Come si manifesta la miocardite - prevenzione dell'infiammazione del muscolo cardiaco

La miocardite (eng. Myocarditis, ZMS) è un processo infiammatorio di varia eziologia, che copre il muscolo cardiaco, che può portare alla distruzione di una parte dei muscoli e, di conseguenza, interruzione delle sue funzioni. In alcuni casi, l'infiammazione del muscolo cardiaco può portare a insufficienza cardiaca, che richiede il ricovero in ospedale, l'uso di farmaci e, in casi particolarmente gravi, il suo trapianto.

I sintomi e la prognosi variano notevolmente e dipendono principalmente dalla causa, dalla salute generale del paziente, dal potenziale del suo sistema immunitario e, in misura minore, dall'età e dal sesso. Molto spesso, l'infiammazione del miocardio è asintomatica, i pazienti guariscono senza nemmeno notare la malattia precedente. Ma anche in questi casi, può portare a debolezza permanente del cuore..

L'infiammazione del muscolo cardiaco, il più delle volte, è una complicazione delle malattie virali infettive, pertanto il riposo a letto è strettamente raccomandato per i pazienti con influenza e altre gravi infezioni virali al fine di evitare gravi complicazioni.

Cause di infiammazione del muscolo cardiaco

La miocardite può essere una complicazione di un'infezione virale, batterica e parassitaria o una conseguenza dell'esposizione a sostanze tossiche, inclusi i farmaci.

La causa più comune di infiammazione del muscolo cardiaco sono le infezioni virali. I virus Coxsackie mostrano una "dipendenza" speciale per il muscolo cardiaco. Adenovirus, virus dell'epatite C, citomegalia (CMV), virus ECHO, virus dell'influenza, rosolia, varicella, parvovirus e altri possono spesso essere la causa.

La seconda causa più comune di infiammazione del muscolo cardiaco sono le infezioni batteriche. Il cuore viene spesso attaccato da pneumococchi, stafilococchi, clamidia, borrelia, salmonella, legionella, rickettsia, micoplasma e batteri del genere Emofilo.

La miocardite può verificarsi anche durante un'infezione parassitaria. Può contribuire vermi: trichinella curva, nematodi e protozoi: Toxoplasma, tripanosoma o ameba.

Alcune malattie autoimmuni, come il lupus sistemico, possono anche causare infiammazione del muscolo cardiaco. La miocardite può verificarsi anche durante la sarcoidosi se si attacca al cuore. Questi sono, tuttavia, casi relativamente rari..

La miocardite può essere una complicazione dei farmaci. Molto spesso ciò si verifica dopo aver assunto alcuni antibiotici, farmaci antinfiammatori non steroidei, farmaci antitubercolari, anticonvulsivanti e diuretici. Questo elenco è lungi dall'essere completo.!

La miocardite è anche una complicanza comune del consumo di cocaina, che danneggia il cuore. Inoltre, alcune tossine, come il piombo o l'arsenico, possono contribuire all'insorgenza della malattia..

Sintomi di infiammazione del muscolo cardiaco

La miocardite spesso non causa sintomi specifici che possono essere rapidamente diagnosticati senza visita medica. Poiché l'infiammazione del muscolo cardiaco appare spesso dopo infezioni virali, i pazienti devono prestare particolare attenzione alla possibilità di tale complicazione. La stragrande maggioranza dei pazienti (fino al 90%), prima di tutto, sviluppa i cosiddetti sintomi prodromici associati all'infezione primaria.

L'insufficienza cardiaca si sviluppa spesso nella miocardite, che è responsabile dell'insorgenza dei sintomi cardiaci. I primi segni sono, di regola, mancanza di respiro, affaticamento, intolleranza agli sforzi fisici. In una forma più avanzata, la cardiomiopatia dilatativa (DCM) sviluppa, cioè l'espansione di una o due camere del cuore, mentre le funzioni sistoliche sono compromesse. Il paziente, oltre alla mancanza di respiro, sente palpitazioni, specialmente durante lo sforzo fisico, possono comparire dolore al petto, febbre.

Se l'infiammazione del muscolo cardiaco porta a insufficienza circolatoria, quindi possono aderire altri sintomi, cioè gonfiore delle caviglie e dei polpacci, si espande la vena giugulare, compaiono palpitazioni cardiache, anche durante il riposo, aumentando la mancanza di respiro, specialmente quando si è sdraiati sulla schiena.

Corso e diagnosi di infiammazione del muscolo cardiaco

La miocardite può essere fulminante, acuta, subacuta o cronica. Nel caso di un decorso veloce dello sviluppo della malattia, c'è un rapido aumento dei sintomi cardiaci. Ciò può portare a shock cardiogeno, cioè a un gruppo di sintomi associati all'ipossia acuta degli organi chiave, in un tempo relativamente breve. La forma fulminante di disfunzione miocardica termina con l'autoguarigione o la morte di una persona.

L'infiammazione acuta del muscolo cardiaco è caratterizzata da sintomi cardiaci iniziali meno definiti, un lento aumento della loro intensità e un'alta probabilità di complicanze, in particolare cardiomiopatia dilatativa.

La miocardite cronica presenta sintomi simili alla cardiomiopatia dilatativa: ingrossamento delle camere cardiache, compromissione delle contrazioni attive e, di conseguenza, insufficienza cardiaca, che progredisce. Se si sviluppa cardiomiopatia dilatativa, la probabilità di sopravvivenza nei prossimi cinque anni in assenza di un trattamento adeguato è del 50%.

La prognosi peggiore si verifica in pazienti con miocardite cronica o subacuta. Questa forma della malattia è spesso associata alla costante presenza di un virus nel muscolo cardiaco, che il corpo non è in grado di combattere, e il processo infiammatorio cronico contribuisce al graduale e progressivo degrado del cuore. Per gli anticorpi antivirali, oltre a distruggere il virus stesso, distruggono le proteine ​​del muscolo cardiaco. La rottura delle cellule infette nel cuore provoca un'ulteriore produzione di anticorpi. Ciò porta alla formazione di un circolo vizioso, a seguito del quale appare un danno al cuore, che impedisce il suo ulteriore lavoro..

La prognosi migliore è data dalla miocardite asintomatica, che sull'ECG ricorda un infarto miocardico "fresco". In tali casi, la differenziazione avviene sulla base dell'angiografia coronarica, cioè una radiografia delle arterie cardiache con contrasto. L'immagine corretta delle arterie indica una lieve forma di miocardite, durante la quale, se la malattia non peggiora, i disturbi della contrattilità di solito passano spontaneamente e il paziente guarisce.

Inoltre, la maggior parte dei pazienti che sono stati colpiti da una forma fulminante o acuta di infiammazione del muscolo cardiaco guarisce, di norma, dopo la rimozione dell'infezione che causa la miocardite, se non raggiunge la morte improvvisa nel corso della malattia. Tuttavia, il cuore di una persona che ha sofferto di una forma fulminante o acuta di miocardite non torna alla piena funzionalità..

È particolarmente difficile per le persone che fumano sigarette. Hanno un tasso di mortalità più elevato e un aumentato rischio di infarto durante l'infiammazione. Inoltre, le persone che usano alcuni farmaci, in particolare la cocaina, sono a rischio di malattie gravi..

Per trovare e riconoscere con precisione una malattia, studi come:

  • analisi del sangue - nella maggior parte dei pazienti, si può osservare un aumento del tasso di subsidenza. Il quadro morfologico mostra la leucocitosi, cioè un aumento del numero di globuli bianchi - leucociti, di solito con una predominanza di neutrofili. Se la causa della miocardite è un'infezione, naturalmente, verrà rilevata l'eosinofilia, ovvero una maggiore concentrazione di eosinofili.
  • elettrocardiografia - l'immagine dell'ECG nei pazienti con infiammazione del muscolo cardiaco, di norma, è anormale: sono visibili aritmia, disturbi della conduzione e altri cambiamenti.
  • ecocardiografia - è utilizzato principalmente per la diagnosi di infiammazione fulminante del muscolo cardiaco. In questo caso, è visibile un normale volume diastolico, ma anche un significativo deterioramento della contrattilità e ispessimento della parete del ventricolo sinistro.
  • esame radiografico - mostra cardiomegalia, che è associata a uno stadio più avanzato di infiammazione del muscolo cardiaco. Inoltre, con disturbi circolatori, può essere visibile fluido in entrambi i polmoni..
  • risonanza magnetica - consente di rilevare un tumore del cuore e la localizzazione del focus dell'infiammazione, che può facilitare la diagnosi e la biopsia.
  • biopsia endomiocardica - si ottiene un frammento del tessuto miocardico per rilevare la possibile necrosi dei cardiomiociti e dell'infiammazione. Tuttavia, la biopsia non rivela sempre un'infiammazione esistente nell'area del cuore, quindi un risultato negativo non significa che non vi sia alcuna infiammazione..

Trattamento e prevenzione dell'infiammazione del muscolo cardiaco

Il trattamento dell'infiammazione del miocardio consiste, da un lato, nella lotta contro le sue cause e, dall'altro, nel massimo scarico del cuore e nel monitoraggio del suo lavoro. Si raccomanda generalmente di effettuare il trattamento in ambito ospedaliero. Nel periodo iniziale della malattia, si consiglia di rimanere a letto. I pazienti devono limitare rigorosamente l'attività fisica durante l'insorgenza dei sintomi..

Se la causa dell'infiammazione del muscolo cardiaco è un'infezione virale, una forza eccessiva può portare a una replicazione più rapida del virus e alla progressione della malattia, che porta a cambiamenti irreversibili nel cuore..

I pazienti devono inoltre evitare di assumere farmaci antinfiammatori non steroidei, che possono esacerbare i sintomi dell'infiammazione del muscolo cardiaco. Sfortunatamente, spesso una persona che ha sofferto di miocardite non nota malattie inizialmente asintomatiche e assume tali farmaci durante l'infezione..

Un trattamento specifico è possibile nei casi in cui la miocardite non è associata a un'infezione virale. Quindi la terapia viene applicata in base alla causa, ad es. terapia antibiotica contro le infezioni batteriche, evitando farmaci o altre fonti di tossine, trattamento farmacologico dei parassiti. In tali casi, la lotta alla causa originale di solito porta a un miglioramento delle condizioni generali del paziente e alla scomparsa dei sintomi delle malattie cardiache, se i cambiamenti nel cuore non sono troppo gravi..

Inoltre, viene utilizzato un trattamento farmacologico specifico, ovvero farmaci per alleviare effetti e sintomi. Inoltre, i farmaci vengono utilizzati per migliorare il funzionamento del cuore e i farmaci per alleviare i sintomi di insufficienza circolatoria, in particolare i diuretici, che aiutano a rimuovere l'acqua in eccesso dal corpo, alleviando così il cuore. Inoltre, il cardiologo seleziona ogni volta i farmaci necessari che hanno il compito di supportare il lavoro del cuore, il cui tipo e dosaggio dipenderanno dal decorso individuale della malattia..

Nelle persone che soffrono di miocardite associata a malattie autoimmuni, il trattamento immunosoppressivo dà buoni risultati. È anche usato per l'infiammazione del muscolo cardiaco causata da sarcoidosi o altre malattie autoimmuni sistemiche. In caso di insufficienza circolatoria acuta, il paziente deve essere sotto controllo a causa della possibilità di coaguli di sangue nei vasi e della necessità di usare anticoagulanti.

Se la malattia progredisce in una forma acuta o fulminante, questo può talvolta richiedere l'uso di un sistema circolatorio meccanico nella fase acuta della malattia. Può essere eseguito solo in centri specializzati, tuttavia aiuta a evitare gravi complicazioni e può persino salvare vite umane..

Dopo la fine del periodo acuto, poiché i sintomi dell'infiammazione si sono attenuati, puoi provare a tornare gradualmente all'attività precedente, consultando regolarmente il medico. Tuttavia, anche dopo la completa scomparsa della malattia, si raccomanda di evitare un'intensa attività fisica per almeno sei mesi dopo la malattia..

La complicazione più grave dell'infiammazione del muscolo cardiaco è l'insufficienza cardiaca grave. Se il trattamento non funziona, la malattia può portare a una situazione in cui è richiesto un trapianto (trapianto di cuore). Il trapianto di cuore è associato a un rischio di morte per complicanze come rigetto e infezione degli organi.

La vita dopo il trapianto subisce gravi cambiamenti; è quasi impossibile tornare alla normale attività. Una persona dopo un trapianto di cuore deve assumere immunosoppressori per il resto della vita. Ciò significa una ridotta resistenza alle infezioni, allo sviluppo del cancro, ecc. Nonostante ciò, i pazienti con trapianti di cuore spesso ritornano al lavoro e persino praticano sport come il nuoto, il ciclismo o la corsa.

Sono particolarmente sensibili allo sviluppo dell'infiammazione del muscolo cardiaco donne incinte. Se una persona con miocardite rimane incinta, i sintomi tendono a peggiorare, quindi il concepimento dovrebbe essere evitato. Inoltre, la gravidanza nelle donne che hanno avuto miocardite in passato è associata ad un aumentato rischio di complicanze nella madre..

Nel corso della malattia si raccomanda una dieta povera di sodio e grassi animali. Si raccomanda ai pazienti di smettere del tutto di usare il sale, a favore di erbe o sostituti del sale sintetico che non contengono sodio - il fabbisogno giornaliero di sodio viene soddisfatto con solo poche fette di pane.

Tieni presente che il cibo venduto nei ristoranti, in particolare i fast food, tende ad essere molto salato e inadatto per chi ha problemi ai muscoli cardiaci. Inoltre, si raccomanda di smettere di fumare e fumare sigarette. Dovresti anche sforzarti di mantenere un peso ottimale: il sovrappeso comporta uno stress eccessivo sul cuore.

Dolore cardiaco: in caso di inalazione, acuto, pressante, doloroso, lancinante, come distinguere da non cardiaco

Il dolore che si alza sul lato sinistro vicino al cuore è un sintomo estremamente spaventoso. Può significare che qualcosa non va nel tuo cuore. Ad esempio, si sono sviluppate malattie ischemiche o ipertensive, malattie cardiache o cardiomiopatia. Ma lo stesso segno può essere una manifestazione di patologie della colonna vertebrale, costole a sinistra. I dolori degli organi interni possono essere somministrati sul lato sinistro: stomaco, milza, intestino crasso.

Dove si trova effettivamente il cuore?

L'osso superiore che corre orizzontalmente sulla parete toracica è la clavicola. Dietro c'è la prima costola, sotto puoi sentire un piccolo divario muscolare morbido e sotto di essa - la seconda costola. Inoltre, a intervalli, ci sono 3, 4, 5, 6, 7 e 8 bordi. I seguenti punti di riferimento aiutano anche a navigare:

  • capezzolo di un uomo: è a livello con la 5a costola;
  • l'angolo verso il basso della scapola corrisponde alla settima costola nelle persone di entrambi i sessi.

Il cuore di una persona ha all'incirca le dimensioni del suo pugno, posizionato in modo che l'indice più sporgente sia rivolto verso il basso e verso sinistra. Il cuore giace come segue (punto per punto):

  • dal bordo superiore della seconda costola, dove è attaccato allo sterno sul lato destro;
  • il punto successivo a cui va la linea è il bordo superiore delle 3 nervature, 1-1,5 cm a destra del bordo destro dello sterno;
  • punto successivo: in un arco da 3 a 5 costole a destra, 1-2 cm a destra del bordo destro dello sterno.

Questo era il confine giusto del cuore. Ora descriveremo quello inferiore: corre dall'ultimo punto descritto sul lato destro del torace e va obliquamente all'intervallo tra 5 e 6 costole a sinistra, fino al punto che si trova a destra della linea mediclavicolare sinistra di 1-2 cm.

Bordo sinistro del cuore: dall'ultimo punto, la linea va in un arco a un punto 2-2,5 cm a sinistra del bordo sinistro dello sterno, a livello di 3 costole.

Questa posizione è occupata dal cuore, insieme a grandi vasi che scorrono dentro e fuori di essa:

  1. vena cava superiore: si trova sul bordo destro dello sterno, da 2 a 3 costole; porta sangue povero di ossigeno dalla metà superiore del corpo;
  2. aorta: localizzata a livello della maniglia dello sterno, da 2 a 3 costole a sinistra. Trasporta sangue ossigenato agli organi
  3. tronco polmonare: si trova davanti alle restanti navi, va davanti all'aorta a sinistra e dietro. Tale vaso è necessario per trasportare il sangue ai polmoni, dove sarà saturo di ossigeno..

Se fa male nella zona del cuore

Il dolore nella parte sinistra del torace è causato da due tipi di cause:

  1. cardiaco, causato da malattie del cuore e dei vasi sanguigni che lo forniscono;
  2. noncardiologico, avviato da molte altre patologie. Hanno una propria divisione a seconda del sistema di organi che ha causato la sindrome.

I seguenti segni indicano che è il cuore che fa male:

  • localizzazione del dolore: dietro lo sterno e a sinistra, al margine sinistro della clavicola;
  • il personaggio può essere diverso: dolorante, lancinante, pressante o noioso;
  • non accompagnato da indolenzimento negli spazi intercostali o nelle vertebre;
  • non vi è alcun legame con un certo tipo di movimento (ad esempio, girare il braccio nell'articolazione della spalla o sollevare il braccio), il dolore appare più spesso dopo lo sforzo fisico;
  • potrebbe esserci una connessione con l'assunzione di cibo - il dolore cardiaco con l'angina pectoris è associato all'assunzione di una quantità abbondante di cibo o alla camminata immediatamente dopo aver mangiato, ma poi non è accompagnato da bruciore di stomaco, eruttazione o disturbi delle feci;
  • può dare alla mano sinistra (specialmente il mignolo della mano), la metà sinistra della mascella inferiore, l'area della scapola sinistra, ma allo stesso tempo - non c'è violazione della sensibilità della mano, non si congela, non si indebolisce, la pelle su di essa non inizia a sbiadire e i capelli cadono.

Dolore cardiaco: che tipo di dolore cardiaco?

Le seguenti cause di dolore causate da malattie del cuore stesso possono essere chiamate:

Angina pectoris

Questo è un tipo di malattia coronarica. È collegato al fatto che a causa della placca aterosclerotica, del trombo o dello spasmo situato nell'arteria coronarica, il diametro di questa nave che alimenta le strutture del cuore diminuisce. Quest'ultimo riceve meno ossigeno e invia segnali di dolore. Caratteristiche di quest'ultimo:

  • si verificano più spesso dopo lo stress fisico o emotivo: sollevamento pesi, salire le scale, camminare veloce, camminare contro il vento (soprattutto freddo, specialmente al mattino), camminare dopo aver mangiato;
  • può apparire di notte al mattino o dopo essersi svegliato, quando una persona non si è ancora alzata dal letto (questa è l'angina di Prinzmetall);
  • dopo il riposo o l'interruzione nel primo caso o l'assunzione di Corinfar, Nifedipine o Fenigidin - nel secondo, il dolore scompare;
  • spremere dolore, cottura al forno;
  • localizzato sia dietro lo sterno, sia a sinistra dello sterno, la sua area può essere indicata dal cuscinetto del dito;
  • può dare alla zona della mano sinistra, scapole; la metà sinistra della mascella;
  • rimosso da "nitroglicerina" dopo 10-15 secondi.

Infarto miocardico

Questa è la seconda e più grave forma di malattia coronarica. Si sviluppa quando quelle placche o arterie che hanno causato a breve termine, solo con stress emotivo o fisico, carenza di ossigeno del miocardio, sono cresciute e hanno bloccato l'arteria quasi completamente. Questa condizione può verificarsi quando da qualche parte (da qualche vena, il più delle volte nelle gambe) è volato via un coagulo di sangue o un pezzo di grasso che ha ostruito l'arteria. Di conseguenza, l'area del cuore, se entro un'ora non viene fornita assistenza professionale introducendo un farmaco che dissolve il coagulo di sangue, morirà.

L'infarto del miocardio può manifestarsi in diversi modi. Nella versione classica, questi sono:

  • dolore violento, bruciante, lacerante sul lato sinistro nella regione del cuore. È così forte che una persona può persino perdere conoscenza;
  • non rimosso da "nitroglicerina" e riposo;
  • dà alla mano sinistra, scapola, collo e mascella - sul lato sinistro;
  • il dolore cresce in onde;
  • accompagnato da respiro corto, nausea, disturbi del ritmo cardiaco;
  • sudore freddo sulla pelle.

Un attacco di cuore è una malattia insidiosa: se si manifesta in genere, dà a una persona una possibilità di salvezza. Ma anche con questa pericolosa malattia, solo la mano, la mascella o persino un mignolo sulla mano sinistra possono ferire; ci può essere un ritmo cardiaco anormale o improvvisamente, senza motivo apparente, si verificano mal di stomaco o feci molli.

pericardite

Questo è il nome dell'infiammazione della sacca di cuore causata da una causa infettiva. Le persone descrivono questo dolore come:

  • dolore al petto (o dicono: "Localizzato nelle profondità del torace");
  • personaggio accoltellato;
  • peggio quando sdraiati;
  • si indebolisce se seduto o in piedi piegare leggermente in avanti;
  • lungo, in molti casi passa di volta in volta;
  • non dà via da nessuna parte;
  • non rimosso dalla nitroglicerina;
  • si verifica dopo aver sofferto di infezioni respiratorie acute, polmonite e altre malattie causate da microbi;
  • accompagnato da debolezza, febbre.

Prolasso della valvola mitrale

Tale "flessione" della valvola nell'atrio sinistro (normalmente i suoi petali dovrebbero aprirsi nella sistole e chiudersi strettamente nella diastole) ha una causa congenita o si sviluppa dopo reumatismi, infarto del miocardio o miocardite, sullo sfondo di lupus, malattia coronarica o altre malattie cardiache.

  • non intenso dolore al cuore che esplode;
  • attacchi di battito cardiaco accelerato;
  • interruzioni nel lavoro del cuore;
  • vertigini;
  • svenimento;
  • nausea;
  • sensazione di "nodo" in gola;
  • sudorazione eccessiva;
  • a causa dell'insufficiente afflusso di sangue al cervello, una persona con prolasso della valvola mitrale è soggetta a depressione, periodi di cattivo umore.

Aneurisma a dissezione aortica

Questo è il nome di una condizione quando si verifica un'espansione - un aneurisma - nell'aorta, la nave più grande con la più alta pressione. Quindi, su questo sfondo, tra gli strati che formano la parete dell'aneurisma, appare un accumulo di sangue - un ematoma. "Striscia" verso il basso, staccando gli strati della parete aortica l'uno dall'altro. Di conseguenza, la parete della nave diventa debole e può essere strappata in qualsiasi momento, causando sanguinamenti massicci..

Un aneurisma da dissezione si verifica raramente "da solo", molto spesso è preceduto da un periodo in cui una persona ha costantemente la pressione alta o soffre di aterosclerosi, quando si formano placche nella regione aortica o la sifilide o la sindrome di Marfan diventano la causa della condizione.

Dolore con dissezione dell'aneurisma aortico:

  • forte;
  • situato dietro lo sterno superiore;
  • può dare al collo, mascella inferiore;
  • può essere sentito in tutto il petto;
  • dura da alcune ore a diversi giorni;
  • non rimosso dalla nitroglicerina;
  • può essere accompagnato da una faccia blu e gonfiore delle vene giugulari situate sulle superfici laterali del collo.

aortite

Questo è il nome dell'infiammazione di tutte e tre (panaorthite) o parte (endaortite, mesaorthite, peraortite) delle membrane dell'aorta toracica. La causa della malattia può essere:

  • infezione (streptococco, sifilide, tubercolosi, brucellosi);
  • malattie autoimmuni (morbo di Takayasu, collagenosi, spondilite anchilosante, tromboangiite obliterante);
  • l'infiammazione può "passare" dagli organi infiammati situati vicino all'aorta: con polmonite, ascesso polmonare, endocardite infettiva, mediastinite.

La malattia si manifesta con un gruppo di sintomi: alcuni sono segni della malattia di base, altri sono manifestazioni di insufficiente afflusso di sangue agli organi interni o al cervello, e altri ancora sono sintomi di infiammazione diretta dell'aorta. Questi ultimi includono:

  • dolori pressanti e brucianti al petto;
  • il più delle volte - dietro il manico dello sterno, ma il dolore può essere dato a sinistra;
  • dato nel collo, tra le scapole, nella zona "epigastrica";
  • l'impulso sulle arterie carotide e radiale non è simmetrico, può essere completamente assente da un lato;
  • la pressione sanguigna potrebbe non essere rilevata su un braccio.

L'endocardite

Questo è il nome dell'infiammazione del rivestimento interno del cuore, da cui sono realizzate le valvole, gli accordi della "pompa" principale di una persona. Il dolore in questa malattia si verifica raramente - solo nelle sue fasi successive, quando il paziente svolge attività fisica o sperimenta una forte emozione. È dolorante, non intenso, può dare al braccio e al collo.

Altri segni di endocardite sono:

  • aumento della temperatura, spesso - a cifre basse;
  • la temperatura corporea aumenta e diminuisce senza motivo apparente;
  • febbre accompagnata da una sensazione di freddo o forti brividi;
  • la pelle è pallida, può essere giallastra;
  • le unghie si addensano, diventando come un vetro in un orologio;
  • se tiri la palpebra inferiore, in alcune persone puoi trovare emorragie appuntite sulla congiuntiva;
  • le piccole articolazioni delle mani sono interessate;
  • rapida perdita di peso;
  • vertigini periodiche e mal di testa, ma in posizione orizzontale questi sintomi scompaiono.

cardiomiopatia

Esistono 3 tipi di questa malattia, ma il dolore nella regione del cuore è caratteristico solo della variante ipertrofica. La sindrome del dolore non differisce da quella dell'angina pectoris e appare anche dopo uno sforzo fisico.

Oltre al dolore, la cardiomiopatia ipertrofica si manifesta:

  • fiato corto;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • tosse;
  • vertigini e svenimento;
  • edema delle gambe (vedi edema cardiaco);
  • aumento della fatica.

Difetti cardiaci

Sono di natura congenita o si sviluppano sullo sfondo del reumatismo trasferito. Il dolore cardiaco spesso accompagna solo la stenosi dell'apertura aortica - una diminuzione del diametro nel punto in cui l'aorta lascia il cuore.

La sindrome del dolore in questo caso è costante, il suo carattere è fastidioso, lancinante, pressante. Inoltre, la pressione sanguigna aumenta spesso e l'edema appare sulle gambe. Non ci sono altri segni specifici per la stenosi aortica..

Miocardite

L'infiammazione del muscolo cardiaco, che è spesso una conseguenza dell'infezione da influenza o enterovirus, si manifesta anche come dolore al cuore nel 75-90% dei casi. Hanno un carattere lancinante o dolorante, sorgono sia in relazione allo sforzo fisico sia in uno stato di relativo riposo, dopo lo sforzo. Si notano anche aumento della fatica e aumento della temperatura corporea. La nitroglicerina non aiuta ad alleviare il dolore.

Distrofia miocardica

Questo è il nome di un gruppo di malattie cardiache in cui il muscolo cardiaco non è infiammato e non subisce degenerazione, ma allo stesso tempo sono influenzate le funzioni di base del cuore, associate alla sua contrattilità e al ritmo..

La malattia può manifestarsi come una sindrome del dolore di diversa natura. Molto spesso si tratta di dolori doloranti o fastidiosi che compaiono sullo sfondo di una sensazione di calore o, al contrario, aumento della freddezza degli arti, sudorazione. Inoltre, si notano debolezza, aumento della fatica, frequenti mal di testa..

Malattia ipertonica

La pressione arteriosa costantemente alta può manifestarsi non solo con mal di testa, "mosche" davanti agli occhi o sensazione di "marea". In questo caso, il dolore può apparire nella parte sinistra del torace, che ha un carattere doloroso e pressante o una sensazione di "pesantezza" nel torace.

Queste sono, in linea di principio, tutte le malattie cardiache che possono essere accompagnate da dolore nella parte sinistra del torace. Esistono molte più patologie non cardiovascolari che causano questo sintomo e ora le analizzeremo.

Malattie non cardiologiche

Si distinguono in diversi gruppi, a seconda del sistema di organi che ha causato questo sintomo..

Patologie psiconeurologiche

Le sensazioni dolorose nella regione del cuore possono essere causate da cardioneurosi e condizioni ciclotimiche, che sono identiche nelle loro manifestazioni. In questi casi, nonostante la ricchezza di sintomi, durante l'esame del cuore e degli organi interni non viene rilevata alcuna patologia. La persona nota i seguenti sintomi:

  • il dolore nella parte sinistra del torace appare al mattino prima di svegliarsi o durante esso;
  • gli attacchi compaiono quasi sempre quando si surriscalda, piuttosto che nei giorni freddi e ventosi, come nel caso dell'angina pectoris;
  • può essere provocato dalla depressione o da una situazione di conflitto;
  • il dolore non scompare se si interrompe o si assume nitroglicerina; può durare fino a diversi giorni e può apparire più volte al giorno (fino a 5), ​​della durata di 1-2 ore. In questo caso, la natura del dolore può cambiare ogni volta;
  • se fai qualche esercizio fisico leggero, può alleviare il dolore;
  • la natura del dolore può essere diversa: spremitura, pesantezza, formicolio, può essere descritta come "vuoto" nel petto o, al contrario, scoppiare. Ci può essere "dolore assillante" o sindrome di intensità grave, accompagnata dalla paura della morte;
  • il dolore si irradia al collo, entrambe le scapole, possono catturare la metà destra del torace, la colonna vertebrale;
  • puoi indicare con precisione il punto in cui si nota il massimo dolore;
  • la sensibilità del capezzolo sinistro aumenta;
  • la condizione peggiora quando si verificano emozioni - positive o negative -;
  • durante un attacco, una persona inizia a respirare frequentemente e superficialmente, a seguito della quale il contenuto di anidride carbonica nel sangue diminuisce, che è accompagnato da vertigini, una sensazione di paura, può servire come base per lo sviluppo di aritmia;
  • per tutta la frequenza e l'intensità degli attacchi, droghe come "Nitroglycerin" o "Anaprilin" non le influenzano; che durano per anni, non portano allo sviluppo di sintomi di insufficienza cardiaca: mancanza di respiro, edema alle gambe, alterazioni della radiografia dei polmoni o ecografia del fegato.

I pazienti con cardioneurosi sono loquaci, pignoli, cambiano posizione durante un attacco, cercano un rimedio locale per alleviare il dolore. Quando si assume "Nitroglicerina", l'effetto non si verifica dopo 1,5-3 minuti, come con l'angina da sforzo, ma quasi immediatamente o dopo molto tempo. Farmaci come Valocordin, Gidazepam o tintura di valeriana aiutano più efficacemente queste persone.

La distonia neurocircolatoria è la seconda patologia principale, in cui non vi sono cambiamenti né nella funzione né nella struttura degli organi interni, ma allo stesso tempo la persona soffre di dolori "cardiaci". Possono essere della seguente natura:

  1. Localizzato nell'area vicino al capezzolo, ha una gravità lieve o moderata, dura diversi minuti - diverse ore. Validolo e nitroglicerina aiutano ad alleviare il dolore. Questo è il tipo più comune di cardialgia..
  2. Essere doloranti o oppressivi, accompagnati da un aumento della pressione sanguigna, paura, tremore, sudorazione, mancanza di respiro. È possibile rimuovere un tale attacco con l'aiuto di Anaprilin (Atenolol, Metoprolol, Nebivolol) in combinazione con tintura di valeriana o di motherwort.
  3. Avere un carattere bruciante, localizzarsi dietro lo sterno o alla sua sinistra, essere accompagnato da una maggiore sensibilità degli spazi intercostali quando li sondano. La nitroglicerina, il validolo o il valocordin non alleviano l'attacco. Lo fanno gli intonaci di senape applicati all'area del cuore..
  4. Avere un carattere pressante, schiacciante, dolorante, essere localizzato dietro lo sterno, intensificare con la camminata e lo sforzo fisico.

Dolore nelle malattie dell'apparato muscolo-scheletrico e delle terminazioni nervose

La sindrome del dolore può verificarsi con irritazione dei nervi che innervano i muscoli intercostali, con infiammazione delle parti costale e cartilaginea delle costole

Nevralgia del nervo intercostale

Il dolore è costante, aggravato dalla respirazione (in particolare dall'inalazione profonda), piegando il corpo nella stessa direzione. Uno o più spazi intercostali sono dolorosi. Se la nevralgia intercostale è causata dal virus dell'herpes zoster, in uno spazio intercostale si possono trovare bolle piene di liquido trasparente.

Oltre a tale dolore, non ci sono altri sintomi. Solo se la nevralgia è causata da un virus varicella-zoster è possibile aumentare la temperatura. Nel caso di un organismo indebolito, possono verificarsi complicanze del sistema nervoso: meningite, encefalite.

Miosite muscolare intercostale

In questo caso, si nota dolore nei muscoli della regione del cuore. Si intensifica con un respiro profondo e quando il corpo si piega in una direzione sana. Se inizi a sentire il muscolo interessato, senti dolore.

Sindrome della costola scapolare

In questo caso, il dolore si verifica sotto la scapola, si irradia al collo e alla cintura della spalla (quella che chiamavamo "spalla"), la parte antero-laterale della parete toracica. La diagnosi è abbastanza semplice: se il paziente mette la mano sulla spalla opposta, quindi nell'angolo superiore della scapola o alla colonna vertebrale in questo posto puoi sentire il punto di massimo dolore.

Sindrome da dolore interscapolare

Questa condizione si verifica quando il complesso di strutture situate tra le scapole è infiammato: muscoli, legamenti e fascia. Inizia con l'apparenza di pesantezza nella zona interscapolare. Quindi si sviluppa la sindrome del dolore, che ha un carattere spezzante, noioso, bruciante. La sua intensità aumenta durante lo stress emotivo, durante il sonno notturno, quando respira e gira il corpo, si irradia al collo, alla spalla, all'avambraccio e al braccio. La sindrome differisce dalla nevralgia intercostale e dal dolore cardiaco in quanto si possono trovare punti di dolore nell'area della scapola e i muscoli intercostali sono indolori.

Infiammazione della cartilagine costale (condrite) sul lato sinistro

Si manifesta con la comparsa di gonfiore di una delle cartilagini; è doloroso. Dopo un po ', l'area edematosa si ammorbidisce, può aprirsi con il rilascio di pus. In questo caso, la temperatura può salire a numeri subfebrilari. Anche dopo aver aperto l'ascesso nell'area della costola infiammata, il dolore persiste, il che può disturbare per 1-3 anni.

Sindrome di Tietze

Questo è il nome di una malattia di una causa inspiegabile, in cui una o più cartilagini costali si infiammano nel punto in cui si uniscono allo sterno. La sindrome si manifesta con dolore nella localizzazione dell'infiammazione, che si intensifica quando si preme su questa area, starnutisci, si muove, così come con la respirazione profonda.

La malattia procede con periodi di esacerbazione, quando compaiono tutti i sintomi e remissione, quando una persona si sente sana..

Lesioni, fratture, contusioni costali

Se è stata inflitta una lesione e poi si nota dolore al petto, è impossibile distinguere i sintomi, che si tratti di un livido o di una frattura. Entrambe queste patologie si manifestano con un forte dolore che si diffonde a tutto il torace; aumenta con la respirazione. Anche se era una frattura e guariva, il dolore al petto sarà ancora notato per qualche tempo.

Tumore di una delle costole a sinistra - osteosarcoma

Può apparire in persone di qualsiasi età. L'oncopatologia si manifesta con una sindrome del dolore localizzata nella regione delle costole. Si intensifica di notte ed è caratterizzato da un carattere tirante. Nelle fasi successive, c'è gonfiore nell'area della costola interessata.

osteocondrosi

Quando si schiacciano fasci di nervi spinali a sinistra, il dolore appare nella regione delle costole. It:

  • dolorante;
  • costante;
  • cambia intensità quando si cambia la posizione del corpo;
  • aumenta con l'attività fisica, il surriscaldamento, le correnti d'aria e l'ipotermia;

Ulteriori sintomi sono:

  • formicolio e intorpidimento nella mano sinistra,
  • debolezza dei suoi muscoli,
  • potrebbe esserci dolore al braccio sinistro,
  • che ha tre opzioni di distribuzione:
    • lungo la sua superficie esterna fino al pollice e all'indice;
    • lungo l'interno, il più vicino al mignolo, l'area della mano;
    • lungo la parte posteriore esterna, dirigendosi verso il dito medio - questo dipenderà da quale delle radici è pizzicata.

osteoporosi

Questo è il nome di una patologia in cui il contenuto di calcio nelle ossa (comprese le costole) è troppo basso. Si verifica a causa dell'assunzione insufficiente, scarso assorbimento o aumento della distruzione.

La patologia è asintomatica, puoi scoprirla se conduci la densitometria a ultrasuoni delle costole (scopri la loro densità). I primi sintomi compaiono quando compaiono piccole crepe sulle costole o tali fratture che compaiono quando il corpo si piega o gira bruscamente. Durante tali movimenti, di solito c'è un forte dolore acuto alle costole, che poi persiste quando cambia la posizione del corpo..

Ernia del disco

Questa patologia, simile all'osteocondrosi, è associata alla malnutrizione del disco intervertebrale con la sua successiva distruzione. Solo nel caso di un'ernia, quella parte del disco che non può essere distrutta inizia a sporgere oltre le vertebre e spremere i nervi che vi passano.

Un'ernia si manifesta con la sindrome del dolore:

  • crescere gradualmente;
  • aumentando al livello più pronunciato, portando anche alla perdita di coscienza;
  • dà al collo o al braccio, dove ha un personaggio che spara.

I sintomi possono essere confusi con l'infarto del miocardio. La differenza principale è il fatto che con un ernia del disco, le condizioni generali di una persona non soffrono.

fibromialgia

Questo è il nome del dolore muscoloscheletrico cronico che si manifesta senza motivo apparente in aree simmetriche del corpo. In questo caso, la sindrome del dolore appare dopo stress o traumi emotivi. Le costole fanno male non solo a sinistra, ma anche a destra, il dolore si intensifica con la pioggia e un cambiamento simile nelle condizioni meteorologiche.

Una persona nota una sensazione di rigidità al torace, si lamenta di dormire male, mal di testa ricorrenti. Diminuzione del coordinamento dei suoi movimenti; la qualità della vita soffre.

Sindrome muscolo-fasciale

Questa malattia non è rara. La sua causa è una lesione dei tessuti molli del torace (in questo caso, a sinistra), in cui il sangue fuoriesce dai muscoli, la sua parte liquida suda e si deposita la proteina fibrinica, di cui il sangue ha bisogno per garantire il processo di coagulazione. Come risultato di tale impregnazione dei muscoli, il loro tono aumenta bruscamente, causando una sindrome del dolore, descritta come "nei muscoli" o come "nelle costole", di varia intensità, che cambia con il movimento.

Tutte le suddette malattie del gruppo descritto, c'è dolore alle costole. Questo sintomo si noterà anche con pleurite, tumori pleurici e cardioneurosi. Di seguito parleremo di malattie pleuriche.

Quando la causa è una malattia di uno degli organi interni

La sindrome del dolore, localizzata vicino al cuore, può essere causata dalla patologia dei polmoni e della pleura, in cui sono avvolti. Può verificarsi a causa di malattie degli organi mediastinici - il complesso di organi che si trova tra i due polmoni, vicino al cuore. Le malattie dell'esofago, dello stomaco, della cistifellea e del fegato possono anche causare dolore simile al dolore cardiaco..

Malattia polmonare

  1. Polmonite. Molto spesso, l'area del cuore farà male se l'intero lobo (polmonite cronica) del polmone è infiammato. Meno spesso, la "cardialgia" si noterà con polmonite di natura focale. La sindrome del dolore è di natura lancinante, aggravata dall'inalazione e dalla tosse. Inoltre, si notano febbre, debolezza, tosse, nausea, mancanza di appetito..
  2. Ascesso polmonare In questo caso, emergono febbre, mancanza di appetito, nausea, dolore ai muscoli e alle ossa. La sindrome del dolore a sinistra dello sterno differisce in intensità, specialmente se l'ascesso si romperà nel bronco. Se l'ascesso si trova vicino alla parete toracica, si noterà un aumento del dolore quando si preme sulla costola o nello spazio intercostale.
  3. La pneumoconiosi è una malattia cronica causata dall'inalazione di polvere industriale, che i polmoni cercano di separare dalle aree sane utilizzando il tessuto connettivo. Di conseguenza, le zone respiratorie si stanno riducendo. La malattia si manifesta con respiro corto, tosse, dolore lancinante al petto, che si irradia nella regione interscapolare e sotto la scapola. La progressione della malattia è caratterizzata da un aumento della temperatura fino a 38 gradi, debolezza, sudorazione, perdita di peso.
  4. Tubercolosi polmonare Il dolore toracico in questo caso appare solo quando la specifica caratteristica infiammatoria del processo tubercolare si diffonde alla pleura che avvolge i polmoni o alla parete toracica (struttura muscolo-costale). Prima di ciò, si presta attenzione alla perdita di peso, alla sudorazione, alla mancanza di appetito, all'aumento della fatica, alla febbre di basso grado e alla tosse. La sindrome del dolore aumenta con la respirazione, la tosse, la pressione sul petto.
  5. Tumore polmonare C'è un dolore costante di diversa natura: dolorante, pressante, noioso, bruciore o noioso, aggravato dalla tosse e dalla respirazione profonda. Può dare alla spalla, al collo, alla testa, allo stomaco; può irradiarsi a destra o essere circondato.
  6. La pleurite è un'infiammazione della pleura, cioè il film che copre i polmoni. È quasi sempre una complicazione di polmonite, tumori del tessuto polmonare o lesioni. Se si sviluppa pleurite del lato sinistro, la sindrome del dolore può essere localizzata nella regione del cuore. È associato alla respirazione ed è anche aggravato dalla tosse. Inoltre, c'è un aumento della temperatura, mancanza di respiro.
  7. Pneumotorace. Questo è il nome della condizione in cui l'aria entra tra la pleura e il polmone. È incomprimibile, quindi, con un aumento del suo volume, comprime il polmone e quindi il cuore con i vasi sanguigni. La condizione è pericolosa e richiede un ricovero urgente. La patologia si manifesta con dolore lancinante sul lato della lesione. Lo dà al braccio, al collo, allo sterno. Aggravato dalla respirazione, dalla tosse, dai movimenti. Può essere accompagnato dalla paura della morte.

Patologia mediastinica

Non ce ne sono molti:

  • Pneumomediastinum (enfisema mediastinico) - l'ingresso di aria nel tessuto adiposo, che si trova intorno al cuore e ai vasi sanguigni. Si verifica a seguito di lesioni, danni durante l'intervento chirurgico o fusione purulenta di tessuti contenenti aria: esofago, trachea, bronchi o polmoni. Sintomi: sensazione di pressione dietro lo sterno, difficoltà respiratoria, respiro corto.
  • Embolia polmonare. È una condizione pericolosa per la vita caratterizzata da dolore improvviso e acuto dietro lo sterno, che è peggio con un respiro profondo e tosse. Sono anche noti mancanza di respiro, palpitazioni, perdita di coscienza..
  • La tracheite è un'infiammazione della mucosa tracheale. Si manifesta come una tosse, un dolore bruciante secco dietro lo sterno..
  • Spasmo esofageo. I sintomi di questa condizione sono difficili da distinguere da un attacco di angina pectoris: la sindrome del dolore è localizzata dietro lo sterno, nella regione del cuore e della scapola, e viene rimossa dalla nitroglicerina.

Malattie degli organi addominali

Le seguenti patologie possono causare dolore simile al dolore cardiaco:

  1. L'esofagite è un'infiammazione del rivestimento dell'esofago. È caratterizzato da una sensazione di bruciore dietro lo sterno, che è aggravata dalla deglutizione di cibi particolarmente duri, caldi o freddi.
  2. Acalasia del cardiaco - espansione dell'apertura esofagea dello stomaco. La sindrome del dolore retrosternale è associata all'assunzione di cibo. Si notano anche bruciori di stomaco e nausea..
  3. Ernia dell'apertura esofagea del diaframma. La sindrome del dolore appare o si intensifica dopo aver mangiato, nonché in posizione orizzontale. Il dolore scompare con un cambiamento nella posizione del corpo.
  4. Ulcera peptica o 12 ulcera duodenale. In questo caso, il dolore si verifica a stomaco vuoto o 1-2 ore dopo aver mangiato. Si nota anche bruciore di stomaco..
  5. L'esacerbazione della colecistite cronica è spesso accompagnata da dolore sotto le costole a destra, ma può anche irradiarsi nella metà sinistra del torace. Inoltre, c'è amarezza in bocca, allentamento delle feci.
  6. Esacerbazione della pancreatite cronica, se l'infiammazione è localizzata nella coda del pancreas, oltre a nausea, vomito e feci molli, accompagnata da dolore nella parte sinistra del torace.

Diagnostica in base alle caratteristiche del dolore

Abbiamo esaminato le patologie che causano la sindrome del dolore localizzate nella metà sinistra del torace. Ora vediamo quale dolore ognuno di loro dà.

È un dolore sordo

Il dolore doloroso è tipico per:

  • angina pectoris;
  • miocardite;
  • cardioneurosis;
  • ulcera peptica e 12 ulcera duodenale;
  • scoliosi;
  • osteocondrosi della colonna vertebrale toracica;
  • esacerbazione della pancreatite.

La natura lancinante della sindrome del dolore

Il dolore da cucitura si verifica quando:

  • infarto miocardico;
  • pericardite;
  • cardioneurosis;
  • Cardiomiopatia ipertrofica;
  • distonia neurocircolatoria;
  • nevralgia intercostale;
  • polmonite;
  • pleurite;
  • tubercolosi;
  • herpes zoster;
  • cancro ai polmoni o ai bronchi.

Carattere opprimente

La pressione del dolore può essere una manifestazione di:

  • angina pectoris;
  • miocardite;
  • prolasso della valvola mitrale;
  • pericardite;
  • un corpo estraneo dell'esofago (in questo caso, si nota il fatto di ingoiare qualche oggetto non commestibile, ad esempio un osso di pesce);
  • cardiomiopatia;
  • distrofia miocardica;
  • tumori cardiaci (ad es. mixoma);
  • avvelenamento con droghe, alcool, droghe, composti organici fosforo, veleni. In questo caso, c'è il fatto di assumere droghe, alcool, trattare piante da parassiti e così via;
  • ulcere allo stomaco all'incrocio con l'esofago.

Se la natura del dolore è acuta

Di solito uso la parola "dolore acuto" solo per descrivere l'infarto del miocardio. Oltre alla cardialgia di questa natura, c'è un generale peggioramento delle condizioni, sudore freddo, stordimento e disturbi del ritmo cardiaco. Irradiazione di cardialgia - alla scapola sinistra, al braccio.

Se il dolore sembra "grave"

Il dolore grave si verifica quando:

  • infarto miocardico;
  • osteocondrosi delle regioni cervicale e toracica;
  • nevralgia intercostale, causata in particolare dall'herpes zoster;
  • tromboembolia dell'arteria polmonare;
  • rottura dell'aneurisma dell'aorta da dissezione;
  • miocardite.

La sindrome del dolore è avvertita costantemente o la maggior parte del tempo

Il dolore costante è caratteristico dell'osteocondrosi. Allo stesso tempo, non vi è alcun deterioramento della condizione, ma potrebbero esserci "pelle d'oca" e intorpidimento nella mano sinistra, una diminuzione della sua forza. Un reclamo simile è descritto per la pericardite - infiammazione del guscio esterno del cuore - la sacca di cuore. È anche caratterizzato da malessere generale e febbre. La pericardite può anche essere una fonte di dolore frequente che di tanto in tanto scompare. Ecco come si può descrivere la sindrome del dolore con menopausa o disturbi d'ansia..

Sindrome da dolore contundente

Se si avverte un dolore sordo nella regione del cuore, potrebbe essere:

  • sindrome della parete toracica anteriore;
  • ipertensione arteriosa (in questo caso, viene registrata la pressione alta);
  • sovraccarico dei muscoli intercostali, ad esempio, con un allenamento fisico molto vigoroso o un suono prolungato degli strumenti a fiato.

Dolore acuto nella regione del cuore

Il dolore acuto si osserva con pleurite o pericardite. Entrambe le malattie sono caratterizzate da febbre e debolezza..

Dolore fastidioso

È tipico per:

  • trombosi;
  • distonia neuro-circolatoria;
  • angina pectoris;
  • osteocondrosi;
  • malattie del tratto gastrointestinale.

Sindrome da dolore bruciante

Tale sintomo si nota con un infarto del miocardio, in questo caso ci sarà un forte deterioramento della condizione, potrebbe esserci un annebbiamento della coscienza a causa di uno shock doloroso. Il dolore nella nevrosi è descritto allo stesso modo, quando i disturbi psicoemotivi vengono alla ribalta.

Diagnostica a seconda delle condizioni della sindrome del dolore e dei sintomi associati

Consideriamo le caratteristiche aggiuntive della sindrome del dolore:

  1. Se il dolore si irradia alla scapola, può essere: angina pectoris, spasmo esofageo, infarto del miocardio, cardioneurosi.
  2. Quando il dolore aumenta con l'inalazione, questo indica: nevralgia intercostale, pleurite o miosite dei muscoli intercostali. Quando l'intensità della sindrome del dolore aumenta con un respiro profondo, può essere: polmonite o embolia polmonare. In entrambi i casi, c'è un deterioramento delle condizioni generali, ma con la polmonite, questo accade gradualmente, e con PE, il conteggio va per minuti.
  3. Se la sindrome del dolore aumenta con il movimento, questo può essere un segno di osteocondrosi della regione cervicale o toracica..
  4. Quando appare dolore, che emette il braccio, la persona può avere una delle seguenti condizioni:
    • osteocondrosi:
    • miosite dei muscoli intercostali sul lato sinistro;
    • infarto miocardico;
    • angina pectoris;
    • sindrome del dolore interscapolare;
    • endocardite;
    • pneumotorace.
  5. Quando la sindrome del dolore è accompagnata da mancanza di respiro:
    • infarto miocardico;
    • pneumotorace;
    • embolia polmonare;
    • polmonite;
    • rottura dell'aneurisma aortico.
  6. Se nella regione del cuore compaiono debolezza e dolore, possono essere tubercolosi, pleurite, pericardite, aneurisma dell'aorta da dissezione, polmonite.
  7. La combinazione "dolore + vertigini" è tipica per:
    • prolasso della valvola mitrale;
    • cardiomiopatia;
    • cardioneurosis;
    • osteocondrosi o ernia del rachide cervicale, accompagnata da compressione dell'arteria vertebrale.

Cosa fare con la cardialgia

Se hai dolore nella zona del cuore, cosa fare:

  • Smetti di eseguire qualsiasi azione, prendi una posizione reclinabile, metti le gambe appena sotto il corpo (se c'è capogiro - sopra la posizione del corpo).
  • Sbottona tutti i vestiti che interferiscono, chiedi di aprire le finestre.
  • Se il dolore è simile a quello descritto per l'angina pectoris, assumere "Nitroglycerin" sotto la lingua. Se la sindrome viene arrestata da 1-2 compresse (agiscono entro 1,5-3 minuti), lo stesso giorno o il giorno successivo, consultare un medico per diagnosticare la malattia coronarica e prescrivere un trattamento adeguato. Non puoi bere più pillole - da loro, tra le altre cose, la pressione diminuisce (il mal di testa da P.S. dopo l'assunzione di nitroglicerina è un fenomeno normale, viene rimosso da "Validol" o "Corvalment", che contengono mentolo).
  • Se la nitroglicerina non aiuta, e allo stesso tempo c'è difficoltà a respirare, debolezza, stordimento, pallore grave - chiama un'ambulanza, assicurati di indicare che c'è dolore nel cuore. In anticipo, puoi prendere una pillola anestetica: "Diclofenac", "Analgin", "Nimesil" o un altro.
  • Se il dolore nell'area del cuore è scomparso dopo l'interruzione, questa condizione richiede una diagnosi precoce utilizzando un cardiogramma e un'ecografia del cuore. Non prestare attenzione minaccia l'aggravamento della situazione con lo sviluppo di insufficienza cardiaca.

Il trattamento è prescritto solo da un medico - in base ai risultati dell'esame. L'automedicazione è inaccettabile, poiché le malattie manifestate da questo sintomo sono radicalmente diverse. L'automedicazione, ad esempio, l'osteocondrosi, che in realtà si rivela essere miocardite, può portare allo sviluppo di insufficienza cardiaca, quando qualsiasi movimento sbagliato sarà accompagnato da mancanza di respiro, mancanza di respiro e gonfiore.

Pertanto, la sindrome del dolore localizzata nella regione del cuore può essere causata non solo da malattie cardiache. Molto più spesso, le sue cause sono patologie delle costole e dei muscoli intercostali, della colonna vertebrale, dell'esofago e dello stomaco. Per iniziare a muoverti nella direzione di fare una diagnosi, devi presentare le tue lamentele al terapeuta. Il medico risolverà autonomamente il problema problematico o ti indirizzerà allo specialista giusto. Questa sarà una soluzione migliore rispetto agli esami da soli, sprecando tempo e denaro..