturbi metabolici, malattie della schiena, del cuore, dei vasi sanguigni, le misure preventive primarie saranno un attento atteggiamento verso la salute, prevenendo l'insorgenza di patologie maggiori.

Le persone che conducono uno stile di vita attivo devono organizzare correttamente la routine quotidiana e il lavoro, alternare il lavoro mentale con il lavoro fisico, garantire un sonno notturno completo, diversificare e migliorare la nutrizione.