Emorroidi esterne: foto, sintomi e trattamento a casa

Emorroidi: una malattia delle vene del retto, in cui vi è la loro espansione, infiammazione, trombosi.

Dalla lingua latina, la traduzione letterale del termine significa: sanguinamento ("orlo" - sangue, "rragia" - scadenza dopo la rottura).

Ci sono molti nomi per la malattia, tra cui: malattia reale, satellite di civiltà, ecc., Che sono strettamente correlati al fattore predisponente: uno stile di vita sedentario, caratteristico dei rappresentanti di molte professioni moderne.

Prevalenza di emorroidi

Secondo le statistiche, i segni di emorroidi sono notati almeno una volta nella vita in 5 persone su 10 all'età media (da 20 a 50) anni.

Sebbene, secondo molti esperti, il numero di pazienti che soffrono della malattia sia più elevato, a causa di un falso senso di vergogna, non tutti cercano un aiuto medico in modo tempestivo. È estremamente raro che i bambini soffrano di emorroidi.

Nelle grandi città, i casi di malattia vengono registrati più spesso. Ciò è dovuto alla prevalenza delle professioni d'ufficio, vale a dire uno stile di vita sedentario, l'alimentazione, l'inattività fisica, ecc. Ogni 12 pazienti con emorroidi necessitano di un trattamento chirurgico. Gli uomini hanno maggiori probabilità di soffrire della malattia (vedi emorroidi negli uomini) rispetto alle donne.

Nelle donne, l'incidenza della malattia aumenta durante la gravidanza (vedere il trattamento delle emorroidi dopo il parto). Tra le altre malattie dell'intestino, le emorroidi occupano una posizione di leader..

Anatomia della malattia

Il tratto gastrointestinale termina con il retto, che è circondato da un doppio plesso venoso (interno ed esterno). Con le emorroidi, le vene del plesso si riempiono di sangue e si dilatano. A seconda della localizzazione di queste estensioni, ci sono emorroidi combinate, esterne ed interne..

Si dice che le emorroidi esterne (esterne) si trovino intorno all'ano. Nel tempo, sotto la pressione del sangue venoso, la parete delle vene diventa più sottile e danneggiata - si verifica sanguinamento, che conferma letteralmente la traduzione letterale della malattia dal latino.

Un processo simile si verifica nelle vene degli arti inferiori durante le loro vene varicose..

Cause di emorroidi esterne

Sintomi di emorroidi esterne

I primi sintomi di emorroidi esterne negli uomini e nelle donne si osservano prima dell'espansione del plesso venoso. Loro includono:


  1. 1) Disagio, irritazione, prurito nell'ano;
  2. 2) Sensazioni dolorose durante l'atto di defecazione, che insorgono durante un'esacerbazione della malattia;
  3. 3) sanguinamento minore, la cui causa sono ragadi anali o danni alla mucosa e alle vene dalle feci;
  4. 4) Leggero gonfiore dell'ano;
  5. 5) La palpazione ha determinato "protuberanze" di diverse dimensioni attorno all'ano;
  6. 6) Puoi conoscere più dettagliatamente e scoprire come appare la foto della fase iniziale delle emorroidi.
Il decorso della malattia è accompagnato da periodi alternati di esacerbazioni e remissioni (attenuazione dei sintomi), durante i quali non vi sono sintomi caratteristici. La foto mostra emorroidi interne ed esterne.

complicazioni

La trombosi delle emorroidi è una formidabile complicazione della malattia correlata alle forme acute. La trombosi è accompagnata da ristagno di sangue venoso con conseguente ispessimento. Il trombo espande la parete deformata del plesso, causando un forte dolore, che è più sentito quando si tossisce, si muove, ecc..

In apparenza, il nodo è bluastro, c'è iperemia (arrossamento) intorno e quando viene toccato è bruscamente doloroso. La trombosi acuta è accompagnata da infiammazione. L'intero processo è anche accompagnato da un cambiamento nel benessere generale: il paziente ha ipertermia (febbre), malessere generale.

A volte l'infiammazione si diffonde nella regione perineale e invade i genitali esterni. Le gravi conseguenze in assenza di trattamento per la trombosi acuta comprendono la formazione di fistole (buchi artificiali nei tessuti circostanti il ​​retto) e la paraproctite.

Emorroidi esterne durante la gravidanza

La gravidanza è un fattore predisponente della malattia, in particolare sullo sfondo di una predisposizione ereditaria. Le cause della malattia sono associate alle vene varicose nell'area pelvica. Più lunga è la gravidanza, maggiore è la probabilità che si verifichi..

La principale causa della malattia durante la gravidanza è la costipazione. Per prevenirlo, è importante osservare le seguenti raccomandazioni: bere almeno 8 bicchieri d'acqua al giorno, spostarsi di più, mangiare più alimenti contenenti fibre vegetali.

Consigli su come sbarazzarsi delle emorroidi ai primi segni di gravidanza:


  • evitare di sollevare oggetti pesanti;
  • mantenere pulita l'area anale;
  • evitare una seduta prolungata in una posizione;
  • eseguire esercizi speciali;
  • applicare compresse di ghiaccio per un breve periodo per ridurre i sintomi dell'infiammazione;
  • usare supposte e unguenti, i cui componenti sono ammessi durante la gravidanza.
Vedi anche, caratteristiche delle emorroidi nelle donne e come trattare correttamente le emorroidi dopo il parto.

Diagnostica

Lo specialista che esamina e cura la malattia è un proctologo. Di norma, l'esame è sufficiente per stabilire la diagnosi: "dossi" con emorroidi esterne sono chiaramente visibili. Le loro dimensioni vanno da un piccolo pisello a una grande ciliegia. I reclami dei pazienti confermano la diagnosi.

Per diagnosticare la forma mista della malattia, il medico può ricorrere alla palpazione del retto, nonché utilizzare metodi di ricerca strumentali (ad esempio sigmoidoscopia, anoscopia, ecc.)

Trattamento di emorroidi esterne

Se non ci sono complicazioni, le emorroidi esterne vengono trattate a casa. La terapia consiste nella prescrizione di medicinali correlati al gruppo antiemorroidali.

Le forme locali sono utilizzate principalmente sotto forma di supposte e unguenti. La composizione dei farmaci contro le emorroidi di solito include i seguenti componenti principali: anestetico che elimina la sensazione di dolore; eparina, che assottiglia il sangue e previene la formazione di coaguli di sangue; una sostanza ormonale che elimina i sintomi dell'infiammazione (arrossamento, gonfiore, ecc.); componenti antibatterici, ecc. Le forme di dosaggio locali frequentemente utilizzate includono: "Rilievo", "Proctosedil", "Gepatrombin", ecc..

Le emorroidi esterne complicate sono trattate in ambito ospedaliero. L'automedicazione è pericolosa con lo sviluppo di gravi conseguenze. A livello locale, il medico prescrive farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, ecc.), Nonché vene toniche (Detralex, ecc.).

Il trattamento chirurgico delle emorroidi esterne consiste nella rimozione del coagulo di sangue e del nodo stesso. Viene utilizzato in caso di trattamento conservativo inefficace effettuato sotto la supervisione di uno specialista. La rimozione del nodo è anche indicata per frequenti ricadute della malattia. Un metodo alternativo di trattamento è la scleroterapia dei vasi dilatati, in cui viene iniettata una sostanza speciale.

I metodi fisioterapici sotto forma di magnetoterapia, laser terapia e altri aiutano efficacemente ad accelerare il periodo di recupero di una malattia non complicata, mentre il massaggio delle gambe nella direzione dei movimenti del cuore favorisce il recupero. Può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna nelle vene emorroidali congestive..

Trattamento con rimedi popolari

Nel trattamento complesso, a condizione che non vi siano trombosi e presenza di piccoli nodi, la medicina tradizionale aiuterà. Lozioni più efficaci, bagni sedentari a contrasto, unguenti fatti in casa.

I bagni possono essere fatti con acqua ordinaria, nonché con l'aggiunta di un decotto di bucce di cipolla, calendula, spago, ecc. Elaborazione efficace di nodi con succo di celidonia, aglio, catrame di betulla.

Lozioni di patate grattugiate crude aiutano ad eliminare l'edema.

Omeopatia

Dalle medicine a base di erbe, viene usato un unguento per il trattamento, che include consolida e amamelide (è particolarmente buono usarlo per sanguinare).

Alcune gocce di olio essenziale di menta piperita di cipresso e ginepro ridurranno il disagio. Con un'esacerbazione della malattia, l'infusione di peonia aiuterà a ridurre i sintomi dell'infiammazione.

Prevenzione delle emorroidi esterne

È realistico liberarsi della malattia dopo l'intervento chirurgico? Infatti, durante l'operazione, vengono rimossi solo i nodi con coaguli di sangue e dopo un po ', se sono presenti fattori predisponenti, la malattia può ripetere nuovamente con gli stessi sintomi..

Pertanto, il successo nel recupero e nella prevenzione della ricorrenza dei sintomi delle emorroidi consiste in cambiamenti nello stile di vita, e per questo è necessario:


  1. 1) Cambia le tue abitudini alimentari: mangia più alimenti vegetali e il meno possibile cibi piccanti che aumentano il flusso sanguigno al bacino, il che contribuisce alla congestione;
  2. 2) Spostati di più, in particolare questa raccomandazione si applica agli impiegati. Il movimento previene il ristagno di sangue nelle vene emorroidali e nelle estremità inferiori;
  3. 3) Monitorare i movimenti intestinali, che dovrebbero essere regolari e dipendere interamente dalla nutrizione e dal movimento;
  4. 4) Limitare il sollevamento pesi, che aumenta la pressione intra-addominale e contribuisce allo straripamento delle vene emorroidali con il sangue;
  5. 5) Lavare l'area anale con acqua fredda contribuirà a migliorare il tono vascolare;
  6. 6) Una serie di esercizi speciali dovrebbe essere eseguita regolarmente;
  7. 7) Dei medicinali, su raccomandazione di un medico, i farmaci venotonici possono essere utilizzati a lungo.

Quale medico contattare per il trattamento?

Se, dopo aver letto l'articolo, supponi di avere sintomi caratteristici di questa malattia, allora dovresti chiedere il parere di un proctologo.

Emorroidi esterne

Emorroidi esterne: sintomi, foto e metodi di trattamento
Le emorroidi esterne (esterne) sono considerate una malattia molto comune, che è un'infiammazione delle vene del retto. Come risultato del costante ristagno di sangue, si forma un nodulo esterno, che provoca gravi disagi al paziente..

Durante la remissione, una persona conduce una vita normale e quando si verifica una esacerbazione, molti pazienti lamentano un deterioramento generale della salute. Inoltre, molto spesso la patologia si riscontra negli uomini e nelle donne adulti, mentre nei bambini tali problemi sono rari..

Perché compaiono le emorroidi?

Affinché questa patologia appaia, ci deve essere una certa predisposizione, che consiste nella debolezza delle pareti venose. Per inciso, il fenomeno è molto comune: dalle emorroidi esterne, secondo le stime più approssimative, soffre più della metà della popolazione mondiale.

È difficile nominare le cifre esatte delle statistiche - considerando questo problema piuttosto intimo, molte persone non vanno dal medico, provano a farcela da sole, con l'aiuto di rimedi popolari o raccomandazioni di "vicini". In questo caso, la malattia può temporaneamente attenuarsi, creando un'illusione illusoria di benessere, in modo che, se si presenta l'opportunità, può riprendere con rinnovato vigore..

I seguenti motivi sono generalmente distinti come fattori provocatori per la comparsa (esacerbazione) di emorroidi esterne.

  1. Mancanza di attività fisica (seduta o posizione prolungata).
  2. Problemi con i movimenti intestinali (costipazione, tensione prolungata o attesa).
  3. Sollevamento pesi.
  4. Disturbi dietetici (cibi piccanti, alcool, assunzione insufficiente di prodotti a base di latte fermentato, frutta e verdura).
  5. Molto spesso preoccupato per le emorroidi durante la gravidanza o dopo il parto.

Sotto l'influenza di questi fattori, le vene della piccola pelvi e del perineo traboccano di sangue. Le vene si estendono, sporgono e si formano le emorroidi.

Sintomi

Le emorroidi esterne (vedi foto) si manifestano come segue:

  • gonfiore nella zona intorno allo sfintere;
  • disagio, bruciore e prurito nell'area dello sfintere;
  • ragadi anali;
  • emorroidi di varie dimensioni, facilmente identificabili con la palpazione;
  • il sanguinamento dopo un movimento intestinale spesso non viene osservato. Le emorroidi esterne sanguinano solo quando le emorroidi sono troppo grandi e danneggiate dalle feci.

Che aspetto hanno le emorroidi esterne, foto

La foto sotto mostra come la malattia si manifesta nell'uomo..

[titolo spoiler = "Foto 18+" stile = "predefinito" collapse_link = "falso"] Fai clic qui per visualizzare

complicazioni

Le complicanze più comuni e gravi delle emorroidi esterne sono:

  1. Trombosi dell'emorroidi: la formazione di un coagulo di sangue in un vaso dilatato, che impedisce la normale circolazione sanguigna, provoca congestione, porta a gonfiore e aumento del dolore e infine alla necrosi tissutale.
  2. Ragade anale causata da movimenti intestinali irregolari e difficili.
  3. Paraproctite purulenta - infiammazione e necrosi dei tessuti nella regione anale, che può portare a sepsi e morte del paziente.

È importante notare che i sintomi delle emorroidi esterne nelle donne e negli uomini sono esattamente gli stessi, indipendentemente dall'età. Ma le cause dell'inizio della malattia differiscono - nelle donne, le emorroidi si sviluppano spesso durante la gravidanza (vedere i sintomi) e negli uomini - a causa di uno stile di vita o di lavoro impropri (autista, impiegato, ecc.).

Come trattare le emorroidi esterne

La tattica del trattamento delle emorroidi esterne è determinata dal proctologo in base alle caratteristiche della clinica della malattia in un particolare paziente.

Nelle fasi iniziali, possono essere utilizzati metodi conservativi di terapia, con una forma avanzata, è preferibile l'intervento chirurgico. I metodi popolari per sbarazzarsi della malattia sono ampiamente utilizzati, ma il loro uso deve necessariamente essere coordinato con il medico curante.

Trattamento conservativo

L'unguento per le emorroidi esterne è facile da usare e ha un rapido effetto terapeutico. I più popolari sono:

  • Epatrombina G (unguento, supposte). Questo prodotto combinato contiene eparina, dexpantenolo e allantoina. L'eparina impedisce la formazione di coaguli di sangue, riduce il gonfiore e normalizza il flusso sanguigno locale nel retto. Il dexpantenolo guarisce il tessuto, l'allantoina combatte l'infiammazione e migliora il metabolismo cellulare.
  • Aurobin (unguento). Il farmaco contiene l'agente ormonale prednisolone, quindi può essere utilizzato solo come indicato da un medico. Un altro componente è la lidocaina, che allevia rapidamente il dolore e riduce l'infiammazione. Il triclosan, che fa parte dell'unguento, ha un potente effetto antimicrobico e il dexpantenolo ha un effetto curativo.
  • Posterisan è una preparazione combinata che stimola l'immunità locale a livello cellulare, aumenta il tono dei vasi sanguigni e riduce la loro permeabilità;
  • Rilievo, Rilievo avanzato, Rilievo Ultra. Sono a base di olio di fegato di squalo. I preparati della serie Relief hanno pronunciato effetti antinfiammatori, decongestionanti, rigeneranti;
  • Unguento eparina. Il farmaco contiene eparina, che interrompe il processo infiammatorio e ha un effetto antitrombotico, l'anestesia, che allevia il dolore e l'estere niacina, che promuove un migliore assorbimento dell'eparina.
  • Proctosedil è un unguento a base di eparina, glucocorticosteroide e antibiotico, che ha effetti antinfiammatori, antimicrobici e antitrombotici.

Il medico sceglie il farmaco necessario in base ai risultati della diagnosi e alle caratteristiche individuali della malattia. Oltre ai farmaci topici, le capsule e le compresse si sono dimostrate efficaci nel trattamento dei nodi esterni:

  • Detralex (Venarus, Venodiol, Phlebodia). Questi fondi hanno un effetto venoprotettivo e venotonico. Riducono l'elasticità delle vene, aiutano a ridurre la congestione e rafforzano i piccoli vasi sanguigni (capillari).
  • Ginkor Fort - compresse venotoniche che ripristinano la microcircolazione del sangue, rafforzano i capillari e alleviano i sintomi dolorosi durante l'esacerbazione delle emorroidi.
  • Il pilex è un farmaco combinato, il cui uso riduce la congestione, allevia l'edema e il rossore della pelle, ha effetti curativi e antinfiammatori sulla ferita.
  • Asklezan A (compresse). Una preparazione a base di erbe che aiuta a normalizzare la circolazione sanguigna e rafforzare le pareti dei vasi sanguigni.

Inoltre, nel trattamento delle emorroidi esterne, possono essere utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei, come il sodio Diclofenac, l'indometacina. Aiutano a eliminare i sintomi dolorosi e l'infiammazione..

I farmaci per le emorroidi esterne saranno efficaci solo se vengono apportate modifiche allo stile di vita. Un'attività sana unita a una dieta sana porterà a un trattamento efficace e aumenterà la durata della remissione della malattia. Certo, è necessario selezionare un complesso vitaminico per ricostituire vitamine e microelementi nel corpo. [Adsen]

Rimedi popolari

A casa, con il trattamento conservativo delle emorroidi esterne, è possibile utilizzare la medicina tradizionale. Questo dovrebbe essere fatto dopo aver consultato il medico..

L'uso di ricette popolari è una misura abbastanza efficace che ti consente di accelerare il recupero, ma puoi solo essere completamente guarito combinando correttamente questi metodi con la terapia farmacologica e la stretta aderenza alle raccomandazioni degli specialisti.

  1. Uno dei rimedi più popolari è l'olio di olivello spinoso. Per il trattamento di nodi esterni, l'olio di olivello spinoso viene applicato su un bastoncino di garza o un dischetto di cotone e applicato sulla zona interessata. I bagni con allume o cipolla a vapore e trattamenti con aglio sono efficaci.
  2. Rafforza bene la parete vascolare e ha un effetto venotonico di rosa canina, ippocastano e infusi di nocciola. Per preparare l'infuso di ippocastano, 50 g di semi di piante vengono versati con una bottiglia di vodka e insistono in un luogo buio per due settimane. Prendi 30-35 gocce tre volte al giorno.
  3. I cinorrodi vengono prima macinati in un macinacaffè, quindi 500 ml di acqua bollente vengono versati su un cucchiaio di materie prime, vengono aggiunti 2 cucchiaini di miele e insistono sotto un coperchio chiuso per 10 ore. L'infusione risultante viene filtrata e prendo l'intero volume durante il giorno con i pasti.
  4. Ben alleviare il sintomo del dolore di un bagno con l'aggiunta di decotti di camomilla, calamo, salvia, aglio tritato, bucce di cipolla. Il bagno viene fatto fino a quando l'acqua si raffredda. Un ciclo di 10 procedure è di solito sufficiente per la scomparsa dei sintomi..

La cosa principale da ricordare è che il trattamento domiciliare non può contraddire le prescrizioni del medico e deve essere concordato con lui.!

Intervento operativo

Le emorroidi esterne possono essere rapidamente curate solo con misure radicali. Vengono praticati i seguenti tipi di intervento minimamente invasivo:

  1. Scleroterapia: l'introduzione di una sostanza sclerosante nei nodi, che porta alla loro desolazione e riassorbimento. Controindicato in condizioni complicanti: crepe non cicatrizzanti, paraproctite, trombosi.
  2. Fotocoagulazione a infrarossi - efficace solo nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia.
  3. Legatura del lattice - fissazione delle vene varicose dell'ano con anelli di lattice (è consigliabile se il trattamento chirurgico è impossibile - vecchiaia, patologia concomitante).

Può anche essere prescritto - trombectomia - escissione delle emorroidi. Viene eseguito in anestesia locale per le condizioni del paziente potenzialmente letali (sanguinamento, trombosi dei nodi, ecc.).

Dieta e regole nutrizionali

Il rispetto di una dieta per le emorroidi, specialmente durante le sue esacerbazioni, è la chiave per una cura rapida e un prolungamento della remissione.

I prodotti di fissaggio dovrebbero essere esclusi:

  • mele cotogne, melograno, pere, cachi, cenere di montagna, uva passa e uva;
  • purè di patate, carote, melanzane;
  • carne bollita, brodi forti, uova crude e bollite, ricotta;
  • porridge di semola e riso;
  • pasta;
  • gelatina, gelatina di carne e gelatina;
  • biscotti, pane bianco, bagel, crackers;
  • caramella mou, cioccolato;
  • decotti di piante di ancoraggio - corteccia di quercia, camomilla, menta, ciliegia di uccello;
  • caffè nero, tè, composta di frutta secca.

In questo caso, è necessario includere nella dieta un massimo di prodotti lassativi:

  • barbabietole, zucca, broccoli, zucchine, cavolfiore;
  • succo di prugna e albicocca, succhi di verdura con polpa;
  • prugne secche, albicocche secche, albicocche, mele, pesche, fichi;
  • pane ai cereali o ai cereali;
  • vino bianco.

Per ricostituire gli oligoelementi e le vitamine necessari, i seguenti alimenti devono essere inclusi nella dieta:

  • vitamina K: verdure e piante verdi, olio di soia, fegato, cavolo, spinaci, pomodori, noci;
  • magnesio: noci, prugne, pomodori, olive, foglie verdi, prezzemolo, zucca, avena, crusca, pane di segale, crusca;
  • vitamina P: grano saraceno, rosa canina, tè verde, arance, ribes nero, chokeberry nero;
  • Vitamina C e B: bacche, cavoli, cipolle verdi, pomodori, acetosa, peperoni, ribes nero, fragole, agrumi, kiwi.

Sollevare pesi, uno stile di vita sedentario, frequente stitichezza è una scorciatoia per lo sviluppo di emorroidi. Per prevenire la ricomparsa di una malattia curata, è necessaria la prevenzione della costipazione. Bisogna fare attenzione a svuotare le viscere ogni giorno senza trattenere le feci.

esercizi

È anche molto utile per la ginnastica dello sfintere delle emorroidi esterne, dovrebbe essere eseguito ogni giorno, questi sono solo 3 semplici esercizi:

  1. L'esercizio è fatto sdraiati sulla schiena, stringi i glutei, contando lentamente fino a 5, mentre il retto dovrebbe essere aspirato il più possibile. Dovresti anche rilassarti sul conto fino a 5. Ripetizioni dell'esercizio 15 volte.
  2. Sdraiati a pancia in giù, metti le mani sotto il mento - solleva alternativamente le gambe dritte una ad una, a sinistra 10 volte, a destra 10 volte.
  3. Sdraiati sul lato destro, piega il braccio destro sul gomito sotto la testa, mentre anche il braccio sinistro è piegato, ma davanti al petto, piega anche la gamba destra. Sollevare la gamba sinistra per 4 conteggi e piegare il ginocchio, raddrizzare, tirando indietro, quindi abbassarlo. Fai un esercizio simile sul lato sinistro 10 volte.

Se soffri di questo disturbo e conosci eventuali rimedi e metodi efficaci per il trattamento delle emorroidi esterne, la tua recensione sarà di interesse per i nostri lettori, puoi lasciarla nei commenti.

Prevenzione

Il successo del trattamento delle emorroidi e la prevenzione della ricomparsa dei coni emorroidali è impossibile senza un'adeguata prevenzione, il che significa:

  • monitorare la regolarità del processo di movimento intestinale, che dipende anche direttamente dalla corretta alimentazione e dal grado di attività fisica;
  • esercizi di fisioterapia;
  • lavare quotidianamente l'area intorno allo sfintere con acqua fresca;
  • una diminuzione dell'attività fisica, a seguito della quale c'è un eccessivo riempimento di vene emorroidali con sangue;
  • aumento dell'attività fisica, soprattutto se il tuo lavoro è associato a una lunga posizione seduta;
  • una dieta sana - ridurre al minimo l'uso di cibi piccanti, che promuovono un flusso sanguigno eccessivo agli organi pelvici, provocando la formazione di coaguli di sangue. La dieta per le emorroidi esterne è molto importante;
  • l'uso su base continuativa di varie vitamine e farmaci volti a tonificare i vasi sanguigni.

Seguendo queste semplici regole, puoi dimenticare la malattia..

Emorroidi esterne

Le emorroidi esterne sono una malattia caratterizzata dal fatto che le emorroidi sono localizzate all'esterno, intorno all'ano. È piuttosto difficile determinare la prevalenza della malattia, poiché molte persone erroneamente lo considerano vergognoso e non hanno fretta di cercare un aiuto qualificato..

Una vasta gamma di fattori predisponenti può causare il verificarsi, che vanno dalla predisposizione genetica a uno stile di vita improprio. La sintomatologia della malattia non è praticamente diversa dalla manifestazione clinica della posizione interna dei nodi. Le manifestazioni principali sono la sindrome del dolore, prurito e bruciore. Una caratteristica distintiva è la presenza di coni emorroidali esterni.

Per stabilire la diagnosi corretta, i medici si basano sui dati di un esame digitale del retto e di esami diagnostici strumentali. Come trattare le emorroidi esterne è determinato dal proctologo, tenendo conto del volume dei coni emorroidali. Il metodo più efficace è la rimozione completa dei nodi, ma in aggiunta è possibile utilizzare pomate e supposte rettali..

Eziologia

La patogenesi della malattia è una violazione del deflusso di sangue dalle vene del plesso emorroidario esterno sullo sfondo della debolezza congenita o acquisita delle pareti venose. Ciò comporta un ristagno di sangue, motivo per cui i corpora cavernosa aumentano di dimensioni. Con una significativa espansione dei coni, il retto debole non può trattenerli, quindi sporgono dall'ano.

I medici hanno scoperto che il principale gruppo a rischio è costituito da persone di mezza età dai venti ai cinquanta anni. Una caratteristica è che questo tipo di emorroidi viene diagnosticato negli uomini più volte più spesso che nelle donne. Nelle femmine, il picco di incidenza si verifica durante la gravidanza e durante l'allattamento..

I seguenti fattori possono portare alla formazione di emorroidi esterne:

  • eredità gravata - il rischio di un tale disturbo spiacevole aumenta se una malattia simile è stata diagnosticata in un parente prossimo;
  • mancanza di attività fisica nella vita di una persona o, al contrario, lavoro fisico eccessivamente duro;
  • condizioni di lavoro in cui è necessario sedersi a una scrivania o stare in piedi per la maggior parte del tempo;
  • sollevamento pesi da una persona fisicamente debole;
  • cattiva alimentazione, in particolare l'abuso di cibi piccanti, grassi e salati;
  • dipendenza da dipendenze, in particolare da bere alcolici;
  • il periodo in cui nasce un figlio è la ragione principale della comparsa di una tale malattia nelle rappresentanti di sesso femminile. Ciò accade a causa della spremitura dell'intestino da parte dell'utero allargato e dello spostamento degli organi interni a causa della crescita attiva del feto;
  • Vene varicose;
  • costipazione cronica;
  • parto - la comparsa di coni emorroidali esterni è causata dal più forte aumento della pressione intra-addominale durante la nascita di un bambino;
  • il corso dei processi infettivi nella zona pelvica;
  • essere sovrappeso;
  • la formazione di tumori o infiammazioni nel tratto gastrointestinale;
  • mancanza di fibre nella dieta.

Classificazione

A seconda della natura del corso, la malattia è divisa in:

  • acuta: molti clinici considerano questa forma la prima manifestazione di una malattia precedentemente non diagnosticata;
  • cronico - caratterizzato da periodi alternati di remissione ed esacerbazione. Nel caso giusto, i sintomi possono essere completamente assenti, a condizione che il volume delle emorroidi sia piccolo. Nel secondo, il quadro clinico è simile alle manifestazioni del decorso acuto delle emorroidi.

Inoltre, ci sono molte altre caratteristiche del decorso della malattia. Pertanto, le emorroidi esterne sono:

  • complicato: le conseguenze più comuni dell'ignorare i sintomi e l'imbarazzo della ricerca di un aiuto qualificato sono la tromboflebite e il sanguinamento delle emorroidi;
  • semplice: differisce dal fatto che le complicazioni di un tale disturbo non si sviluppano. Ciò accade spesso a causa della diagnosi precoce e dell'uso del metodo più efficace di come trattare le emorroidi esterne in donne e uomini.

Anche la patologia esiste in:

  • forma isolata: in questo caso si nota solo la posizione esterna dei nodi;
  • forma combinata - caratterizzata dalla presenza di coni emorroidali sia esterni che interni.

Una malattia simile nei rappresentanti delle donne è divisa in:

  • emorroidi esterne durante la gravidanza;
  • emorroidi esterne dopo il parto.

Sintomi

La prima e principale manifestazione clinica di emorroidi esterne è il dolore nell'area anale. È spesso associato al processo di defecazione, ma nella maggior parte dei casi si verifica completamente all'improvviso. A volte la causa del dolore può essere una seduta o una posizione prolungata, nonché un'attività fisica intensa. La sindrome del dolore può aumentare mentre si cammina o si corre, si tossisce o si starnutisce. L'intensità del dolore varia da lieve disagio a intollerabile, che spesso indica trombosi. Sullo sfondo di un tale segno, vengono espressi i seguenti sintomi della malattia:

  • prurito e bruciore nell'ano, la cui intensità aumenta all'aumentare delle emorroidi;
  • sanguinamento: si verifica molto meno frequentemente rispetto alle emorroidi interne. Macchie di sangue non compaiono nelle feci, ma sulla carta igienica o sulla biancheria, nonché su un asciugamano dopo aver eseguito le procedure igieniche;
  • la comparsa di sigilli attorno all'ano, che una persona può sentire. Spesso, toccare le emorroidi è doloroso;
  • sensazione di un oggetto estraneo nell'area anale - notato con un significativo aumento dei nodi;
  • un aumento degli indicatori di temperatura - in caso di infiammazione;
  • gonfiore e arrossamento dell'area anale. Nei casi più gravi, si nota un tono della pelle bordeaux e bluastro;
  • la comparsa di ragadi anali.

Se la malattia è cronica, i suddetti sintomi non saranno permanenti..

Diagnostica

Un proctologo sa come curare le emorroidi esterne e diagnosticare. Per uno specialista esperto, non sarà difficile fare la diagnosi corretta già durante un esame esterno dell'area problematica, in cui puoi vedere chiaramente come sono le emorroidi. Inoltre, il medico deve eseguire diverse manipolazioni:

  • condurre un sondaggio dettagliato del paziente per la presenza, il tempo di manifestazione e l'intensità dell'espressione dei sintomi. Aiuta a decidere come trattare le emorroidi esterne negli uomini e nelle donne;
  • per conoscere la storia medica e la storia della vita non solo del paziente, ma anche dei suoi parenti più stretti - per stabilire fattori eziologici, uno dei quali può essere gravato da eredità.

Gli esami di laboratorio sono limitati a un esame del sangue clinico che rileva segni di infiammazione o trombosi. I più caratteristici sono un aumento del numero di leucociti e un aumento dell'ESR..

Al fine di determinare definitivamente la diagnosi, nonché eseguire la diagnosi differenziale, i seguenti esami strumentali aiuteranno il proctologo:

  • anoscopia e sigmoidoscopia - per esaminare l'intera superficie interna del retto;
  • colonscopia - per studiare le condizioni dell'intero intestino;
  • irrigoscopia, che è radiografia che utilizza un mezzo di contrasto;
  • angiografia - eseguita in presenza di sanguinamento.

La diagnosi differenziale delle emorroidi esterne viene eseguita con patologie come:

  • prolasso delle emorroidi interne;
  • poliposi rettale diffusa;
  • neoplasie maligne;
  • prolasso del retto;
  • diabete mellito, che è anche accompagnato da un forte prurito;
  • verruche genitali;
  • paraproctitis.

Trattamento

L'eliminazione di un tale disturbo viene eseguita in modo globale, usando metodi conservativi e chirurgici. I primi mirano a sbarazzarsi dei segni clinici della malattia, i secondi sono all'asportazione delle emorroidi.

Il trattamento conservativo per le emorroidi esterne in donne e uomini comprende:

  • assunzione di farmaci;
  • l'uso di supposte rettali e pomate per emorroidi esterne;
  • uso di medicina alternativa;
  • aderenza a una dieta parsimoniosa;
  • cambiamento di stile di vita.

Al fine di eliminare i sintomi delle emorroidi, vengono utilizzate le seguenti supposte ed unguenti economici ed efficaci:

  • "Relief Advance" e "Relief Ultra" sono prodotti sia sotto forma di candele che come crema. Tali medicinali non solo riducono l'intensità dei sintomi della malattia, ma hanno anche proprietà curative, emostatiche e antinfiammatorie;
  • "Aurobin" - la crema ha lo scopo di ridurre il dolore;
  • "Proctosedil" è un unguento per il trattamento delle emorroidi esterne, che ha un effetto antibatterico, analgesico e antitrombotico;
  • "Hepatrombin G" - supposte e creme prevengono la formazione di coaguli di sangue e riducono il gonfiore dell'ano;
  • "Unguento eparina";
  • "Posterisan" - tali unguenti e supposte per emorroidi esterne hanno una proprietà riparativa e aumentano il tono vascolare.

Tuttavia, supposte e unguenti per emorroidi esterne non sono gli unici farmaci che possono essere utilizzati. Inoltre, è richiesta la somministrazione orale:

  • farmaci con proprietà venotoniche;
  • farmaci per normalizzare la circolazione sanguigna e rafforzare i vasi sanguigni;
  • mezzi per prevenire il ristagno di sangue nei vasi del retto;
  • compresse antibatteriche.

Per la trombosi, è indicato l'uso di anticoagulanti e trombolitici.

Il trattamento delle emorroidi esterne utilizzando la medicina alternativa prevede l'uso di:

  • corteccia di quercia;
  • foglie di lampone;
  • achillea e ortica;
  • semi di castagno e foglie di nocciola;
  • rosa canina e viburno.

Vale la pena considerare che i rimedi popolari per le emorroidi esterne non dovrebbero essere l'unico metodo terapeutico, ma dovrebbero essere usati in combinazione con altri metodi conservativi.

Un altro modo per curare rapidamente le emorroidi esterne, che fa parte del trattamento inoperabile della malattia, è seguire una dieta parsimoniosa. Esistono diverse regole dietetiche:

  • rifiuto completo di cibi grassi e piccanti, nonché di caffè forte, bevande gassate e alcoliche;
  • ridotto apporto di sale;
  • un aumento del volume di liquido consumato al giorno;
  • arricchimento del menu con prodotti contenenti fibre.

Tuttavia, la base per l'eliminazione delle emorroidi esterne è l'intervento chirurgico, che salverà una persona da una patologia così spiacevole per molto tempo, se non per sempre. Le operazioni sono finalizzate a:

  • rimozione di un coagulo di sangue;
  • escissione dell'emorroidi con emorroidectomia;
  • legatura;
  • scleroterapia;
  • Criodistruzione;
  • elettrocoagulazione.

complicazioni

Spesso, con un appello prematuro di aiuto qualificato, si sviluppano le seguenti complicanze della malattia:

  • la trombosi dell'emorroide esterna è la conseguenza più comune di ignorare i sintomi;
  • aderendo al processo infiammatorio;
  • formazione di fistole;
  • paraproctitis.

Prevenzione

Al fine di evitare problemi con la formazione di emorroidi esterne e frequenti recidive della malattia, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • condurre uno stile di vita sano e attivo con un'attività fisica moderata;
  • seguire le regole dietetiche stabilite dal medico curante;
  • eliminare tempestivamente la costipazione e altre malattie che possono causare disturbi circolatori nel retto;
  • sottoporsi a una visita medica completa più volte all'anno.

La prognosi delle emorroidi esterne non complicate è favorevole. Se si sviluppano complicanze, è necessario cercare un aiuto qualificato il più presto possibile per eseguire un intervento chirurgico. Dopo l'eliminazione delle conseguenze, i pazienti tornano rapidamente alla vita normale..

Emorroidi esterne

Quasi tutti affrontano le emorroidi. A causa della delicatezza della malattia, non tutti decidono di chiedere aiuto a medici-proctologi. I pazienti cercano di curare la malattia da soli - aggravano il problema, le emorroidi entrano in una fase grave.

Le emorroidi sono vene ingrossate nel retto, in cui ristagna il sangue venoso. Tipi di emorroidi: interne, combinate, esterne. I pazienti non avvertono molto fastidio a causa delle emorroidi interne. Si verifica durante i movimenti intestinali. I problemi iniziano a manifestarsi se la malattia è passata allo stadio esterno. Le emorroidi interne sono facilmente distinguibili dalle emorroidi esterne. Non ci sono sanguinamenti, dolori acuti (con la forma interna). In apparenza, la malattia è considerata trascurata..

Le cause delle emorroidi esterne:

  • Debolezza delle pareti venose (vene varicose delle gambe).
  • Come risultato della mancanza di movimento.
  • Cattiva digestione.
  • Attività fisica troppo seria.
  • Dieta sbagliata.
  • Parto e gravidanza.

Segni della malattia

Le emorroidi esterne sono raramente asintomatiche. All'inizio, le emorroidi non sono visibili dall'esterno. Aumenta nel tempo, scurisci, diventa doloroso.

Con le emorroidi esterne, una persona avverte dolore di vari gradi, indipendentemente dal tempo del movimento intestinale. Il dolore aumenta con tosse, starnuti. I segni della malattia sono indicati da gonfiore, arrossamento delle aree problematiche che escono. L'ano ha irritazione, gonfiore.

Il sanguinamento non necessariamente accompagna la malattia. A volte appaiono macchie di sangue sulla carta igienica. Se ciò accade spesso, scopri la causa, cerca modi per trattare le emorroidi esterne.

Il nodo aumenterà nel tempo, le feci possono ferirlo, causare sanguinamento abbondante. Il sangue viene spesso drenato dalle fessure nel canale anale.

Se la malattia non viene curata, diventa acuta. I sintomi delle emorroidi sono indicati dall'infiammazione dei nodi. Il paziente avverte disagio durante la visita al bagno. Gli antidolorifici sono usati per il trattamento.

Se lo si desidera, il paziente brancola in modo indipendente per le emorroidi. Le guarnizioni sono disponibili in diverse forme e dimensioni.

Pericolo di malattia

  • Una grave complicazione è associata al verificarsi di trombosi dei nodi. Il trattamento include l'uso di venotonici, trombolitici.
  • Se il trombo non viene eliminato, si svilupperà un processo infiammatorio purulento. Sintomi - febbre, gonfiore, dolore intenso.
  • Le fistole perrettali, la paraproctite purulenta, che portano all'intossicazione del corpo diventano gravi conseguenze delle emorroidi.

Trattamento della malattia

Il trattamento delle emorroidi esterne è descritto di seguito. I principali metodi di eliminazione sono pillole, droghe locali, supposte, rimedi popolari.

Trattamento farmacologico

Puoi liberarti rapidamente del problema con l'aiuto di compresse contenenti oli vegetali. Prurito, infiammazione, dolore, sanguinamento vengono eliminati. Farmaci derivati ​​che eliminano la costipazione, rinnovando i vasi sanguigni. Un rimedio provato per le emorroidi è Detralex. Dona un effetto se assunto regolarmente.

Il trattamento farmacologico delle emorroidi esterne viene effettuato in combinazione con l'uso di unguenti e altri preparati topici. Un proctologo che conosce i dettagli della malattia sceglie il farmaco.

Se le emorroidi escono, vengono trattate con preparati topici. Le emorroidi esterne vengono trattate con supposte, vengono utilizzati unguenti. Le medicine sono progettate per alleviare dolore, prurito, infiammazione. La composizione comprende componenti analgesici, anticoagulanti, che impediscono la formazione di coaguli di sangue. Contengono sostanze che aiutano il rapido ripristino delle pareti dei vasi sanguigni, fluidificazione del sangue.

Le emorroidi superficiali sono trattate con farmaci volti a migliorare la circolazione sanguigna nel retto. Buone recensioni sono state ricevute dal Ginkor Fort, che rafforza i vasi sanguigni, prevenendo la comparsa di nuovi nodi.

Riduce la medicina di stasi venosa Detralex. Il medicinale contiene sostanze che rendono elastiche le pareti dei vasi sanguigni.

Con le emorroidi esterne, è indispensabile avere un buon sistema digestivo. La peristalsi può essere migliorata da Antrasennin.

Curare le emorroidi esterne non è un problema. È stato prodotto un numero sufficiente di farmaci che alleviano l'infiammazione, eliminano il dolore. Unguenti e supposte stanno diventando un'alternativa alle pillole. I fondi vengono utilizzati con il permesso di un medico, l'automedicazione aggrava la situazione.

Il gonfiore dei tessuti molli viene rimosso con unguento, crema. Le creme sono caratterizzate da un effetto anestetico, alleviando parzialmente il dolore. Se le emorroidi interne non sono pronunciate, non è necessario mettere le candele.

Il trattamento moderno delle emorroidi è complesso. Il paziente è sottoposto a un corso di fluidificazione del sangue e prevenzione dell'ulteriore formazione di trombi.

Come curare le emorroidi con la medicina tradizionale

Con l'aiuto di erbe e decotti, l'emorroide non può essere rimossa. Le proprietà curative delle piante aumentano l'effetto della terapia. Se il nodulo non è infiammato, non c'è processo infiammatorio, è lecito essere curato a casa.

Il trattamento con farmaci è combinato con bagni di vapore, compresse, lozioni.

Le emorroidi semplici sono trattate con bagni di camomilla, salvia o calendula, che vengono prodotti a casa, in un momento conveniente per il paziente. È consentito aggiungere propoli, succo di patata crudo.

Idroterapia

La procedura di idroterapia è prescritta con acqua calda e fredda, a cui vengono aggiunte infusioni dalle erbe sopra elencate. I bagni d'aglio, a base di bucce di cipolla, sono considerati efficaci..

Candele di patate

Le patate grattugiate sono antinfiammatorie. Barbabietole o carote diventano un'alternativa.

L'uso di verdure come supposte per le emorroidi ridurrà i nodi e l'infiammazione..

Unguento emorroidi fatto in casa

Avrai bisogno di tre ingredienti: propoli, mamma, miele. Mescolare i componenti, applicare sulla zona dolente.

Il rimedio è controindicato nei pazienti che hanno emorroidi esterne con formazione di coaguli di sangue. Richiederà un trattamento intensivo prescritto da un proctologo. Se ignori l'infiammazione progressiva, ti lasci trasportare dall'automedicazione, rischi di perdere tempo e peggiorare la situazione.

Nonostante la varietà di metodi alternativi per il trattamento delle emorroidi, il trattamento farmacologico non può essere rifiutato..

Trattamento delle emorroidi durante la gravidanza

La gravidanza è un periodo cruciale nella vita di ogni donna, poiché la salute del bambino dipende da questo. Non è consigliabile assumere pillole. In caso di esacerbazione della malattia durante la gravidanza, consultare un proctologo, un ginecologo, un terapista per il trattamento.

Il trattamento delle emorroidi richiede cautela durante i periodi prenatale e postpartum. L'allattamento al seno è considerato quando si prescrivono farmaci. Le sostanze contenute in unguenti e supposte entrano nel latte materno, influenzando negativamente la sua composizione. I medici ritengono che prima di dare alla luce una donna non sia raccomandata di fare dei modi radicali per eliminare la malattia. Devi mentire molto, lubrificare i noduli con la crema di Troxevasin.

Se la tendenza alle emorroidi nelle donne viene registrata prima del concepimento, la malattia si manifesterà quando è previsto e nasce un bambino. La malattia appare durante la gravidanza, progredisce durante il parto, quindi scompare e non appare.

Sintomi di emorroidi esterne durante la gravidanza

Il sintomo principale della malattia è il dolore - acuto e doloroso. Il nodo emorroidario fa male per vari motivi. È doloroso per una futura madre con problemi di questa natura sedersi su una poltrona.

Insieme alle emorroidi esterne, appare la trombosi, che spesso causa infiammazione batterica. Lo stato di salute è disturbato, la temperatura aumenta. Il trattamento è con antibiotici. Il deterioramento delle condizioni di una donna incinta sta forzando un'operazione.

Il sanguinamento frequente contribuisce all'anemia. Il feto non riceve abbastanza ossigeno.

  • Includi le fibre nella tua dieta quotidiana.
  • Bevi abbastanza acqua al giorno (almeno otto bicchieri).
  • Non sederti sul water.
  • Per diluire le feci negli alimenti, è necessario mangiare alghe, crusca secca.
  • Gli esercizi di Kegel che rafforzano i muscoli aiuteranno ad accelerare il flusso sanguigno. La piccola attività fisica accelera il flusso sanguigno, aiuta a recuperare più velocemente dopo il parto.
  • Se il lavoro è associato alla seduta prolungata in un unico posto, è necessario fare pause di cultura fisica di cinque minuti ogni ora.
  • Sforzare le vene del retto aiuterà ad alleviare la posizione sdraiata sul lato sinistro.

Esercizi terapeutici per le emorroidi

Esercizi di fisioterapia - un assistente nel trattamento della malattia. Esistono esercizi speciali che migliorano la circolazione sanguigna, prevengono il ristagno di sangue nelle vene. Venti minuti al giorno sono sufficienti per sentirsi in salute. La ricarica consiste in esercizi:

  1. Siediti su una sedia rigida, chinati quindici volte, stringendo lo sfintere.
  2. Cammina per l'appartamento con le ginocchia alte.
  3. Sdraiati sul pavimento, solleva le gambe distese, fai esercizio con le forbici. Altalene a gamba larga.
  4. Sdraiato sulla schiena, raddrizza le braccia lungo il corpo. Raddrizza le natiche e lo sfintere cinque volte. Segue il rilassamento. Ripeti l'esercizio dieci volte..
  5. In una posizione prona, le gambe devono essere leggermente piegate alle ginocchia. Mentre inspiri, solleva la schiena, mentre espiri - raddrizzalo. I glutei si contraggono. Ripeti dieci volte.
  6. Sali a quattro zampe, fai piegare un gatto.
  7. Con una colonna vertebrale sana, fai la "betulla". L'esercizio fisico aiuta il flusso sanguigno fuori dal bacino.

Fai esercizi per comprimere lo sfintere mentre sei seduto sul bus, al lavoro - prevenzione contro le emorroidi esterne.

Chirurgia di rimozione delle emorroidi

I metodi elencati per eliminare la malattia a volte non sono efficaci. È necessario passare a metodi radicali. L'emorroidi dovrebbe essere rimossa. La maggior parte dei pazienti vuole fare a meno dell'intervento chirurgico a causa dell'ansia irragionevole. La rimozione di una tale formazione sotto la pelle aiuterà a sbarazzarsi del disagio associato alla malattia..

L'operazione aiuterà ad eliminare le emorroidi esterne. Sbarazzarsi di noduli che non sono preoccupanti ma che in futuro potrebbero svilupparsi in emorroidi.

Dopo l'intervento chirurgico, i nodi diventano più piccoli o vengono rimossi completamente. Dopo la rimozione delle formazioni, i pazienti sentono disagio, aggravato dalla costipazione, movimenti improvvisi. Dopo l'intervento, il paziente deve trascorrere la maggior parte del tempo in posizione sdraiata..

Il successo dell'intervento dipende dall'adesione del paziente alle raccomandazioni del medico. È importante seguire una dieta rigorosa, non sforzarti troppo. La prevenzione delle emorroidi consiste in una corretta alimentazione. Si consiglia alle persone inclini alle emorroidi di non sollevare oggetti pesanti.

Per sbarazzarsi delle emorroidi, tenere presente la gravità della diagnosi. Il trattamento deve essere preso sul serio.

Il trattamento delle emorroidi esterne è un processo complesso e poliedrico. Include l'identificazione delle cause della patologia e del trattamento. Per sbarazzarsi del disagio per sempre, si consiglia di seguire una dieta, smettere di fumare e bere alcolici. Le persone inclini alle emorroidi devono pensare a cambiare la loro professione.

Che cosa sono le emorroidi esterne e come trattarla?

Le emorroidi esterne sono trattate in modo più efficace rispetto alle emorroidi interne. Dovrebbe essere effettuato sotto la supervisione di un medico - un coloproctologo o un terapista (dopo aver consultato uno specialista ristretto). Le fasi iniziali delle emorroidi esterne si prestano bene alla terapia conservativa, se cerchi un aiuto medico in modo tempestivo, quando compaiono i primi sintomi della malattia. La patologia è ormai diffusa: secondo le statistiche, dal 10 al 25% della popolazione mondiale è malata. Secondo alcune fonti letterarie, l'incidenza è dell'80%. È spiegato dalla tardiva appealability: di norma, le emorroidi vengono rilevate già durante il periodo di complicanze, quando è necessaria l'assistenza di emergenza.

Emorroidi esterne: che cos'è?

Le emorroidi esterne sono una malattia acuta o cronica caratterizzata da ingrossamento varicoso (nodulare) dei plessi venosi localizzati per via sottocutanea attorno all'anello anale. In ICD 10, il suo codice è k.64.3-k.64.5. I nodi si formano all'esterno dello sfintere.

La percentuale di emorroidi esterne nella struttura generale della malattia è del 34-41%. Gli adulti (uomini e donne) di età superiore ai 40 anni hanno maggiori probabilità di soffrire. La patologia viene rilevata anche nei bambini, a partire dal periodo neonatale.

I plessi venosi dilatati e pieni di sangue che circondano lo sfintere anale aumentano in modo significativo e irregolare, hanno una forma diversa. Sembrano nodi di color ciliegia scuro con pareti tese.

Le emorroidi esterne hanno alcune caratteristiche:

  • situato esternamente all'ano;
  • sanguina raramente;
  • con esacerbazione, è bruscamente doloroso;
  • in remissione non disturba il paziente.

I nodi esterni sono protetti dalla pelle, quelli interni sono coperti da una membrana mucosa. Al di fuori dell'esacerbazione, i dossi esterni diminuiscono, le pareti dei corpi cavernosi collassano, le formazioni vascolari non si gonfiano.

Quando infiammato, il nodulo esterno sembra un gonfiore o un urto doloroso. I dossi sono disponibili in diverse dimensioni e quantità e sono chiaramente visibili all'esame. Secondo numerosi studi, i dossi esterni hanno maggiori probabilità di essere maligni e degenerare in tumori cancerosi, rispetto ai.

Ragioni per un aumento dell'emorroide esterna

Il fattore eziologico della malattia emorroidaria può essere l'ereditarietà. Se i parenti stretti soffrono di emorroidi, c'è un'alta probabilità di patologia nel bambino. Ciò è dovuto alla disfunzione vascolare congenita nel retto inferiore.

Sotto l'influenza di fattori di rischio si verifica:

  • aumento del flusso sanguigno;
  • straripamento di tutte le navi;
  • espansione dei corpora cavernosa;
  • ostruzione del deflusso venoso;
  • stagnazione.

Tali condizioni sfavorevoli e fattori di rischio sono:

  • hypodynamia;
  • stipsi;
  • sovraccarico (sollevamento pesi, in piedi a lungo);
  • alcol;
  • preferenze di gusto improprie (cibi piccanti, salati, affumicati, grassi);
  • processi infiammatori o maligni cronici nella piccola pelvi;
  • patologia intestinale con flatulenza e disturbi delle feci;
  • sesso anale e altri effetti meccanici sul retto;
  • gravidanza, parto.

Con una seduta prolungata tra il corpo e la superficie su cui si trova la persona, si forma un impacco di calore. La stasi venosa si verifica con un'ulteriore espansione dei corpi cavernosi e la loro sporgenza sotto forma di nodi. Il gruppo a rischio comprende rappresentanti di tutte le professioni "sedentarie": autisti, programmatori, commercialisti, cassieri.

In caso di grandi sovraccarichi (in particolare sollevamento pesi o posizione prolungata) a causa del ristagno di sangue, la pressione venosa aumenta e l'elasticità delle pareti vascolari diminuisce. Questo succede con i motori, gli atleti, i parrucchieri.

Con costipazione, feci dure, con difficoltà a muoversi attraverso l'intestino, stringono le vene rettali, causando ristagno di sangue in esse. Un eccessivo sforzo durante lo svuotamento migliora questi processi. Durante il parto, si sviluppa lo stesso meccanismo d'azione sulle vene di quando si sollevano i pesi.

L'alcool dilata tutti i vasi sanguigni nel corpo, comprese le vene rettali, che porta a ristagno di sangue ed emorroidi.

Quando si mangiano cibi piccanti, il sangue si precipita al retto, le terminazioni nervose nella mucosa sono irritate, le vene traboccano e si espandono con la formazione di emorroidi.

Con diarrea, si verificano irritazione e infiammazione della mucosa intestinale, con sesso non convenzionale - stiramento meccanico dello sfintere e della regione rettale. Ciò contribuisce alla comparsa della malattia emorroidaria con un aumento dei nodi esterni..

Nell'infanzia, la causa delle emorroidi può essere la costipazione, oltre a rimanere seduti su una pentola con forte tensione, pianto, dieta malsana, ingrossamento congenito delle vene rettali.

Negli anziani, la causa è l'indebolimento legato all'età dei legamenti, delle pareti venose, dei cambiamenti nella microflora intestinale e della bassa attività fisica. I cambiamenti si verificano nell'intestino: una diminuzione del tono della parete muscolare intestinale, la sua elasticità, un indebolimento della peristalsi, aggravando la costipazione. L'assunzione di molti farmaci contribuisce ad aumentare la costipazione a causa degli effetti collaterali. Un ruolo importante è giocato dalla patologia del sistema cardiovascolare (ipertensione, insufficienza cardiaca), una tendenza all'obesità dovuta a un ridotto background ormonale.

Durante la gravidanza, l'utero in crescita preme il retto sul fondo della piccola pelvi. I vasi schiacciati traboccano di sangue, forma di coni venosi.

Con le emorroidi, i nodi esterni appaiono sempre più tardi di quelli interni.

Come si manifesta la patologia?

Con le emorroidi esterne, non ci sono sintomi per lungo tempo. Per molti anni e persino decenni, la patologia non si manifesta in alcun modo, i proventi compensati. Nel tempo, i nodi esterni si allargano, sfregano contro la pelle e il lino e causano irritazione e infiammazione. Restringono il passaggio del retto, rendendo difficile la normale fuga delle feci. Devi spingere forte durante i movimenti intestinali.

Se i nodi sono grandi e ce ne sono diversi, durante lo svuotamento intestinale, particelle di feci possono indugiare sulla pelle intorno allo sfintere, irritarla. Con igiene insufficiente, possono comparire aree di macerazione, accompagnate da prurito, bruciore.

I primi segni della malattia possono verificarsi quando si assume una grande quantità di alcol, errori nella dieta, eccessi sessuali. Questi fattori esacerbano il corso. I nodi si infiammano, aumentano di dimensioni, appare dolore acuto.

I coni venosi esterni non sono inclini al sanguinamento. Ciò è dovuto alla loro struttura anatomica e localizzazione: i nodi sono protetti dalla pelle, si trovano all'esterno, quindi non cadono e non sono compromessi. Ma in alcuni casi, quando la loro dimensione aumenta in modo significativo, i nodi e la mucosa del retto sono feriti da feci solide con la formazione di crepe. Ciò si manifesta con sanguinamento: tracce di sangue possono essere viste su lino, carta igienica.

Lo sforzo con costipazione provoca una forte espansione dei nodi venosi e la comparsa di dolore. Il risarcimento viene dopo il trattamento. Se il regime viene violato, le raccomandazioni del medico non vengono seguite, i dossi si infiammano di nuovo, l'attacco di dolore si ripete.

Con una costante esposizione ai fattori di rischio sul corpo, i nodi interni vengono prima formati. Quelli esterni si sviluppano molto più tardi. Pertanto, il quadro clinico dipende dallo stato dei nodi venosi interni. C'è una sensazione di disagio, prurito e bruciore insopportabili, c'è uno scarico di sangue, perdita di nodi durante i movimenti intestinali. Questo si riferisce ai sintomi delle emorroidi interne.

A volte il processo può procedere senza manifestazioni cliniche fino a quando non si formano complicazioni:

L'anemia sideropenica è una conseguenza dell'emorragia o del danno alla mucosa dei nodi e della parete intestinale (crepe, erosione, rotture). Si sviluppa gradualmente nel corso di diversi anni. Può essere grave con cardiomiopatia.

La trombosi si forma nei nodi esterni. Il motivo è il lungo ristagno di sangue. Un grande trombo espande il nodo dall'interno e provoca un forte dolore che si irradia al perineo. Aumenta non solo con sforzo o sforzo fisico, ma anche con tosse, starnuti. Il paziente ha difficoltà a camminare, non riesce nemmeno a sedersi. Ciò è dovuto all'infiammazione: iperemia ed edema compaiono intorno all'ano, la temperatura sale a numeri elevati.

Il nodo sembra gonfio, di colore bluastro. In caso di erogazione tempestiva di cure mediche di emergenza, il processo va nel perineo e sui glutei - si sviluppa la paraproctite.

Metodi di trattamento domiciliare

Il trattamento conservativo per le emorroidi esterne senza complicazioni può essere fatto a casa. Viene effettuato al fine di:

  • ridurre i sintomi spiacevoli;
  • migliorare la qualità della vita;
  • prevenzione delle esacerbazioni.

Per attuare tale terapia, vengono utilizzati:

  • medicinali;
  • metodi popolari;
  • dieta alimentare;
  • correzione dello stile di vita;
  • fisioterapia.
  • automedicazione;
  • riscaldando i nodi;
  • grande attività fisica.

farmaci

I prodotti farmaceutici per il trattamento delle vene varicose esterne esistono sotto forma di:

Le supposte sono usate per trattare le emorroidi interne.

Indipendentemente dal volume della terapia, qualsiasi medico per uso topico o esposizione generale deve essere prescritto da un medico. L'automedicazione è inaccettabile per molte ragioni. Solo uno specialista prescriverà una serie di farmaci necessari in ogni singolo caso, tenendo conto delle condizioni del paziente, delle malattie croniche esistenti, degli effetti collaterali.

Per alleviare rapidamente l'infiammazione, l'edema concomitante, il dolore e le manifestazioni spiacevoli sotto forma di prurito e bruciore, vengono spesso utilizzati agenti locali:

  • antinfiammatorio (FANS e GCS);
  • antitrombotici;
  • anestetici;
  • antidolorifici;
  • flebotonici;
  • migliorare la rigenerazione.

Qualsiasi medicina locale viene applicata in un ciclo di 7-10 giorni, la durata e la frequenza dell'applicazione sono determinate dal medico. Di solito usato 2-3 volte al giorno. La scelta di un farmaco locale viene presa tenendo conto del sintomo principale delle emorroidi.

L'unguento Aurobin ha un buon effetto antinfiammatorio e analgesico. Contiene 4 componenti:

  • il prednisolone (GCS) è un farmaco steroideo che allevia rapidamente infiammazione, gonfiore, dolore, ha una serie di controindicazioni, come qualsiasi steroide;
  • lidocaina - un anestetico locale che ha effetti analgesici e riduce l'infiammazione;
  • triclosan: farmaco antimicrobico;
  • dexpantenolo: riparante.

Il forte posterisan (unguento) è una moderna preparazione combinata di azione multifattoriale. Aumenta il tono delle vene, riduce la permeabilità delle loro pareti. contiene:

  • idrocortisone (GCS), che allevia efficacemente e rapidamente tutta l'infiammazione, il prurito e il dolore;
  • cellule microbiche inattivate di Escherichia coli e loro prodotti metabolici, stimolando l'immunità cellulare locale, accelerando la guarigione dei tessuti.

L'epatrombina G (unguento) è un farmaco multicomponente. Include:

  • eparina - antitrombotica, riduce l'edema, migliora la circolazione sanguigna locale nel retto;
  • pantenolo: accelera l'epitelizzazione;
  • allantoina: aumenta il metabolismo cellulare, rimuove l'infiammazione.

Il sollievo (unguento) include:

  • olio di fegato di squalo - effetto curativo della ferita, arresta il sanguinamento, allevia l'infiammazione;
  • fenilefrina cloridrato - agonista alfa-adrenergico - restringe i vasi sanguigni, allevia il gonfiore, il prurito, il disagio.

Il sollievo ha molte controindicazioni ed effetti collaterali, quindi non puoi prescriverlo da solo.

I preparati orali vengono assunti in cicli di 1-2 mesi, che, se necessario, vengono ripetuti 2-3 volte l'anno. Questi sono principalmente flebotonici, che migliorano la circolazione venosa rafforzando la parete vascolare, aumentandone l'elasticità e diminuendo la permeabilità. Il trattamento con questi farmaci dimezza la durata delle esacerbazioni, 1,5 volte riduce la loro gravità. I più efficaci sono:

Con grave infiammazione del nodo esterno, i FANS sono anche prescritti in compresse:

Hanno controindicazioni ed effetti collaterali, sono presi come prescritto da un medico 5-7 giorni dopo i pasti.

È necessaria la normalizzazione di tutte le funzioni digestive. A tal fine, la costipazione viene trattata se la ritenzione delle feci è superiore a 3 giorni. Applicabile:

  • enzimi (Creonte, Mezim-forte);
  • prebiotici e probiotici (Bactisubtil, Hilak forte, Bifiform).

Ricette popolari

Le emorroidi possono essere curate a casa usando rimedi popolari collaudati. Possono essere utilizzati come aggiunta alla principale terapia farmacologica, poiché è impossibile liberarsi completamente della malattia usando la medicina tradizionale. Le ricette a base di erbe funzionano in modo sintomatico, alleviano i sintomi spiacevoli. Un buon risultato è dato nelle fasi iniziali della malattia. A casa vengono utilizzati decotti, infusi, tinture di piante medicinali. Sono utilizzati da:

  • esternamente (per lozioni, impacchi, bagni);
  • per ricezione interna.

La camomilla aiuta ad alleviare rapidamente prurito e dolore. 1 cucchiaio di fiori secchi viene versato con 1 tazza di acqua bollente, infuso per 20 minuti, versato in una ciotola d'acqua. Durata della procedura - 5 minuti, temperatura dell'acqua - 25 ° С.

L'ippocastano è un buon venotonico. 1 cucchiaio di semi viene versato con 200 ml di acqua bollente, insistito in un thermos per 2 ore. Assumere 3 volte al giorno prima dei pasti. L'infusione fresca deve essere preparata ogni giorno.

Raccolta di erbe (camomilla, salvia, valeriana, ortica, assenzio): 2 cucchiai di materie prime mescolati in proporzioni uguali versare 1 litro di acqua bollente, insistere per 20 minuti. Filtra, bevi come il tè. Puoi aggiungere il miele.

La stessa composizione di erbe viene utilizzata per i bagni. La temperatura dell'acqua è di 38 ° C, la durata della procedura è di 7-10 minuti. Successivamente, asciugare l'area dell'ano e diffondere i nodi con unguento medicinale.

L'infuso viene utilizzato anche per lozioni. Il batuffolo di cotone viene inumidito, leggermente spremuto e applicato ai nodi infiammati. Il piano è rivestito in polietilene. Invece di un'infusione, è adatta una tintura alcolica farmacia pronta da queste erbe. È allevato in acqua calda..

Comprime da patate fresche grattugiate con buccia: durata della procedura - 1 ora. Ogni 10 minuti devi cambiare la massa di patate in fresca. La pappa di patate si sviluppa su polietilene, il paziente si siede su di esso con i glutei separati. La procedura fornisce buoni risultati con nodi infiammati esterni di grandi dimensioni.

Stile di vita: dieta ed esercizio fisico

La dieta è una parte importante del trattamento. Le emorroidi sono esacerbate dall'alcol, dal fumo e da un'alimentazione scorretta. Per un trattamento efficace e la prevenzione delle esacerbazioni, è necessario mangiare bene, escludere i fattori provocatori.

Condimenti piccanti, cibi grassi, affumicati, salati, bevande gassate zuccherate sono controindicati nelle emorroidi. Ogni giorno nel menu dovrebbero essere presenti frutta e verdura fresche contenenti una grande quantità di fibre. Se ciò non fosse possibile per qualche motivo, al cibo vengono aggiunte fibre alimentari pronte (semi di lino, crusca di grano). Aiuta a migliorare la funzione intestinale, a ridurre la costipazione.

Allo stesso scopo, ogni giorno è necessario mangiare cereali, zuppe di verdure, bere fino a 3 litri di acqua senza gas durante il giorno. Sono utili composte di frutta secca, bevande a base di latte fermentato a basso contenuto di grassi. Tè forte, il caffè dovrebbe essere escluso.

La ginnastica terapeutica è parte integrante del complesso trattamento dei nodi venosi esterni. Il suo scopo:

  • migliorare il tono dei muscoli rettali e dello sfintere esterno;
  • aumentare il flusso sanguigno.

L'educazione fisica dura 15 minuti al giorno, è consentito eseguirla anche con una lieve esacerbazione. Si consiglia di eseguirlo dopo il movimento intestinale e un bagno caldo, che ha un effetto anestetico. Prima della terapia fisica - imbratta i dossi con anestetico.

Il corso degli esercizi sarà selezionato dal medico dell'ufficio di terapia fisica, spiegherà anche la tecnica corretta per la loro attuazione. Il corso degli esercizi di Kegel è ampiamente utilizzato: un ginecologo che li ha inventati per rafforzare i muscoli del bacino. Sono adatti per le emorroidi: promuovono il deflusso di sangue, migliorano le condizioni delle vene rettali, delle pareti venose. Quando si eseguono tutti gli esercizi, sono vietati gli sbalzi acuti delle gambe, gli squat profondi.

Trattamento radicale

Il trattamento farmacologico ha un effetto positivo nelle prime fasi con un'esacerbazione, quando la dimensione dei nodi è piccola, non ci sono complicazioni. Ma non si verifica lo sviluppo inverso (involuzione) dei coni emorroidali: il problema rimane, la patologia progredisce. In tali casi, viene utilizzata la terapia radicale: le formazioni volumetriche del retto vengono rimosse.

Tecniche minimamente invasive

Se i sintomi aumentano dopo la terapia conservativa, vengono utilizzati metodi minimamente invasivi. Questa è un'operazione:

  • in un piccolo volume;
  • con danno minimo;
  • con recupero rapido;
  • senza complicazioni.

In termini di complessità - la media tra trattamento conservativo e chirurgico. Destinato a ridurre le dimensioni delle emorroidi a causa di una diminuzione del flusso sanguigno in esse.

  • basso tasso di infortuni;
  • breve riabilitazione;
  • mancanza di dolore.

Il metodo specifico viene selezionato tenendo conto dei sintomi principali:

  • fotocoagulazione ed elettrocoagulazione;
  • Criodistruzione;
  • caraterizzazione dei nodi;
  • legatura con anelli di lattice;
  • tecniche radiochirurgiche.

Ma questi metodi sono principalmente progettati per rimuovere i dossi interni sanguinanti e non sono sempre adatti per il trattamento delle emorroidi esterne. Non applicabile:

  • con complicazioni esistenti;
  • con la natura dei nodi.

La scleroterapia è un metodo in cui viene praticata una puntura di un vaso allargato, viene iniettato un adesivo e successivamente si forma il tessuto connettivo, che sembra un sigillo. Nelle cliniche di grandi dimensioni, questa tecnica non viene utilizzata a causa di una diminuzione della potenza negli uomini..

Crioterapia: congelamento dei tessuti fino a -195 ° C. Viene utilizzato azoto liquido. È alimentato attraverso un cryoprobe e crea un effetto di congelamento. I dossi sono distrutti. Il recupero completo avviene in 2-3 settimane.

Quando si lega con anelli, un anello in lattice viene messo sul nodo usando un legatore di gomma. È stretto alla base. L'afflusso di sangue al nodo si interrompe. Dopo 8-10 giorni, scompare durante i movimenti intestinali. Il metodo è sicuro e ha ricevuto un buon feedback da pazienti e medici. Controindicato nel primo stadio delle emorroidi esterne a causa di nodi non ancora completamente formati, che non hanno una chiara ragione per mettere un anello.

Durante la fotocoagulazione, un raggio di onde infrarosse o un laser viene diretto alla base del cono venoso. Sotto l'influenza del calore, i tessuti collassano, l'afflusso di sangue viene interrotto. Nel tempo, il nodo si estingue.

Il resto dei metodi elencati sono usati raramente a causa della bassa efficienza e complicazioni..

Intervento chirurgico

Se è impossibile curare grandi nodi venosi con metodi medicinali, si consiglia di rimuoverli.

L'emorroidectomia viene eseguita per i pazienti con stadi 3-4 della malattia, se i metodi minimamente invasivi sono tecnicamente impossibili o non hanno prodotto risultati. Il metodo è efficace, ma dopo l'operazione:

  • bisogno di riabilitazione a lungo termine;
  • è probabile che si sviluppino complicazioni che sono assenti dopo altre tecniche.

L'emorroidectomia aperta o chiusa viene eseguita utilizzando:

  • bisturi;
  • diatermocoagulazione;
  • laser;
  • ultrasuono.

Nessuno di questi ha vantaggi significativi. Gli interventi chirurgici radicali non sono indicati per 2-3 gradi di anemia.

La ricerca tempestiva di aiuto aiuterà a curare la malattia senza chirurgia e previene le complicanze.